Attenzione: questa pagina è una traduzione automatica di questa pagina originariamente in lingua inglese. Si prega di notare in quanto le traduzioni sono generate da macchine, non tutte le traduzioni saranno perfetti. Questo sito web e le sue pagine web sono destinati ad essere letto in inglese. Ogni traduzione del sito e le sue pagine web possono essere imprecise e inesatte, in tutto o in parte. Questa traduzione è fornita per comodità.

Comprensioni aggiornate per la vaccinazione sicura COVID-19 in pazienti con le reazioni allergiche riferite

Alla fine del 2020, gli esperti piombo dai allergists al policlinico di Massachusetts (MGH) hanno esaminato tutti attinenti all'informazione alle reazioni allergiche possibili alle vaccinazioni COVID-19. Ora il gruppo ha pubblicato le comprensioni aggiornate basate sulla loro esperienza che sorveglia più di 65.000 impiegati che sono stato completamente vaccinati da allora. Gli ultimi risultati del gruppo sono pubblicati nel giornale dell'allergia e dell'immunologia clinica: In pratica.

Il nostro obiettivo principale è di permettere ad altrettante persone come possibile ricevere sicuro un vaccino COVID-19 ed evitare la perplessità vaccino inutile dovuto una mancanza di conoscenza intorno alle reazioni allergiche ai vaccini.„

Aleena Banerji, MD, autore principale, Direttore clinico dell'allergia e dell'unità clinica di immunologia a MGH

Oltre ad orientamento aggiornato sui vaccini di Moderna e di Pfizer-BioNTech COVID-19, questo orientamento egualmente include il vaccino di Janssen COVID-19, che ancora non era stato autorizzato in caso d'urgenza alla fine del 2020.

Con i dati e l'autorizzazione clinici supplementari del terzo vaccino COVID-19 negli Stati Uniti, i ricercatori propongono gli approcci modificati alla valutazione dei pazienti con una cronologia delle allergie. Ciò include chiaramente e domande iniziali semplici per identificare le persone che sono ammissibili per tutti i vaccini COVID-19 senza avere bisogno di una valutazione del allergist.

“Con più tempo ed esperienza, abbiamo potuti limitare significativamente il gruppo di pazienti con le allergie priori che richiedono una valutazione del allergist prima della vaccinazione COVID-19,„ diciamo l'autore Kimberly senior G. Blumenthal, MD, MSc, co-direttore del programma clinico dell'epidemiologia all'interno della divisione di MGH della reumatologia, allergia e l'immunologia. “Ora consigliamo che soltanto le persone rare che hanno avute una reazione allergica severa recente al polietilene glicole, un ingrediente nei vaccini, vedono un allergist o un immunologo per la valutazione, che può includere la prova dell'interfaccia.„ Le persone con le allergie severe agli alimenti, alle droghe orali, al lattice, agli aculei o al veleno possono ricevere sicuro i vaccini COVID-19.

Il gruppo ha notato che le reazioni allergiche severe ai vaccini rimangono eccessivamente rare. Le cliniche vaccino dovrebbero continuare ad osservare le persone più ad alto rischio per 30 minuti dopo la vaccinazione e dovrebbero avere personale formato nel riconoscimento e nella gestione delle reazioni allergiche che possono accadere.

Source:
Journal reference:

Banerji, A., et al. (2021) COVID-19 Vaccination in Patients with Reported Allergic Reactions: Updated Evidence and Suggested Approach. Journal of Allergy and Clinical Immunology: In Practice. doi.org/10.1016/j.jaip.2021.03.053.