Attenzione: questa pagina è una traduzione automatica di questa pagina originariamente in lingua inglese. Si prega di notare in quanto le traduzioni sono generate da macchine, non tutte le traduzioni saranno perfetti. Questo sito web e le sue pagine web sono destinati ad essere letto in inglese. Ogni traduzione del sito e le sue pagine web possono essere imprecise e inesatte, in tutto o in parte. Questa traduzione è fornita per comodità.

UHN ha eseguito il primo trapianto del doppio polmone dopo COVID-19 nel Canada

La rete di salubrità dell'università ha eseguito che cosa è creduto per essere il primo trapianto del polmone nel Canada su un paziente di cui i polmoni sono stati danneggiati irreparabile da COVID-19.

Timothy Edwards Sauvé, 61, ha contrattato la malattia a dicembre ed era UHN riferito a per una valutazione del trapianto circa due mesi più successivamente.

Dopo che una valutazione attenta da un gruppo pluridisciplinare nel programma del trapianto del polmone di Toronto al centro del trapianto del Ajmera di UHN, Sauvé era elencata ed ha ricevuto l'organo di salvataggio a febbraio.

“È stato abbastanza un viaggio e sono molto riconoscente al mio gruppo di medici ed al mio donatore,„ dice Sauvé che non ha avuto comorbidities priori che lo abbiano messo all'elevato rischio per l'infezione o alle complicazioni dalla malattia.

“Ero nella grande forma fisica in modo da non ho pensato mai che ottenessi così malato da COVID. Ancora non sembra reale a me e spero che la mia storia mostri alla gente quanto pericoloso questa malattia può essere.„

Sauvé ha sviluppato i sintomi del tipo di fredda ed ha schermato il positivo per COVID-19 indietro a dicembre. Nel giro di pochi giorni, la malattia ha progredito ed è stato ospedalizzato.

Mentre i livelli dell'ossigeno sono andato giù, ha avuto bisogno del supporto da un commputer respirante meccanico (ventilatore) - che infine non era egualmente abbastanza per tenerlo vivo.

Trasferito una volta al policlinico di Toronto, a UHN, finalmente ha avuto bisogno dell'ossigenazione extracorporea della membrana chiamata terapia avanzata di sostegno del polmone (ECMO) - che è essenzialmente un commputer che pompa ed ossigena il sangue fuori dell'organismo che fornisce il tempo ed il sollievo curativi ai polmoni nocivi.

“Alcune settimane dopo che ha rimosso il virus, era molto chiaro dalle sue scansioni che i polmoni del sig. Sauvé severamente e permanentemente sono stati danneggiati e non recupererebbe. Suo soltanto possibilità di sopravvivenza sarebbe ricevendo un trapianto,„ dice il Dott. Marcelo Cypel, Direttore chirurgico al centro del trapianto di Ajmera ed il chirurgo che piombo il gruppo che esegue il trapianto.

Il Dott. Cypel dice che il trapianto è certamente un trattamento della salvavita per un sottogruppo molto piccolo di pazienti di COVID. Tuttavia, con le varianti di preoccupazione sempre più che infettano i più giovani pazienti più sani durante questa terza onda della pandemia, il numero dei rinvii del trapianto può svilupparsi. Il programma corrente sta valutando tre pazienti supplementari di COVID per la candidatura di trapianto.

Quando considerare trapianto del polmone per COVID-19

Ci sono stati poche casse del trapianto del polmone dopo che COVID riferito intorno al mondo, poichè è soltanto una terapia raccomandata in circostanze eccezionali.

La maggior parte dei pazienti che sviluppano l'infezione severa di COVID non è solitamente candidati per trapianto, poiché altri fattori di rischio e complicazioni dalla malattia comprometterebbero significativamente le possibilità di successo per così ambulatorio importante.

Il trapianto non è una maturazione per COVID. In questo caso, con il supporto di ECMO ed il ripristino intenso, eravamo molto felici di vedere che ha fornito una seconda opportunità di vita per il sig. Sauvé. Dato la natura delle infezioni di COVID, il trapianto è raccomandato soltanto nelle circostanze eccezionali - dove i polmoni vero si distruggono dalla malattia senza speranza del ripristino ed il paziente è abbastanza forte passare attraverso un trapianto del polmone.„

Dott. Shaf Keshavjee, Direttore, programma del trapianto del polmone di Toronto

DRS. Cypel e Keshavjee hanno creato un articolo scientifico pubblicato nella medicina respiratoria della lancetta che ha esplorato le considerazioni per la valutazione del trapianto.

Sauvé era un candidato ideale per trapianto poichè non ha avuto altri comorbidities e nessun altro organo è stato urtato significativamente tramite l'infezione di COVID. Malgrado essere su ECMO, poteva sveglio e capire le implicazioni ed i rischi di trapianto.

“Abbiamo avuti lunghe conversazioni tra due persone in modo da ha capito la lunga strada davanti lui, del viaggio di ripristino dopo chirurgia e l'immunosoppressione che viene con tutto il trapianto,„ dice il Dott. Stephen Juvet, un respirologist del trapianto a UHN che fa parte del gruppo Sauvé di cura.

Viaggio di ripristino

Mentre più criticamente malati, i pazienti che hanno passato il tempo prolungato in ospedale richiedono spesso un periodo di ripristino del ricoverato per riacquistare la loro resistenza prima di transitioning la casa. Respirando con i nuovi polmoni è una cosa, ma può richiedere tempo lavorare il vigore e l'energia per utilizzare quei polmoni e per riaddestrare i suoi muscoli per completare le mansioni di ogni giorno.

Dopo che il suo trapianto, Timothy Sauvé sta recuperando bene. La sua funzione polmonare è eccellente e più non richiede alcun supporto dell'ossigeno.

È stato trasferito al centro di Bickle di ripristino di Toronto di UHN, in cui un gruppo pluridisciplinare attivo sta aiutandolo migliora la sue mobilità, funzione polmonare e qualità di vita.

“Il nostro obiettivo primario è di migliorare l'indipendenza e la funzione di un paziente. Impariamo circa il loro ambiente familiare, interessi, sistema di appoggio ed hobby lavorare con loro per ottenere indietro alle attività che godono di,„ spieghiamo il Dott. Alexandra Rendely di fisiatra.

“Vogliamo aggiungere la vita agli anni che il trapianto li abbia permessi.„

Il centro di Bickle è una guida nel ripristino del trapianto, fornente la cura innovatrice per aiutare i pazienti a sormontare l'inabilità, lesione e stati di salute relativi all'età e fornisce un pezzo essenziale al modello integrato di cura per i pazienti di trapianto a UHN.