Attenzione: questa pagina è una traduzione automatica di questa pagina originariamente in lingua inglese. Si prega di notare in quanto le traduzioni sono generate da macchine, non tutte le traduzioni saranno perfetti. Questo sito web e le sue pagine web sono destinati ad essere letto in inglese. Ogni traduzione del sito e le sue pagine web possono essere imprecise e inesatte, in tutto o in parte. Questa traduzione è fornita per comodità.

Le manifestazioni di studio si collegano fra sonno di disturbo ed il rischio aumentato di morte cardiovascolare in donne

Per la prima volta, uno studio ha indicato un chiaro collegamento fra la frequenza e la durata di veglia incosciente durante il sonno di notte e un rischio aumentato di morte dalle malattie del cuore e dei vasi sanguigni e la morte da tutta la causa, specialmente in donne.

Lo studio di 8001 uomini e donna, che è pubblicato oggi (martedì) nel giornale europeo del cuore, trovato che donne che la veglia incosciente con esperienza il più spesso e per i periodi più lunghi ha avuta il rischio quasi doppio di morte dalla malattia cardiovascolare durante la media tra compreso seguito di 6 e 11 anno, una volta confrontato al rischio in popolazione femminile generale.

L'associazione era meno chiara negli uomini ed il loro rischio di morte cardiovascolare è aumentato tramite appena sopra un quarto confrontato alla popolazione maschio generale.

La veglia incosciente, anche conosciuta come il risveglio corticale, è una parte normale di sonno. Accade spontaneamente e fa parte della capacità dell'organismo di rispondere potenzialmente alle situazioni pericolose, come disturbo o essere respirante ostruita. Faccia soffrire, movimenti dell'arto, il trauma, la temperatura e l'indicatore luminoso può anche essere grilletti.

Un grilletto comune per i risvegli notturni è apnea ostruttiva di sonno quando respirare gli arresti ed il sistema del risveglio assicura l'attivazione del nostro organismo per cambiare la nostra posizione di sonno e per riaprire le vie respiratorie superiori. Un'altra causa dei risvegli può essere “inquinamento acustico„ durante la notte vicino, per esempio, disturbo di aerei di notte. Secondo la resistenza del risveglio, una persona potrebbe diventare coscientemente cosciente dell'ambiente, ma quello non è spesso il caso. Tipicamente, la gente riterrà esaurita e stanca di mattina a causa della loro frammentazione di sonno ma non sarà informata di diversi risvegli.„

Dominik Linz, professore associato, instituto di cardiologia, centro medico di Maastricht (Paesi Bassi)

La ricerca precedente ha indicato che la durata di sonno, troppo breve o troppo lunga, è associata con i rischi aumentati di morte da cardiovascolare o da altro cause. Tuttavia, finora, era sconosciuta se c'era egualmente un collegamento con il carico del risveglio (una combinazione del numero dei risvegli e della loro durata) durante il sonno di una notte ed il rischio di morte.

In una collaborazione fra un gruppo piombo dal professore associato Mathias Baumert dal banco di assistenza tecnica elettrica ed elettronica all'università di Adelaide (Australia) e di prof. Linz, i ricercatori hanno esaminato i dati dai videi di sonno indossati durante la notte dagli uomini e dalle donne che partecipano ad uno di tre studi: 2782 uomini nelle fratture Osteoporotic negli uomini dormono studio (MrOS), 424 donne nello studio delle fratture Osteoporotic (SOF) e 2221 uomo e 2574 donne nella salubrità del cuore di sonno studiano (SHHS).

Le età medie negli studi erano di 77, 83 o 64 anni, rispettivamente. I partecipanti sono stati continuati durante parecchi anni, che hanno variato da una media di sei anni (SOF) a 11 anno (MrOS).

Dopo avere registrato per ottenere i fattori che potrebbero pregiudicare i risultati quali la durata totale di sonno, l'età, l'anamnesi, l'indice di massa corporea (BMI) e le abitudine di fumare, i ricercatori hanno trovato che le donne hanno avute un carico del risveglio che era più basso degli uomini.

Tuttavia, coloro che ha avuto un carico del risveglio che ha rappresentato più di 6,5% del sonno della loro notte hanno avuti un maggior rischio di morte dalla malattia cardiovascolare che donne con un carico più basso del risveglio: il doppio rischio in SOF e 1,6 volte il rischio in SHHS. Il loro rischio di morte da tutte le cause egualmente è stato aumentato di 1,6 volte in SOF e di 1,2 volte in SHHS.

Catturando le donne da entrambi gli studi insieme, quelli con un carico del risveglio di più di 6,5% hanno avuti un rischio 12,8% di morte dalla malattia cardiovascolare, quasi doppio quello delle donne di simile età nella popolazione in genere che ha avuta un rischio di 6,7%.

