Attenzione: questa pagina è una traduzione automatica di questa pagina originariamente in lingua inglese. Si prega di notare in quanto le traduzioni sono generate da macchine, non tutte le traduzioni saranno perfetti. Questo sito web e le sue pagine web sono destinati ad essere letto in inglese. Ogni traduzione del sito e le sue pagine web possono essere imprecise e inesatte, in tutto o in parte. Questa traduzione è fornita per comodità.

L'addestramento di esercizio può rallentare la crescita del cancro al seno aumentando la risposta immunitaria antitumorale

L'addestramento di esercizio può rallentare la crescita del tumore e migliorare i risultati per le femmine con cancro al seno - particolarmente quelle curate con le droghe di immunoterapia - stimolando i meccanismi immuni naturali, i ricercatori al policlinico di Massachusetts (MGH) e la facoltà di medicina di Harvard (HMS) hanno trovato.

I tumori nei modelli del mouse di cancro al seno umano si sono sviluppati più lentamente in mouse fatti passare con i loro passi in un programma strutturato di esercizio aerobico che in mouse sedentari ed i tumori in mouse esercitati hanno esibito una risposta immunitaria antitumorale aumentata.

L'individuazione più emozionante era che addestramento di esercizio introdotto nelle celle immuni dei tumori capaci delle cellule tumorali di uccisione conosciute come i linfociti T citotossici (celle di T di CD8+) ed attivate loro. Con più di queste celle, i tumori si sono sviluppati più lentamente in mouse che hanno eseguito l'addestramento di esercizio.„

DAI Fukumura, MD, PhD, autore co-corrispondente, vice direttore di Edwin L. Steele Laboratories nel dipartimento di oncologia di radiazione a MGH

Poichè Fukumura ed i colleghi riferiscono nella ricerca nell'immunologia del Cancro del giornale, gli effetti benefici di addestramento di esercizio dipendono dalle celle di T di CD8+; quando i ricercatori hanno vuotato queste celle in mouse, i tumori in mouse che si sono esercitati più non si sono sviluppati ad una tariffa più lenta.

Egualmente hanno trovato la prova che l'assunzione delle celle di T di CD8+ ai tumori dipendeva da due reclutatori chimici (chemokines) CXCL9 e CXCL11 contrassegnati. I livelli di questi chemokines sono stati aumentati in mouse che si sono esercitati ed i mouse che geneticamente sono stati costruiti per mancare del ricevitore (sito di aggancio) per questi chemokines non hanno reclutato le celle di T di CD8+ e non hanno avuti un vantaggio antitumorale.

“Esseri umani di cui i tumori hanno livelli elevati delle celle di T di CD8+ per tendere ad avere una migliore prognosi, rispondere meglio al trattamento e per diminuire il rischio di ricorrenza del cancro rispetto ai pazienti di cui i tumori hanno livelli più bassi delle celle immuni, effetti che sono stati echeggiati da un'incidenza diminuita della metastasi, o diffusione, dei cancri in mouse che si sono esercitati,„ dice l'autore Rakesh co-corrispondente K. Jain, PhD, Direttore dei laboratori di Steele a MGH e professore del cuoco di Andrew Werk dell'oncologia di radiazione al HMS.

Le celle di T di CD8+ sono egualmente essenziali per il successo delle droghe conosciute come gli inibitori immuni del controllo, quale Keytruda (pembrolizumab), Opdivo (nivolumab) e Yervoy (ipilimumab), che hanno rivoluzionato la terapia per molti tipi di cancri, ma devono datare hanno avute soltanto successo limitato nel cancro al seno. I ricercatori hanno trovato che i mouse esercizio-preparati video una risposta molto migliore al blocco immune del controllo, mentre le droghe non hanno funzionato affatto in mouse sedentari.

“Abbiamo indicato che le sessioni quotidiane di un'intensità moderato--vigorosa, addestramento continuo di esercizio aerobico, durante 30-45 minuti per sessione, induce riprogrammare profondo del microenvironment del tumore che riavvolge l'immunità del tumore, reclutante ed attivante le celle di T di CD8+ ad un livello senza precedenti con un approccio non farmacologico. Il simile addestramento di esercizio potrebbe essere prescritto ad un paziente si è riferito ad un programma dell'oncologia di esercizio,„ dice Igor L. Gomes-Santos, PhD, fisiologo di esercizio e dell'autore principale e collega post-dottorato nei laboratori di Steele.

Nota il quel linee guida cliniche correnti mette a fuoco sul benessere generale, sui livelli migliori di forma fisica e sulla qualità di vita, ma non necessariamente su trattamento del cancro migliore, particolarmente immunoterapia e che questa mancanza di prova limita la sua applicazione nella pratica clinica.

A dati più in modo convincente e più basati a meccanismo sono necessari motivare gli oncologi per discutere l'addestramento di esercizio con i loro pazienti, di motivare i pazienti per trasformarsi in in più attivo e per ampliare l'attuazione dei programmi dell'oncologia di esercizio del paziente esterno, i ricercatori dicono.

Source:
Journal reference:

Gomes-Santos, I.L., et al. (2021) Exercise training improves tumor control by increasing CD8+ T-cell infiltration via CXCR3 signaling and sensitizes breast cancer to immune checkpoint blockade. Cancer Immunology Research. doi.org/10.1158/2326-6066.CIR-20-0499.