Attenzione: questa pagina è una traduzione automatica di questa pagina originariamente in lingua inglese. Si prega di notare in quanto le traduzioni sono generate da macchine, non tutte le traduzioni saranno perfetti. Questo sito web e le sue pagine web sono destinati ad essere letto in inglese. Ogni traduzione del sito e le sue pagine web possono essere imprecise e inesatte, in tutto o in parte. Questa traduzione è fornita per comodità.

I ricercatori lavorano per sviluppare il candidato doppio del vaccino dell'antigene COVID-19

I vaccini di malattia 2019 di coronavirus (COVID-19) corrente in uso pricipalmente sono basati sulla produzione degli anticorpi di neutralizzazione contro la proteina della punta (s) del coronavirus 2 (SARS-CoV-2) di sindrome respiratorio acuto severo. Questi anticorpi di neutralizzazione inibiscono l'infezione e diminuiscono la severità di malattia.

Tuttavia, l'emergenza delle varianti SARS-CoV-2 capaci di evasione della risposta immunitaria indotta da vaccino ha rinnovato l'esigenza dei vaccini più dinamici. Per esempio, gli scienziati hanno riferito che alcuni vaccini, compreso ChAdOx, NVX-CoV2373 e Ad26.COV2-S hanno indotto la poca protezione contro l'analisi variabile B.1.351 nelle prove di fase 3. Ulteriormente, gli studi in vitro hanno rivelato che gli anticorpi S-specifici selvaggio tipi indotti dai vaccini mRNA-1273 e BNT162b1 indicati hanno diminuito legare alla proteina della S della variante B.1.351. Questi risultati hanno evidenziato che i vaccini monovalenti diretti solamente soltanto verso la proteina di S non possono essere più efficienti nella protezione contro le varianti continuamente emergenti.

A causa di queste ragioni, gli scienziati hanno rinnovato il loro interesse nelle celle di T, che hanno il potenziale di offrire la protezione a lungo termine contro COVID-19. Sebbene S-specifico le risposte a cellula T siano trovate in due vaccini; vale a dire, mRNA1273 e BNT162b1, il loro ruolo nella protezione da COVID-19 non è buono capiti.

Tenendo gli svantaggi di cui sopra presente, scienziati strategized per sviluppare un vaccino che potrebbe efficacemente fornire l'immunità contro le varianti continuamente emergenti SARS-CoV-2. Un nuovo studio è stato pubblicato sul " server " della pubblicazione preliminare del medRxiv*, che mette a fuoco sullo sviluppo di un vaccino dell'doppio-antigene COVID-19 T cell. Questo vaccino è sviluppato in base all'espressione sia della proteina di S che della proteina del nucleocapsid (n) di SARS-CoV-2, facendo uso di una piattaforma umana di prossima generazione del sierotipo 5 dell'adenovirus (Ad5).

Lo studio corrente ha rivelato che per lo sviluppo di questo vaccino, una proteina integrale di S che include un dominio obbligatorio del ricevitore SD1 è stata usata. I domini S1 e S2 sono stati modificati per migliorare l'espressione di superficie (S-Fusione). Ulteriormente, gli scienziati hanno usato la proteina integrale di N modificata con un dominio a cellula T migliorato di stimolo (ETSD) per dirigere N verso il compartimento di endo-/lysosomal per le classi aumentata di MHC I ed II espressione. La piattaforma hAd5 utilizzata in questo studio ha omissioni nelle regioni del gene E1, E2b e E3. Queste regioni cancellate causano una riduzione delle risposte immunitarie di anti-vettore ospite e, quindi, promuovono l'espressione efficiente dell'antigene. Successivamente, l'attivazione a cellula T si presenta in presenza di immunità attuale dell'anti-adenovirus. Risultati simili sono stati ottenuti dagli studi clinici precedenti che avevano mirato agli antigeni tumore-associati in malati di cancro.

Gli studi precedenti hanno rivelato che SARS-CoV-2 esprime parecchie proteine immunogene che suscitano l'anticorpo e/o risposte di cellula T, fra cui, proteina di N è il più abbondantemente espressa e conservato fra i coronaviruses. Ulteriormente, questa proteina è utilizzata come efficace antigene per sviluppare l'efficace terapeutica ed i vaccini per SAR-CoV. Di conseguenza, tenendo conto della prova precedente, i ricercatori dello studio presente hanno progettato un vaccino che comprende gli antigeni N-derivati per suscitare la più vasta immunità protettiva contro SARS-CoV-2. Credono che questo vaccino rimanga efficace contro le varianti SARS-CoV-2.

