Attenzione: questa pagina è una traduzione automatica di questa pagina originariamente in lingua inglese. Si prega di notare in quanto le traduzioni sono generate da macchine, non tutte le traduzioni saranno perfetti. Questo sito web e le sue pagine web sono destinati ad essere letto in inglese. Ogni traduzione del sito e le sue pagine web possono essere imprecise e inesatte, in tutto o in parte. Questa traduzione è fornita per comodità.

Sinergia di lunghezza di punto mentre gli ostacoli d'attraversamento hanno trovato per essere più bassi nei pazienti di Parkinson

Un gruppo di ricerca pluridisciplinare affiliato con il dipartimento del laboratorio umano del movimento dell'educazione fisica (Movi-Laboratorio) a São Paulo State University (UNESP) in Bauru, Brasile, sinergia misurata di lunghezza di punto mentre attraversando gli ostacoli in pazienti con la malattia del Parkinson e conclusivi che era 53% più basso di negli individui sani della stessi età e peso. La lunghezza di punto è una delle variabili principali influenzate dalla malattia.

La sinergia, definita come operazione combinata, si riferisce in questo caso alla capacità del sistema locomotore (o osteomuscolare) di adattare il movimento mentre attraversano un ostacolo, combinandosi scompone quale la posizione del piede e della velocità, per esempio. Il miglioramento della sinergia nei pazienti di Parkinson mentre stanno camminando può fare una differenza significativa alla loro qualità di vita, poichè tendono a cadere più spesso in media tre volte che la gente in buona salute della stessa età.

Ci sono pazienti nel nostro gruppo di esercizio che cadono tre o quattro volte un la settimana. È importante capire come l'andatura e la locomozione di questi pazienti si adattano mentre attraversano gli ostacoli in moda da poterci migliorare noi della la sinergia punto lunghezza. Questo approccio ci permette di raffinare il protocollo di esercizio, di migliorare la locomozione e di provare a diminuire la frequenza dell'autunno.„

Fabio Augusto Barbieri, professore, il dipartimento di UNESP di educazione fisica ed il suo programma del laureato di scienza del movimento

Un articolo sullo studio è pubblicato nell'andatura & nella posizione del giornale. Barbieri è l'ultimo autore. Il primo autore è ingegnere meccanico Satyajit Ambike, un professore nel dipartimento di salubrità e della cinesiologia alla Purdue University negli Stati Uniti. Lo studio è il primo da riferire sulle sinergie locomorici alterate nei pazienti di Parkinson.

“L'innovazione nel nostro studio è il suo fuoco sulla sincronizzazione di andatura, o rhythmicity, la costanza con cui i pazienti posizionano i loro piedi per mantenere la locomozione,„ Barbieri ha detto. “Questo può essere valutato misurando della la sinergia punto lunghezza. La sinergia presuppone uno scopo e riguarda il modo che il sistema locomotore regola per raggiungerlo. Nel nostro caso, abbiamo studiato come il sistema si adatta per raggiungere l'obiettivo di attraversamento dell'ostacolo durante la locomozione.„

I ricercatori hanno trovato che i pazienti di Parkinson possono meno adattare la posizione dei loro piedi che la gente in buona salute poichè si avvicinano ed attraversano ad un ostacolo. “Il sistema locomotore prova sempre a adattarsi per mantenere la costanza durante la locomozione. Assente questa costanza, possiamo fare gli errori che possono piombo ad una caduta,„ Barbieri abbiamo detto. “I pazienti di Parkinson sono meno costanti nel posizionamento dei loro piedi mentre camminano e la sincronizzazione di andatura tende ad essere instabile di conseguenza. La loro velocità aumenta e cade mentre camminano e la lunghezza di punto varia con il collocamento del piede.„

Ostacoli

I tredici il 11 comando neurologico sano di Parkinson pazienti ed hanno partecipato allo studio. Tutti i partecipanti erano oltre 50. Per essere ammissibili hanno dovuto potere camminare senza assistenza, avere la vista ed audizione normali (con o senza le lenti e le protesi acustiche), avere malattie non ortopediche o neurologiche oltre a Parkinson e potere capire e seguire le istruzioni. I pazienti hanno catturato il farmaco per Parkinson (Levodopa) per almeno tre mesi prima della raccolta di dati.

