Attenzione: questa pagina è una traduzione automatica di questa pagina originariamente in lingua inglese. Si prega di notare in quanto le traduzioni sono generate da macchine, non tutte le traduzioni saranno perfetti. Questo sito web e le sue pagine web sono destinati ad essere letto in inglese. Ogni traduzione del sito e le sue pagine web possono essere imprecise e inesatte, in tutto o in parte. Questa traduzione è fornita per comodità.

Gli studi di Seroprevalence che riflettono SARS-CoV-2 fra i vaccinees richiedono più delle analisi della punta

I ricercatori negli Stati Uniti hanno indicato che una reattività di misurazione ospite della prova dell'anticorpo alla proteina del nucleocapsid del coronavirus 2 (SARS-CoV-2) di sindrome respiratorio acuto severo può individuare meglio l'infezione naturale fra le persone vaccinate che un'analisi quella reattività delle misure alla proteina virale della punta.

Il virus del romanzo SARS-CoV-2 è l'agente responsabile della pandemia in corso di malattia 2019 di coronavirus (COVID-19) che continua a posare una minaccia significativa contro la salute pubblica globale e l'economia mondiale.

La proteina virale della punta media la fase iniziale del trattamento di infezione legando per ospitare i recettori cellulari, mentre la proteina del nucleocapsid è compresa nell'imballaggio del genoma virale nei nuovi virions una volta SARS-CoV-2 ha acceduto ad una cella.

La proteina della punta è l'obiettivo primario degli anticorpi di neutralizzazione che seguono l'infezione o la vaccinazione naturale.

I vaccini corrente approvati che stanno srotolandi in molti paesi sono basati soltanto sulla proteina della punta. L'anticorpo analizza la prova per la reattività alla punta, quindi, generi i risultati positivi che seguono l'infezione naturale o la vaccinazione.

Ora, un gruppo dall'università di Minnesota, le scienze biologiche di Quansys nell'Utah, l'università di Chicago ed il ministero del Minnesota di sanità hanno condotto una rappresentazione di studio che nel contesto della vaccinazione, un'analisi nucleocapsid-contenente era un preannunciatore accurato dell'infezione naturale, mentre un'analisi solo punta ha eseguito male.

Ryan Demmer e colleghi dice che, alla loro conoscenza, questa è la prima indagine su questa natura.

“Nell'era SARS-CoV-2 della vaccinazione, studi di seroprevalence riflettere l'infezione naturale richiederà le analisi che non contano sulla risposta della punta-proteina da solo,„ scrive il gruppo.

Una versione della pubblicazione preliminare della pubblicazione è disponibile sul " server " del medRxiv, mentre l'articolo subisce la revisione tra pari.

Le analisi dell'anticorpo sono importanti per il video dei gradi di infezione naturali

L'identificazione dei casi di SAR-CoV-2 facendo uso delle analisi dell'anticorpo è importante per il video delle tariffe dell'infezione naturale.

Tuttavia, le prove il più corrente autorizzate dell'anticorpo non possono distinguere l'infezione naturale dalla vaccinazione; queste analisi individuano la reattività alla proteina virale della punta, che avvia le risposte dell'anticorpo nel caso sia della vaccinazione che dell'infezione.

“Di conseguenza, gli studi in corso dell'anticorpo non potranno differenziare esattamente l'infezione priore SARS-CoV-2 dalla vaccinazione contro SARS-CoV-2 in popolazioni con alta copertura della vaccinazione,„ scrive Demmer ed il gruppo.

D'altra parte, i vaccini corrente autorizzati che stanno srotolandi in molti paesi non si pensano che suscitino una risposta del nucleocapsid.

Le prove dell'anticorpo che mirano sia alle proteine del nucleocapsid che della punta potrebbero, quindi, potenzialmente identificare l'infezione priore fra le persone vaccinate.

Che cosa i ricercatori hanno fatto?

