Attenzione: questa pagina è una traduzione automatica di questa pagina originariamente in lingua inglese. Si prega di notare in quanto le traduzioni sono generate da macchine, non tutte le traduzioni saranno perfetti. Questo sito web e le sue pagine web sono destinati ad essere letto in inglese. Ogni traduzione del sito e le sue pagine web possono essere imprecise e inesatte, in tutto o in parte. Questa traduzione è fornita per comodità.

La nuova ricerca potrebbe cambiare come medici curano alcuni pazienti con ipertensione

La nuova ricerca piombo da un professore a NUI Galway è fissata per cambiare come medici curano alcuni pazienti con ipertensione - una circostanza che pregiudica più di una in quattro uomini ed una in cinque donne.

Lo studio dai ricercatori a NUI Galway, Johns Hopkins University e facoltà di medicina di Harvard non ha trovato prova che pressione sanguigna diastolica - la lettura inferiore su una prova di pressione sanguigna - può essere nocivo ai pazienti una volta diminuito ai livelli che precedentemente sono stati considerati come troppo bassi.

Piombo il ricercatore Bill McEvoy, professore della cardiologia preventiva a NUI Galway e un cardiologo del consulente all'ospedale universitario Galway, ha detto che i risultati hanno il potenziale immediatamente di influenzare la cura clinica dei pazienti.

Ora abbiamo dettagliato la ricerca basata sulla genetica che fornisce a medici chiarezza tanto necessaria su come trattare i pazienti che hanno un reticolo di alti valori sistolici - la lettura superiore per la pressione sanguigna - ma i valori bassi per il diastolico, o inferiore, lettura.

Questo tipo di reticolo di pressione sanguigna è veduto spesso in adulti più anziani. I vecchi studi facendo uso dei metodi meno affidabili della ricerca hanno suggerito che il rischio per un attacco di cuore cominciasse ad aumentare quando la pressione sanguigna diastolica era inferiore a 70 o superiore a 90. Di conseguenza, è stato presunto che c'fosse un dolce-punto per la lettura diastolica.„

Bill McEvoy, il professor di cardiologia preventiva a NUI Galway

L'ipertensione è una causa importante della morte prematura universalmente, con più di 1 miliardo genti che hanno la circostanza. È collegata con il cervello, il rene ed altre malattie, ma è la più nota come fattore di rischio per attacco di cuore. Più recentemente, l'ipertensione è emerso come una delle circostanze di fondo principali che aumentano il rischio di risultati difficili per la gente che è infettata con Covid-19.

Il professor McEvoy ed il gruppo di ricerca internazionale ha analizzato i dati di sopravvivenza e genetici da più di 47.000 pazienti universalmente. Lo studio, pubblicato nella circolazione medica prestigiosa del giornale, ha mostrato:

  • Non sembra essere limite più basso del normale per pressione sanguigna diastolica e di nessuna prova in questa analisi genetica che la pressione sanguigna diastolica possa essere troppo bassa.
  • Non c'era prova genetica del rischio aumentato di malattia di cuore quando il valore di pressione sanguigna diastolico di un paziente è basso quanto 50.
  • Gli autori egualmente hanno confermato che i valori della cima, sistolici, valore di pressione sanguigna superiore a 120 hanno aumentato il rischio di malattia di cuore e di colpo.

I farmaci di pressione sanguigna diminuiscono sia i valori sistolici che diastolici.

Il professor McEvoy ha aggiunto: “Poiché medici mettono a fuoco spesso sulla conservazione del valore di pressione sanguigna inferiore nell'intervallo 70-90, possono undertreating alcuni adulti con pressione sanguigna sistolica con insistenza alta.

“I risultati di questo studio liberano medici per trattare il valore sistolico quando è elevata e per non preoccuparsi per la pressione sanguigna diastolica che cade troppo in basso.

“Il mio consiglio ora ai GPs è di curare i loro pazienti con ipertensione ad un livello sistolico tra compreso di 100-130mmHg, nel possibile e senza effetti secondari e non alla preoccupazione circa il valore diastolico di pressione sanguigna.„ Il Dott. Joe Gallagher, istituto universitario irlandese del cavo dei medici generici, programma nazionale del cuore, ha detto: “Questi dati contribuiscono ad eliminare l'incertezza circa come curare la gente che ha una pressione sanguigna sistolica elevata ma pressione sanguigna diastolica bassa. Ciò è un problema clinico comune che causa molto dibattito. Contribuirà ad urtare la pratica clinica internazionalmente e mostra l'importanza dei ricercatori irlandesi nella ricerca clinica.„

Il gruppo di ricerca ha usato le nuove tecnologie per considerare le informazioni genetiche che sono imparziali, che non era il caso con gli studi d'osservazione priori. Hanno valutato i dati da 47.407 pazienti in cinque gruppi con un'età media di 60.

Source:
Journal reference:

Arvanitis, M., et al. (2021) Linear and Nonlinear Mendelian Randomization Analyses of the Association Between Diastolic Blood Pressure and Cardiovascular Events. Circulation. doi.org/10.1161/CIRCULATIONAHA.120.049819.