Attenzione: questa pagina è una traduzione automatica di questa pagina originariamente in lingua inglese. Si prega di notare in quanto le traduzioni sono generate da macchine, non tutte le traduzioni saranno perfetti. Questo sito web e le sue pagine web sono destinati ad essere letto in inglese. Ogni traduzione del sito e le sue pagine web possono essere imprecise e inesatte, in tutto o in parte. Questa traduzione è fornita per comodità.

Lo studio indica un collegamento dell'amiloide fra il melanoma e la malattia del Parkinson

Sulla superficie, malattia del Parkinson -; un disordine neurodegenerative -; e melanoma -; un tipo di cancro di interfaccia -; non sembri avere molto in comune. Tuttavia, per quasi 50 anni, medici hanno riconosciuto che i pazienti della malattia del Parkinson sono più probabili sviluppare il melanoma che la popolazione in genere. Ora, gli scienziati riferiscono un collegamento molecolare fra le due malattie sotto forma di cumuli della proteina conosciuti come gli amiloidi.

Lo studio indica un collegamento dell
Le immagini dell'immunofluorescenza indicano che alcuni α-synuclein e Pmel17 sono nelle stesse posizioni in celle umane del melanoma. Credito di immagine: Destro decano, Ph.D

I ricercatori presenteranno oggi i loro risultati alla riunione di primavera della società di prodotto chimico americano (ACS). La primavera 2021 di ACS sta tenenda 5-30 aprile online. Le sessioni in tensione saranno ospitate 5-16 aprile ed a richiesta ed il contenuto della rete continuerà fino al 30 aprile. La riunione caratterizza le quasi 9.000 presentazioni su una vasta gamma di argomenti di scienza.

“Parecchi studi hanno indicato che il melanoma accade più frequentemente due - sei volte nella popolazione del Parkinson che la popolazione in buona salute,„ dice destro decano, il Ph.D., un collega postdottorale al cuore nazionale, il polmone e l'istituto di sangue (NHLBI), che sta presentando il lavoro alla riunione. “Che cosa è più, la proteina in questione nella malattia del Parkinson, α-synuclein, è elevata in celle del melanoma.„

Nella malattia del Parkinson, il α-synuclein forma i giacimenti di amiloide che sono pensati per uccidere i neuroni producenti dopamina nel cervello, causante i sintomi quale il tremito, i movimenti lenti e la demenza. Mentre la ricerca intensa ha messo a fuoco sugli effetti di α-synuclein nel cervello, molto di meno è conosciuto circa la sua presenza o attività in altri tessuti. Tuttavia, gli scienziati hanno prova che la proteina diformazione è espressa più in celle del melanoma che in interfaccia sana.

Ancora, i livelli elevati di α-synuclein in melanocytes (le cellule epiteliali che provocano il melanoma) correlano con il pigmento diminuito, o la melanina, produzione. La melanina protegge l'interfaccia da danno dalle razze ultraviolette del sole.

Jennifer Lee, Ph.D., il Consigliere postdottorale a NHLBI, parte di decano degli istituti della sanità nazionali, precedentemente aveva studiato un'altra proteina diformazione chiamata proteina premelanosomal (Pmel).

La maggior parte della gente sa che gli amiloidi sono compresi nelle malattie, quali Parkinson ed Alzheimer, ma è meno ben noto che alcuni amiloidi, come Pmel, realmente serviscono una funzione utile.„

Jennifer Lee, Ph.D., il Postdoctoral Advisor, NHLBI di decano

In melanocytes sani, Pmel forma le fibrille dell'amiloide che fungono da impalcature per memorizzare la melanina nei melanosomes (l'organello in cui il pigmento è prodotto, memorizzato e trasportato). “Poiché sia il α-synuclein che Pmel sono espressi in celle del melanoma, ci siamo domandati se queste due proteine dell'amiloide potessero interagire e se questa interazione potrebbe essere pertinente alla correlazione fra la malattia del Parkinson ed il melanoma,„ Lee dice.

Per studiare se il α-synuclein e Pmel potrebbero interagire, i ricercatori hanno usato la microscopia e macchiare occidentale per indicare che le due proteine entrambe hanno risieduto nei melanosomes delle celle umane del melanoma. Quando decano aggiunto ha preformato l'amiloide del α-synuclein ad una provetta che contiene la regione diformazione di Pmel (conosciuto come la ripetizione, o il RPT, dominio), le fibrille del α-synuclein hanno stimolato Pmel per cumulare e formare una struttura torta della fibrilla che la proteina non adotta normalmente da sè.

Poiché il α-synuclein in celle del melanoma può anche essere trovato nella sua sostanza solubile, o l'non amiloide, modulo, i ricercatori ha eseguito altri esperimenti in vitro in cui hanno aggiunto il α-synuclein solubile al dominio di Pmel RPT. In questo caso, il α-synuclein ha inibito il auto-cumulo dell'abilità di Pmel e l'amiloide del modulo in un modo dipendente dalla concentrazione. Hanno rintracciato questa attività ai primi 60 amminoacidi di α-synuclein.

Ora abbiamo i dati preliminari che suggeriscono che un amiloide da una proteina possa “seminare„ o amiloide del modello da un altro e nel modulo solubile, il α-synuclein impedisce l'aggregazione di Pmel, di conseguenza, pensiamo che entrambi i moduli di α-synuclein potrebbero diminuire la biosintesi della melanina -; il modulo dell'amiloide inducendo Pmel a formare una struttura torta insolita ed il modulo solubile fermando Pmel dal cumulo come dovrebbero.„

Jennifer Lee, Ph.D.

La perdita di pigmentazione dell'interfaccia potrebbe contribuire al rischio aumentato del melanoma nei pazienti della malattia del Parkinson, i ricercatori dicono.

Penso che siamo appena alla punta dell'iceberg di apprezzamento dei che cosa il α-synuclein potrebbe fare nel melanoma. Negli esperimenti futuri, sono realmente interessato nella comprensione dei più circa cui il α-synuclein sta facendo per promuovere la proliferazione del melanoma, oltre a questa interazione con Pmel.„

Destro decano, Ph.D., collega postdottorale, NHLBI