I partecipanti hanno dovuto camminare lungo una via di accesso principale (lunghezza 8,5 m., la larghezza 3,5 m) ed attraversa un ostacolo della gomma espansa (altezza 15 cm, larghezza 60 cm, profondità 5 cm) ha collocato 4 m. dal punto di partenza. La velocità di andatura non è stata imposta ma scelto stata da ogni partecipante. Nessun'istruzione è dato stata per quanto riguarda cui il cosciotto dovrebbe attraversare l'ostacolo in primo luogo, ma la sua posizione era regolato per ogni partecipante in modo che il giusto cosciotto dovesse piombo.

“Abbiamo provato a standardizzare il compito in modo che tutti gli oggetti attraversassero l'ostacolo con il loro giusto cosciotto che piombo,„ Barbieri abbiamo detto. “L'idea era di assicurarsi che non c'fosse interferenza da altri fattori nel reticolo di locomozione. L'altezza dell'ostacolo era 15 cm perché quella è l'altezza standard del bordo nel Brasile. Abbiamo pensato che fosse meglio da attaccare allo standard.„

Una serie di sistemi devono funzionare insieme affinchè la sinergia accadano in termini di raggiungimento dell'obiettivo, lui hanno spiegato. “Quando la distanza fra le dita del piede e l'ostacolo [prima che sia attraversata] e fra il tallone e l'ostacolo [dopo che è attraversata] varia molto, il rischio di contatto dell'ostacolo aumenta. Essendo troppo vicino all'ostacolo prima che attraversare comporti debba sollevare il cosciotto principale così su che può provare impossibile. Se il piede di trascinamento scende troppo vicino all'ostacolo dopo l'attraversamento, il tallone è probabile toccarlo,„ ha detto, aggiungendo che la sincronizzazione di andatura dovrebbe idealmente essere costante ed il piede non dovrebbe venire troppo vicino all'ostacolo da qualsiasi lato.

Biomeccanica

di sinergia Punto lunghezza è stata misurata facendo uso di una metodologia derivata dall'ingegneria meccanica ed adattata allo studio su movimento umano. La metodologia non è specifica all'analisi o a Parkinson di andatura, ma adattato da un insieme delle tecniche usate per misurare la resistenza dell'superiore-arto da Ambike e per tracciare Latash della Pennsylvania State University.

Otto macchine fotografiche della cattura del movimento utilizzate nello studio sono state approvvigionate con il finanziamento da FAPESP (no. 2017/19516-8 di concessione). Lo studio egualmente è stato supportato da una concessione visualizzante del ricercatore.

Venti indicatori riflettenti sono stati collocati secondo un modello specifico dell'analisi di andatura sull'organismo di ogni partecipante nell'esperimento. “Mentre l'oggetto sta camminando lungo la via di accesso principale verso l'ostacolo e sta attraversandolo, le macchine fotografiche emettono la luce infrarossa, che è riflessa dagli indicatori. Le macchine fotografiche catturano la posizione degli indicatori, permettendoci di determinare la lunghezza e la durata di punto. Il software di analisi di andatura fa gli altri calcoli,„ Barbieri ha spiegato.

Lo studio era la prima volta questa metodologia si è applicata all'analisi di andatura, secondo Barbieri. “Un'altra innovazione era che abbiamo usato una singola variabile per individuare relativamente semplicemente le incapacità in relazione con la sincronizzazione di andatura possibile, facilitando intervento futuro più coerente per migliorare sincronizzazione di andatura via addestramento,„ lui ha detto. “Questo è il punto dell'analisi di andatura in generale. Volete determinare le variabili possibili dei cambiamenti nell'andatura e modificare l'intervento su quella base.„

Gli stessi ricercatori da allora hanno cominciato uno studio per scoprire se l'altezza dell'ostacolo pregiudica della la sinergia punto lunghezza. “Vogliamo sapere se questa sinergia cambia perché l'ostacolo è più alto o più basso. Ciò interessa l'ambiente in cui il paziente si muove. Se ci sono ostacoli di certa altezza nell'area, possono causare i problemi e piombo alle cadute, in modo da possiamo modificare l'ambiente per facilitare la locomozione,„ Barbieri ha detto.

Source:
Journal reference:

Ambike, S., et al. (2021) Step length synergy while crossing obstacles is weaker in patients with Parkinson’s disease. Gait & Posture. doi.org/10.1016/j.gaitpost.2021.01.002.