Attenzione: questa pagina è una traduzione automatica di questa pagina originariamente in lingua inglese. Si prega di notare in quanto le traduzioni sono generate da macchine, non tutte le traduzioni saranno perfetti. Questo sito web e le sue pagine web sono destinati ad essere letto in inglese. Ogni traduzione del sito e le sue pagine web possono essere imprecise e inesatte, in tutto o in parte. Questa traduzione è fornita per comodità.

I locali di riposo pubblici hanno potuto servire da focolai per la trasmissione COVID-19

Arrossire una sciacquone può generare un gran quantità di aerosol microbo-contenenti secondo la progettazione, pressione di acqua o potenza arrossirsi della sciacquone. Vari agenti patogeni sono trovati solitamente in acqua stagnante come pure in urina, feci e vomito. Una volta dispersi ampiamente con nebulizzazione, questi agenti patogeni possono causare Ebola, il norovirus che provoca l'intossicazione alimentare violenta come pure COVID-19 causato da SARS-CoV-2.

Le goccioline respiratorie sono la sorgente più prominente della trasmissione per COVID-19, tuttavia, gli itinerari alternativi possono esistere dato la scoperta di un piccolo numero di virus possibili in urina e nei campioni di feci. I locali di riposo pubblici sono particolarmente fonte di preoccupazioni per la trasmissione del COVID-19 perché sono limitati relativamente, traffico di piede pesante di esperienza e non possono avere ventilazione adeguata.

Un gruppo degli scienziati dall'informatica della facoltà di ingegneria e dell'università atlantica di Florida ancora una volta ha messo la fisica dei liquidi alla prova per studiare le goccioline generate dall'arrossire una sciacquone e un orinale in un locale di riposo pubblico nelle circostanze normali di ventilazione. Per misurare le goccioline, hanno usato un contatore della particella collocato alle varie altezze della sciacquone e dell'orinale per catturare la dimensione ed il numero delle goccioline generate arrossendosi.

I risultati dello studio, pubblicati nella fisica del giornale dei liquidi, dimostrano come i locali di riposo pubblici potrebbero servire da focolai per la trasmissione dispersa nell'aria di malattia, particolarmente se non hanno ventilazione adeguata o se le toilette non hanno un coperchio o un coperchio. La maggior parte dei locali di riposo pubblici negli Stati Uniti non sono forniti spesso di coperchi del sedile di toilette e gli orinali non sono coperti.

Per lo studio, i ricercatori hanno ottenuto i dati da tre scenari differenti: arrossirsi della sciacquone; sciacquone coperta che si arrossisce e arrossirsi dell'orinale. Hanno esaminato i dati per determinare l'aumento nella concentrazione nell'aerosol, il comportamento delle goccioline delle dimensioni differenti, come il livello le goccioline è aumentato e l'impatto di riguardare la sciacquone. I livelli ambientali dell'aerosol sono stati misurati prima e dopo eseguire gli esperimenti.

Dopo che circa tre ore delle prove che comprendono più di 100 getti d'acqua, abbiamo trovato un aumento sostanziale nei livelli misurati dell'aerosol nell'ambiente ambientale con il numero totale delle goccioline generate in ogni prova arrossenteci che varia fino ai decine di migliaia. Sia la sciacquone che l'orinale hanno generato un gran quantità di goccioline più piccoli di 3 micrometri nella dimensione, comportante un rischio significativo della trasmissione se contengono i microrganismi contagiosi. dovuto il loro di piccola dimensione, queste goccioline possono rimanere sospese a lungo.„

Siddhartha Verma, Ph.D, co-author e assistente universitario di studio, dipartimento dell'oceano ed ingegneria meccanica, Florida Atlantic University

Le goccioline sono state individuate alle altezze di fino a 5 piedi per 20 secondi o più lungo dopo l'inizio del getto d'acqua. I ricercatori hanno individuato un più piccolo numero delle goccioline nell'aria quando la sciacquone a livello di un coperchio chiuso, sebbene non da molto, suggerendo che goccioline aerosolizzate sfuggite a con le piccole lacune fra il coperchio ed il sedile.

“La capitalizzazione significativa delle goccioline aerosolizzate getto d'acqua-generate suggerisce col passare del tempo che il sistema di ventilazione non sia stato efficace nell'eliminazione loro dallo spazio chiuso anche se non c'era mancanza percettibile di flusso d'aria all'interno del locale di riposo,„ abbia detto Masoud Jahandar Lashaki, Ph.D., co-author e un assistente universitario nel dipartimento di FAU di assistenza tecnica civile, ambientale e di Geomatics. “Nel lungo termine, questi aerosol hanno potuto aumentare su con i updrafts creati dal sistema di ventilazione o dalla gente che si muove intorno nel locale di riposo.„

C'era un aumento di 69,5 per cento nei livelli misurati per le particelle ha graduato 0,3 - 0,5 micrometri, un aumento di 209 per cento per le particelle ha graduato 0,5 - 1 micrometro e un aumento di 50 per cento per le particelle ha graduato 1 - 3 micrometri. Oltre ai più piccoli aerosol, gli aerosol comparativamente più grandi egualmente comportano un rischio nelle aree male arieggiate anche se avvertono la più forte sistemazione gravitazionale.

Spesso subiscono l'evaporazione rapida nell'ambiente ambientale e le diminuzioni risultanti nella dimensione e si ammassano, o la formazione finale di nuclei della gocciolina, può permettere che i microbi rimangano sospesi per parecchie ore.

“Lo studio suggerisce che l'incorporazione di ventilazione adeguata nella progettazione e l'operazione degli spazi pubblici abbia contribuito ad impedire la capitalizzazione dell'aerosol nelle alte aree di occupazione quali i locali di riposo pubblici,„ ha detto Manhar Dhanak, Ph.D., co-author, presidenza del dipartimento di FAU dell'oceano e l'ingegneria meccanica e professore e Direttore di SeaTech. “Le buone notizie sono che non può sempre essere necessario da revisionare l'intero sistema, poiché la maggior parte delle edilizie sono progettate a determinati codici. Ha potuto appena essere un aspetto di nuovo orientamento del flusso d'aria basato sulla pianta del locale di riposo.„

Durante la seconda campionatura 300, la sciacquone e l'orinale sono stati arrossiti manualmente cinque volte differenti al secondo segnare 30-, 90-, 150-, 210- e 270, con la manopola arrossentesi mantenuta per cinque secondi consecutivi. Il locale di riposo in profondità è stato pulito e 24 ore chiuse prima dell'eseguire gli esperimenti, con il sistema di ventilazione che funziona normalmente. La temperatura e l'umidità relativa all'interno del locale di riposo erano centigradi 21 grado (69,8 gradi di Fahrenheit) e 52 per cento, rispettivamente.

“Ha aerosolizzato il gioco delle goccioline un ruolo centrale nella trasmissione di varie malattie infettive compreso COVID-19 e questo l'ultima ricerca dal nostro gruppo degli scienziati fornisce la prova supplementare per supportare il rischio di trasmissione di infezione in limitato in e spazi male arieggiati,„ ha detto Stella Batalama, il Ph.D., decano della facoltà di ingegneria e dell'informatica.

Source:
Journal reference:

Schreck, J. H., et al. (2021) Aerosol generation in public restrooms. Physics of Fluids. doi.org/10.1063/5.0040310.