Attenzione: questa pagina è una traduzione automatica di questa pagina originariamente in lingua inglese. Si prega di notare in quanto le traduzioni sono generate da macchine, non tutte le traduzioni saranno perfetti. Questo sito web e le sue pagine web sono destinati ad essere letto in inglese. Ogni traduzione del sito e le sue pagine web possono essere imprecise e inesatte, in tutto o in parte. Questa traduzione è fornita per comodità.

L'endocrinologo della medicina di Hopkins pubblica il primo esame clinico di pratica sulla gestione del diabete

Nuove medicine per la gente che fa sembrare il diabete al pop-up continuamente. Droghe che aiutano l'organismo a ripartire i carboidrati, droghe che aumentano l'escrezione di glucosio nell'urina, droghe che aiutano i muscoli per rispondere ad insulina e le droghe che stimolano il pancreas per produrrla -; la lista delle opzioni farmaceutiche per trattare il diabete ottiene più lungamente e più lungamente.

Il lato negativo di questa ricchezza delle opzioni del trattamento è che può essere difficile affinchè i fornitori di cure mediche resti sopra l'ultimi ricerca e standard di cura. Quale farmaco è la cosa migliore per quali pazienti? E che cosa sono le migliori medicine per prescrivere che sia glucosio di sangue più basso che diminuiscono il rischio per la malattia cardiovascolare?

L'endocrinologo della medicina di Johns Hopkins ed il professore associato Rita Rastogi Kalyani, M.D., hanno creato una recensione clinica di pratica nell'edizione del 1° aprile di New England Journal di medicina (NEJM) che distilla i più nuovi risultati e linee guida di prova in un approccio sistematico per la cura dei pazienti con il diabete e un rischio di malattia cardiovascolare. L'articolo di Kalyani è il primo esame clinico di pratica che il giornale ha pubblicato sulla gestione del diabete quasi in una decade.

Differente dagli studi della ricerca, gli esami clinici di pratica presentano un problema clinico comune e la prova che supporta le varie strategie del trattamento, seguite da un esame delle linee guida e delle raccomandazioni cliniche dell'autore ottimizzare la cura paziente.

La gente che ha diabete di tipo 2 è più di due volte probabilmente per sviluppare la malattia cardiovascolare e l'infarto aterosclerotici che la gente che non ha la malattia. L'articolo di NEJM presenta un approccio aggiornato per i fornitori di cure mediche quando sceglie fra le terapie d'abbassamento per i loro pazienti con il diabete, di diminuire specialmente il rischio di malattia cardiovascolare.

Abbiamo veduto una variazione importante nel diabete preoccuparci durante questi ultimi anni. Ora abbiamo strumenti per capire meglio come diminuire sia le complicazioni microvascolari che macrovascular nella gente con il diabete di tipo 2.„

Rita Rastogi Kalyani, M.D., professore associato ed endocrinologo della medicina di Johns Hopkins

L'articolo esamina i vantaggi ed i rischi cardiovascolari delle droghe più comunemente usate per il diabete che sono attualmente disponibili sul servizio degli Stati Uniti.

Kalyani quota gli agenti specifici in due più nuove classi della droga come utili per i pazienti con il diabete che già danno segni di cuore o della malattia del vaso sanguigno.

Il liraglutide del tipo di glucagone degli agonisti del ricevitore del peptide 1 (GLP-1), il semaglutide iniettabile e il dulaglutide aumentano la produzione dell'insulina dall'organismo, specialmente dopo i pasti.

Il empagliflozin e il canagliflozin degli inibitori del cotransporter 2 del glucosio del sodio (SGLT2) diminuiscono la quantità di glucosio che l'organismo riassorbe attraverso urina.

Tutti sono efficaci ai pazienti d'aiuto diminuiscono la probabilità di avere un evento cardiovascolare importante, quali attacco di cuore o il colpo. SGLT2 l'inibitore, dapagliflozin, è efficace all'aiuto diminuisce la probabilità dell'ospedalizzazione per infarto.

“Dopo metformina, che ampiamente è considerata il trattamento iniziale della droga per il diabete di tipo 2, le droghe specifiche nelle classi dell'agonista e dell'inibitore SGLT2 del ricevitore GLP-1 con il vantaggio cardiovascolare dimostrato dovrebbero essere considerate come farmaci supplementari per i pazienti che già hanno malattia cardiovascolare. Ciò dovrebbe essere fatta indipendentemente da se il loro livello di A1C è all'obiettivo per diminuire il rischio di eventi cardiovascolari futuri,„ dice Kalyani, riferentesi alla prova del hemaglobin A1C, che misura il livello medio del glucosio di sangue di un paziente oltre tre mesi.

Attaches dello zucchero ad una proteina in globuli rossi che porta l'ossigeno agli organi ed al tessuto e che trasporta l'anidride carbonica ai polmoni. La prova di A1C misura la percentuale media di glucosio in emoglobina di una persona sopra la portata di parecchi mesi. I livelli sani di A1C sono inferiore a 5,7%. Generalmente, i livelli di A1C più superiore 6,5% indicano il diabete.

Kalyani nota che le più nuove droghe tendono ad essere più costose e gli effetti a lungo termine sono sconosciuti. Prima del 2008, gli Stati Uniti Food and Drug Administration -; l'agenzia che regolamenta l'industria farmaceutica -; non ha richiesto le grandi prove di risultato per le droghe dopo la loro introduzione al servizio. Di conseguenza, dice Kalyani, gli effetti cardiovascolari di più vecchie droghe rimangono meno sicuro.

L'articolo di NEJM dettaglia le droghe specifiche che offrono gli assegni complementari per i pazienti con il diabete che hanno termini quali i fattori di rischio multipli della malattia cardiovascolare, l'infarto e la malattia renale cronica.

“Alcuni agenti quali il dulaglutide e il dapagliflozin egualmente hanno dimostrato il vantaggio cardiovascolare in pazienti con i fattori di rischio cardiovascolari multipli,„ Kalyani dice.

Più ulteriormente, gli inibitori specifici SGLT2 possono essere utili per i pazienti che hanno infarto con la frazione diminuita di espulsione -; una circostanza in cui il muscolo di cuore non pompa efficientemente il sangue -; pure per i pazienti con la malattia renale cronica.

L'articolo include le tabelle complete della droga che comprendono i fattori per considerare nella pratica clinica quando sceglie una droga d'abbassamento per i pazienti con il diabete di tipo 2, compreso efficacia di A1C-lowering, l'itinerario e la frequenza dell'amministrazione, del costo, degli effetti su peso, del rischio di ipoglicemia, degli effetti secondari e dei vantaggi clinici.

“I fornitori di cure mediche in pronto intervento, endocrinologia, cardiologia e nefrologia ora stanno prescrivendo questi più nuovi medicinali d'abbassamento per i loro pazienti,„ Kalyani dice. “La cura del diabete dovrà essere sempre più di collaborazione in futuro e, alla sua memoria, rimanere paziente-centrata.„

Kalyani era precedentemente la presidenza del comitato professionale della pratica dell'associazione americana del diabete, che aggiorna annualmente gli standard di assistenza medica in diabete, le raccomandazioni cliniche della pratica dell'organizzazione. Egualmente co-ha creato le linee guida cliniche pubblicate dalla società endocrina e dall'istituto universitario americano della cardiologia.

Source:
Journal reference:

Kalyani, R.R (2021) Glucose-Lowering Drugs to Reduce Cardiovascular Risk in Type 2 Diabetes. The New England Journal of Medicine (NEJM). doi.org/10.1056/NEJMcp2000280.