Attenzione: questa pagina è una traduzione automatica di questa pagina originariamente in lingua inglese. Si prega di notare in quanto le traduzioni sono generate da macchine, non tutte le traduzioni saranno perfetti. Questo sito web e le sue pagine web sono destinati ad essere letto in inglese. Ogni traduzione del sito e le sue pagine web possono essere imprecise e inesatte, in tutto o in parte. Questa traduzione è fornita per comodità.

Prova nell'ambiente dall'Israele su VOCs e su protezione del vaccino SARS-CoV-2

Un nuovo studio dai ricercatori israeliani ha verificato l'ipotesi che determinate varianti SARS-CoV-2 di preoccupazione possono sormontare la protezione hanno conferito dal vaccino di Pfizer-BioNTech (BNT162b2) mRNA ed ha trovato la prova delle tariffe aumentate dell'innovazione in persone vaccinate. La pubblicazione è attualmente disponibile sul " server " della pubblicazione preliminare del medRxiv*.

La pandemia nociva di malattia 2019 di coronavirus (COVID-19), causata dal coronavirus 2 (SARS-CoV-2) di sindrome respiratorio acuto severo, si è sparsa universalmente per più un anno. Di conseguenza, la vaccinazione di massa che è corrente in corso su scala globale è la nostra prima luce di speranza che presto attenueremo questa minaccia.

Il vaccino di Pfizer-BioNTech (BNT162b2) mRNA ha dimostrato i livelli elevati relativamente della protezione; tuttavia, c'è una preoccupazione che parecchie varianti SARS-CoV-2 delle preoccupazioni possono sormontare le difese immuni vaccino-generate.

Inoltre, le ricerche di laboratorio hanno trovato una riduzione dei beni di neutralizzazione contro il Regno Unito (B.1.1.7) e le varianti sudafricane (B.1.351). Tuttavia, la pertinenza di queste circostanze di analisi in realtà è ancora poco chiara.

D'altra parte, le risposte a cellula T non catturate dagli studi di neutralizzazione sono state indicate per essere relativamente stabili dopo la vaccinazione contro queste varianti. Quindi, rimane sconosciuta se le varianti di preoccupazione possono causare le innovazioni vaccino negli scenari nell'ambiente, in cui il vaccino provoca l'anticorpo robusto e le risposte della cellula T.

Ecco perché un gruppo di ricerca dall'Israele, piombo dal Dott. Talia Kustin dall'università di Tel Aviv, condotta uno studio di caso-control che ha valutato se persone che hanno ricevuto il vaccino di Pfizer-BioNTech mRNA ed hanno avute un'infezione documentata SARS-CoV-2 era più probabile essere infettato con le varianti BRITANNICHE e sudafricane in confronto alle persone unvaccinated.

Una combinazione di approccio di caso-control e nell'ambiente

In questo studio, i ricercatori hanno identificato le persone sintomatiche o asintomatiche con l'infezione documentata SARS-CoV-2 fra i membri dei servizi sanitari di Clalit, cioè, la più grande organizzazione di sanità nell'Israele. Ogni vaccinee del `' è stato abbinato con un controllo unvaccinated con i simili tratti demografici per diminuire associato diagonale con l'esposizione differenziale.

Ciò è stata seguita dalla raccolta del RNA dai campioni di reazione a catena (PCR) della polimerasi ed ha eseguito il sequenziamento del genoma virale completo. Successivamente, l'insieme accoppiato dei portafili vaccinati e non vaccinati è stato analizzato facendo uso di una tecnica rigorosa di assegnazione di stirpe per ogni sequenza virale.

La potenza di un tal approccio emana dalla miscela della valutazione nell'ambiente e della strategia di corrispondenza di caso-control rigoroso, che ha conceduto eliminare un effetto di confusione come causa per una proporzione elevata di tutta la variante data.

Frequenze variabili dei campioni del positivo SARS-CoV-2. (A) Le frequenze variabili sono indicate attraverso il periodo dello studio, compreso il numero dei campioni raccolti in tutto lo studio. Tutti i valori sono stati calcolati facendo la media sopra una finestra di scivolamento dei sette giorni. (B) ripartizione delle frequenze variabili basate sui quattro gruppi di questa studio: i diagrammi a torta video la proporzione di ogni variante (B.1.1.7, B.1.351, PESO) per le casse vaccinate accoppiate contro i comandi non vaccinati separati dall
Frequenze variabili dei campioni del positivo SARS-CoV-2. (A) Le frequenze variabili sono indicate attraverso il periodo dello studio, compreso il numero dei campioni raccolti in tutto lo studio. Tutti i valori sono stati calcolati facendo la media sopra una finestra di scivolamento dei sette giorni. (B) ripartizione delle frequenze variabili basate sui quattro gruppi di questa studio: i diagrammi a torta video la proporzione di ogni variante (B.1.1.7, B.1.351, PESO) per le casse vaccinate accoppiate contro i comandi non vaccinati separati dall'efficacia (efficacia completa ed efficacia parziale, come definita nel testo principale), con i casi a sinistra ed il loro controllo associato a destra.