Il rischio di morte da tutta la causa era 21% fra le donne nella popolazione in genere, di cui è aumentato a 31,5% fra le donne nei due studi con un carico del risveglio più di 6,5%

Gli uomini con un carico del risveglio che rappresenta più di 8,5% del sonno della loro notte hanno avuti rischio maggior 1,3 volte di morte dalla malattia cardiovascolare (MrOS) o c'è ne causano (SHHS), rispetto agli uomini ai carichi più bassi del risveglio, ma i risultati per il rischio aumentato di morte da alcuna causa in MrOS o dalla malattia cardiovascolare in SHHS non erano statisticamente significativi.

Quando i ricercatori hanno esaminato tutti gli uomini in entrambi gli studi, quelli con un carico del risveglio di più di 8,5% hanno avuti un rischio di 13,4% e di 33,7% della morte dalla malattia cardiovascolare o di tutta la causa, rispettivamente, confrontata al rischio nella popolazione in genere degli uomini di simili età di 9,6% e di 28%, rispettivamente.

Prof. Linz ha detto: “È poco chiara perché c'è una differenza fra gli uomini e le donne nelle associazioni, ma ci sono alcune spiegazioni potenziali. I grilletti che causano un risveglio o la risposta dell'organismo al risveglio possono differire in donne confrontate agli uomini.

Ciò può spiegare l'elevato rischio relativamente della morte cardiovascolare in donne. Le donne e gli uomini possono avere meccanismi compensativi differenti per fare fronte agli effetti nocivi del risveglio. Le donne possono avere un'più alta soglia del risveglio ed in modo da questa può provocare un più alto carico di grilletto in donne confrontate agli uomini.„

Ha detto che la vecchiaia, BMI e la severità della apnea di sonno aumentano i carichi del risveglio. “Mentre l'età non può essere cambiata, la apnea di sonno e di BMI può essere modificata e può rappresentare un obiettivo interessante per diminuire i carichi del risveglio. Se questo tradurrà in rischi più bassi di morte dalle cedole della malattia cardiovascolare più ulteriormente studi.

Per me come medico, un alto carico del risveglio contribuisce ad identificare i pazienti che possono essere all'elevato rischio della malattia cardiovascolare. Dobbiamo consigliare i nostri pazienti di catturare la cura del loro sonno e di praticare il buon sonno “l'igiene„. Le misure per minimizzare l'inquinamento acustico durante la notte, perdere la apnea di sonno dell'ossequio e del peso hanno potuto anche contribuire a diminuire il carico del risveglio.„

Prof. Baumert ha detto: “per comprendere la valutazione dei carichi del risveglio nelle strategie sistematiche per la diminuzione del rischio di malattia cardiovascolare, dobbiamo facilmente tecniche evolutive, ampiamente accessibili ed accessibili stimare la durata e la frammentazione di sonno ed individuare i risvegli. Le unità portabili per la misurazione l'attività e dei cambiamenti nei reticoli respiranti possono fornire le informazioni importanti.„

Le limitazioni dello studio includono che è stato condotto in più vecchio, pricipalmente gente bianca ed in modo dai sui risultati non possono essere estrapolati ad altri corse o giovani e donne. I ricercatori non hanno considerato l'effetto possibile dei farmaci; il video del sonno dei partecipanti è stato condotto su una singola notte ed in modo da non tiene conto delle variazioni di notte--notte. Per concludere, può mostrare soltanto che c'è un'associazione fra il maggior carico del risveglio di sonno ed il rischio aumentato di morte, i risvegli di non quel sonno causano il rischio aumentato.

In un editoriale accompagnante, il professor Borja Ibáñez, direttore di ricerca clinico al Centro Nacional de Investigaciones Cardiovasculares Carlos III, Madrid (Spagna) ed i colleghi, che non sono stati non coinvolgere nella ricerca, scrivono che una resistenza dello studio è che il carico del risveglio è stato misurato obiettivamente con i videi di sonno, piuttosto che auto-essendo riferendo dai partecipanti.

Precisano che la rottura del ritmo circadiano naturale dell'organismo è conosciuta per partecipare allo sviluppo di capitalizzazione grassa spesso inosservata in arterie e questo potrebbe essere un meccanismo possibile per l'aumento nel rischio di problemi cardiovascolari.

Continuano: “Anche se molte lacune di conoscenza sulla relazione fra sonno e CVD [malattia cardiovascolare] restano studiare nei prossimi anni, questo studio fornisce la prova solida che supporta l'importanza di qualità di sonno per una migliore salubrità del cv.

Ulteriore prova che combinano la valutazione completa di sonno con la campionatura biologica e seguiti a lungo termine saranno desiderabili. Che cosa resta determinare è se un intervento che punta migliorando la qualità di sonno può diminuire l'incidenza degli eventi e della mortalità del cv. Mentre attendiamo queste prove, vi auguriamo i sogni dolci.„