Attenzione: questa pagina è una traduzione automatica di questa pagina originariamente in lingua inglese. Si prega di notare in quanto le traduzioni sono generate da macchine, non tutte le traduzioni saranno perfetti. Questo sito web e le sue pagine web sono destinati ad essere letto in inglese. Ogni traduzione del sito e le sue pagine web possono essere imprecise e inesatte, in tutto o in parte. Questa traduzione è fornita per comodità.

Repurposing un'esistenza, droga economica nella terapia iniettabile a lunga azione per trattare Covid-19

I ricercatori dall'università di Liverpool hanno indicato il potenziale di repurposing una droga attuale ed economica in una terapia iniettabile a lunga azione che potrebbe essere usata per trattare Covid-19.

Repurposing un
Credito di immagine: Università di Liverpool

In un documento pubblicato nel giornale Nanoscale, i ricercatori dal centro universitario di eccellenza per terapeutica a lunga azione (CELTA) dimostrano la formulazione del niclosamide, un composto altamente insolubile di nanoparticella della droga, come candidato antivirale iniettabile a lunga azione evolutivo.

Il gruppo ha cominciato repurposing e riformulare i composti identificati della droga con il potenziale per i candidati di terapia COVID-19 nelle settimane del primo lockdown. Niclosamide è appena uno della droga compone identificato ed è stato indicato per essere altamente efficace contro SARS-CoV-2 in una serie di ricerche di laboratorio.

Facendo uso della loro competenza nei campi di chimica dei materiali, la consegna a lunga azione della droga e la farmacologia, scienziati della CELTA hanno usato il nanoprecipitation per formare le formulazioni solide redispersible di nanoparticella della droga del niclosamide che possono essere memorizzate come solidi, essere ricostituite con acqua ed essere utilizzate come injectables sostituti lunghi. La loro ricerca ha dimostrato le concentrazioni di circolazione continue nella droga può essere mantenuta per la durata dell'infezione iniziale dopo una singola iniezione.

La CELTA co-è diretta dal professor Andrew Owen del farmacologo e dal professor Steve Rannard del chimico dei materiali all'università di Liverpool.

I composti della droga di Repurposing è molto più di facendo uso delle medicine attuali per una nuova malattia. Il composto attivo attuale della droga deve essere indicato per essere attivo ad un livello significativo, quindi essere riformulato per indirizzare le nuove sfide. La via di somministrazione convenzionale non può anche essere pertinente e modificare il modo che il paziente riceve il composto della droga è altamente critica ad efficacia. Niclosamide è un candidato ideale da portare in avanti come un terapeutico iniettabile sostituto lungo potenziale per trattare Covid-19.

Ciò è ancora nello sviluppo della fase iniziale ma il gruppo della CELTA corrente sta lavorando con un'organizzazione di produzione a contratto per catturare questo di andata verso sottopone a operazioni di disgaggio su e lavorazione clinica. Questo lavoro sta progredendo bene e se riuscite, le prove umane sarebbero seguenti. Prevediamo un Prova-e-Ossequio futuro' scenario del ` in cui la gente infettata è curata sul punto della diagnosi con il corso completo della terapia in un'iniezione.„

Steve Rannard, il professor del chimico dei materiali, università di Liverpool

Repurposing delle medicine per SARS-CoV-2 ha reso i risultati misti, con alcuni chiari successi per le droghe immunomodulatory quale il dexamethasone ed il lavoro in corso alle droghe del repurpose come favipiravir e molnupiravir che sono state progettate per altri virus.

L'ultima utilità del nostro iniettabile a lunga azione può essere determinata soltanto nei test clinici ripartiti con scelta casuale controllati adeguatamente alimentati e buoni ma a differenza di altre droghe che sono state esplorate per le concentrazioni di obiettivo repurposing di niclosamide può essere realizzabile in esseri umani. La formulazione ha indicato la grande promessa negli studi preclinici in un momento in cui è sempre più evidente che le droghe sono richieste urgentemente di complimentare i vaccini.

Una pandemia globale richiede una soluzione globale ed è critico che gli interventi sono disponibili ad ognuno e non privilegiato ai pochi. Di conseguenza, corrente stiamo lavorando per eliminare gli ostacoli a disponibilità in paesi bassi e con reddito medio assicurare l'accesso equo se il successo clinico infine è dimostrato.„

Andrew Owen, il professor del farmacologo, università di Liverpool

Le configurazioni di questa pubblicazione sui rapporti precedenti hanno rilasciato dal gruppo nell'aprile 2020 ed hanno pubblicato in farmacologia e terapeutica cliniche. Il gruppo della CELTA ha sostenuto forte in ulteriori pubblicazioni nel giornale britannico di farmacologia clinica, quel repurposing delle droghe richiede le nuove strategie che comprendono la nuova formulazione e l'ottimizzazione specifica della dose che risponde ai bisogni del trattamento SARS-CoV-2.

La CELTA è messa a fuoco sulle medicine attuali repurposing nelle formulazioni ad emissione lenta dove l'efficacia della droga può essere sostenuta durante parecchi mesi. Questa tecnologia a lunga azione del `' già è stata applicata con successo nei campi della contraccezione e della schizofrenia. Egualmente ha il potenziale di sostenere gli sforzi globali per affrontare - e perfino eliminare - le malattie importanti che pregiudicano i paesi bassi e con reddito medio, compreso il HIV/AIDS.

Lo sviluppo a lunga azione di terapia dal gruppo è stato iniziato e di supporto dai fondi dal EPSRC e la progressione per portare su scala industriale e lavorazione ha ricevuto il supporto da Unitaid. Il gruppo attivamente sta cercando i partner per i punti seguenti di sviluppo di prodotto e della traduzione.

Stabilito come componente di un consorzio internazionale della ricerca £30.5 milione ($40m), soprattutto costituito un fondo per da Unitaid, la CELTA è la prima del suo genere nel mondo.

Source:
Journal reference:

Hobson, J.J., et al. (2021) Scalable nanoprecipitation of niclosamide and in vivo demonstration of long-acting delivery after intramuscular injection. Nanoscale. doi.org/10.1039/D1NR00309G.