Varianti di preoccupazione e di efficacia del vaccino

In breve, i risultati rivelano un'incidenza aumentata della variante sudafricana SARS-CoV-2 di preoccupazione nelle infezioni vaccino dell'innovazione in persone completamente vaccinate e un'incidenza aumentata della variante BRITANNICA SARS-CoV-2 di preoccupazione in quelle parzialmente vaccinate.

Più specificamente, nei vaccinees del `' infettati almeno una settimana che segue la seconda dose, c'era un grado di infezione sproporzionato più alto con la variante sudafricana. In confronto, quelli infettati fra due settimane dopo la prima dose ed una settimana dopo che la seconda dose sproporzionato è stata infettata dalla variante BRITANNICA.

Ciò suggerisce l'efficacia vaccino diminuita contro entrambe le varianti di preoccupazione in circostanze varie di dosaggio e della sincronizzazione. Tuttavia, l'incidenza della variante sudafricana nell'Israele rimane bassa fin qui e l'efficacia vaccino è ancora alta contro lo sforzo BRITANNICO in persone completamente vaccinate.

Lezioni istruite

“Da un punto di vista biologico, i casi dell'innovazione osservati in questo studio potrebbero o essere dovuto l'evasione immune di entrambi gli sforzi, o la capacità di B.1.17 di creare gli più alti caricamenti virali„, dice gli autori di studio in questo documento del medRxiv.

“Dato la bassa frequenza di B.1.351 attraverso tempo, i nostri risultati che camice suggerisce che la selezione non favorisca forte la variante B.1.351 nei termini particolari nell'Israele„, essi ulteriormente sottolineano.

Considerando la bassa frequenza della variante sudafricana, i ricercatori suggeriscono che l'efficacia vaccino congiuntamente agli interventi non farmaceutici autorizzati possa essere sufficiente per impedire la sua diffusione e che la variante BRITANNICA possa outcompete quello sudafricano - forse dovuto il suo alto velocita di trasmissione stabilito.

Comunque, questo studio sottolinea il significato delle varianti virali tenenti la carreggiata in una struttura meticolosa, ma anche l'importanza della vaccinazione che è corrente il modo più sicuro e più efficace di impedire la diffusione in corso futuro) corrente (e possibile delle varianti SARS-CoV-2 di preoccupazione.

Avviso *Important

il medRxiv pubblica i rapporti scientifici preliminari che pari-non sono esaminati e, pertanto, non dovrebbero essere considerati conclusivi, guida la pratica clinica/comportamento correlato con la salute, o trattato come informazioni stabilite.

Journal reference:
Dr. Tomislav Meštrović

Written by

Dr. Tomislav Meštrović

Dr. Tomislav Meštrović is a medical doctor (MD) with a Ph.D. in biomedical and health sciences, specialist in the field of clinical microbiology, and an Assistant Professor at Croatia's youngest university - University North. In addition to his interest in clinical, research and lecturing activities, his immense passion for medical writing and scientific communication goes back to his student days. He enjoys contributing back to the community. In his spare time, Tomislav is a movie buff and an avid traveler.

Citations

Please use one of the following formats to cite this article in your essay, paper or report:

  • APA

    Meštrović, Tomislav. (2021, April 12). Prova nell'ambiente dall'Israele su VOCs e su protezione del vaccino SARS-CoV-2. News-Medical. Retrieved on January 17, 2022 from https://www.news-medical.net/news/20210412/Real-world-evidence-from-Israel-on-VOCs-and-SARS-CoV-2-vaccine-protection.aspx.

  • MLA

    Meštrović, Tomislav. "Prova nell'ambiente dall'Israele su VOCs e su protezione del vaccino SARS-CoV-2". News-Medical. 17 January 2022. <https://www.news-medical.net/news/20210412/Real-world-evidence-from-Israel-on-VOCs-and-SARS-CoV-2-vaccine-protection.aspx>.

  • Chicago

    Meštrović, Tomislav. "Prova nell'ambiente dall'Israele su VOCs e su protezione del vaccino SARS-CoV-2". News-Medical. https://www.news-medical.net/news/20210412/Real-world-evidence-from-Israel-on-VOCs-and-SARS-CoV-2-vaccine-protection.aspx. (accessed January 17, 2022).

  • Harvard

    Meštrović, Tomislav. 2021. Prova nell'ambiente dall'Israele su VOCs e su protezione del vaccino SARS-CoV-2. News-Medical, viewed 17 January 2022, https://www.news-medical.net/news/20210412/Real-world-evidence-from-Israel-on-VOCs-and-SARS-CoV-2-vaccine-protection.aspx.