La proteina di N ha parecchi ruoli vitali, per esempio, l'installazione di virion, la replica virale del RNA e versione dalle cellule ospiti. I ricercatori hanno trovato che quasi tutto il COVID-19 ha recuperato le persone ha sviluppato gli anticorpi N-specifici e la IFN-g-secrezione risposte della cellula T di CD4+ e/o di CD8+. Interessante, gli scienziati hanno trovato la presenza di risposte a cellula T N-specifiche di CD4+ e/o di CD8+ 87 in pazienti che hanno recuperato da SAR-CoV nel 2003. I ricercatori hanno rivelato che le celle di T di memoria egualmente inter-reagiscono con N ed altre proteine di SARS-CoV-2. Persone senza cronologia di infezione con SAR-CoV, SARS-CoV-2, o la manifestazione respiratoria del Medio-Oriente (MERS) di sindrome la presenza di SARS-CoV-2 inter-reattivo risposte di cellula T N-specifica di CD4+ e/o di CD8+. Ciò può essere dovuto l'infezione priore con i coronaviruses relativi quali OC43, HKU1, 229E, o NL63. Quindi, gli scienziati hanno precisato che lo sviluppo di un vaccino che potrebbe stimolare le risposte a cellula T di memoria N-specifica potrebbe essere altamente utile nella protezione contro il virus.

Lo studio corrente ha riferito che il N-ETSD ha prodotto le più alte risposte a cellula T una volta confrontato a N senza il ETSD. Quindi, gli antigeni vaccino-espressi possono essere richiamati dalle celle di T, indicanti che possono essere un agente potenziale per indurre le risposte immunitarie protettive. Più ulteriormente, le celle di T sono state isolate dopo che i 14 e 23 giorni dai pazienti che sono stati inoculati con il vaccino di recente sviluppato. I partecipanti hanno appartenuto ai test clinici in corso del 1b di fase della S-Fusione hAd5 + del vaccino di N-ETSD. I ricercatori hanno trovato precedentemente l'attivazione delle risposte a cellula T, sia raggruppamenti dai peptidi di N che di S, comparabili alle celle di T dei pazienti infettati SARS-CoV-2.

Per più ulteriormente convalidare il risultato, gli scienziati egualmente hanno intrapreso in silico gli studi per predire l'associazione a cellula T di epitopo HLA. Il risultato ha rivelato un'alta possibilità di questo vaccino di recente sviluppato che è un efficace ripetitore “universale„. Ciò è perché hAd5-S-Fusion + il vaccino di N-ETSD 357 potrebbero offrire la protezione contro parecchi altri virus che sono simili a SARS-CoV-2.

Corrente, la S-Fusione hAd5 + il vaccino a cellula T di N-ETSD COVID-19 sta subendo i test clinici per capire il metodo della consegna vaccino più efficace, cioè, compressa sublinguale, intranasale, o orale. I ricercatori sono ottimisti circa l'efficacia di questo vaccino contro le varianti emergenti.

Avviso *Important

il medRxiv pubblica i rapporti scientifici preliminari che pari-non sono esaminati e, pertanto, non dovrebbero essere considerati conclusivi, guida la pratica clinica/comportamento correlato con la salute, o trattato come informazioni stabilite.

Journal reference:
Dr. Priyom Bose

Written by

Dr. Priyom Bose

Priyom holds a Ph.D. in Plant Biology and Biotechnology from the University of Madras, India. She is an active researcher and an experienced science writer. Priyom has also co-authored several original research articles that have been published in reputed peer-reviewed journals. She is also an avid reader and an amateur photographer.

Citations

Please use one of the following formats to cite this article in your essay, paper or report:

  • APA

    Bose, Priyom. (2021, April 12). I ricercatori lavorano per sviluppare il candidato doppio del vaccino dell'antigene COVID-19. News-Medical. Retrieved on September 19, 2021 from https://www.news-medical.net/news/20210412/Researchers-work-to-develop-dual-antigen-COVID-19-vaccine-candidate.aspx.

  • MLA

    Bose, Priyom. "I ricercatori lavorano per sviluppare il candidato doppio del vaccino dell'antigene COVID-19". News-Medical. 19 September 2021. <https://www.news-medical.net/news/20210412/Researchers-work-to-develop-dual-antigen-COVID-19-vaccine-candidate.aspx>.

  • Chicago

    Bose, Priyom. "I ricercatori lavorano per sviluppare il candidato doppio del vaccino dell'antigene COVID-19". News-Medical. https://www.news-medical.net/news/20210412/Researchers-work-to-develop-dual-antigen-COVID-19-vaccine-candidate.aspx. (accessed September 19, 2021).

  • Harvard

    Bose, Priyom. 2021. I ricercatori lavorano per sviluppare il candidato doppio del vaccino dell'antigene COVID-19. News-Medical, viewed 19 September 2021, https://www.news-medical.net/news/20210412/Researchers-work-to-develop-dual-antigen-COVID-19-vaccine-candidate.aspx.