Il gruppo ha paragonato l'accuratezza di un'analisi nucleocapsid-contenente a quella di un'analisi solo punta nell'identificazione dell'infezione priore SARS-CoV-2 in un gruppo dei lavoratori di sanità (invecchiati 18 - 80 anni; età media 40 anni) nell'area metropolitana St Paul/di Minneapolis.

Due giri degli studi di seroprevalence, separati entro un mese, sono stati condotti fra novembre 2020 e gennaio 2021.

I campioni di sangue raccolti durante i giri 1 e 2 sono stati provati ad anticorpi di G (IgG) dell'immunoglobulina reattivi alla proteina della punta SARS-CoV-2 facendo uso di un ELISA qualitativo (analisi solo punta).

In un sottocampione di partecipanti (n=82) con abbastanza sangue disponibile per ulteriore prova a 2 rotondi, una seconda analisi è stata eseguita che ha misurato IgGs in rapporto alla proteina del nucleocapsid SARS-CoV-2 (checontiene analisi).

Tutti i campioni di sangue del giro 1 sono stati raccolti dai partecipanti prima che avessero ricevuto un vaccino e stato della vaccinazione fosse risoluta via il auto-rapporto a 2. rotondi.

Che cosa lo studio ha trovato?

Il seroprevalence a 1 rotondo era 9,5% e 46% dei partecipanti ha riferito la vaccinazione prima della prova del giro 2.

Fra coloro che ha riferito la vaccinazione, il tempo medio fra la vaccinazione e la prova dell'anticorpo a 2 rotondi erano dei nove giorni (intervallo: 1 - 34 giorni).

Fra le persone che recentemente non erano state infettate, il valore mediano ottenuto dall'analisi solo punta è stato elevato significativamente. Al contrario, nessuna differenza significativa è stata osservata nel valore ottenuto dall'analisi nucleocapsid-contenente.

Attraverso tutti i partecipanti, la reattività alla proteina del nucleocapsid ha predetto esattamente l'infezione recente.

Per le persone che erano state vaccinate i più di dieci giorni prima della prova del giro 2, la specificità dell'analisi nucleocapsid-contenente era 92%, mentre la specificità dell'analisi solo punta era 0%.

Fra i partecipanti con i risultati erroneamente positivi evidenti per l'analisi nucleocapsid-contenente (cioè, un risultato positivo del nucleocapsid a 2 rotondi, ma un risultato negativo della punta a 1) rotondo, il tempo mediano fra i due giri di campionamento era dei 33,5 giorni.

Demmer ed i colleghi dicono che questo solleva la possibilità che queste persone “vero sono state infettate nel frattempo.„

Che cosa gli autori hanno concluso?

“Fra le persone vaccinate, l'analisi del nucleocapsid ha avuta una specificità sostanzialmente più alta e valore predittivo positivo, confrontato all'analisi solo punta,„ dica i ricercatori.

“Questi risultati suggeriscono che nell'era della vaccinazione SARS-CoV-2, gli studi di seroprevalence che riflettono l'infezione naturale richiedano le analisi che catturano la reattività alla proteina del nucleocapsid,„ concluda il gruppo.

Avviso *Important

il medRxiv pubblica i rapporti scientifici preliminari che pari-non sono esaminati e, pertanto, non dovrebbero essere considerati conclusivi, guida la pratica clinica/comportamento correlato con la salute, o trattato come informazioni stabilite.

Journal reference:
Sally Robertson

Written by

Sally Robertson

Sally first developed an interest in medical communications when she took on the role of Journal Development Editor for BioMed Central (BMC), after having graduated with a degree in biomedical science from Greenwich University.

Citations

Please use one of the following formats to cite this article in your essay, paper or report:

  • APA

    Robertson, Sally. (2021, April 21). Gli studi di Seroprevalence che riflettono SARS-CoV-2 fra i vaccinees richiedono più delle analisi della punta. News-Medical. Retrieved on June 18, 2021 from https://www.news-medical.net/news/20210421/Seroprevalence-studies-monitoring-SARS-CoV-2-among-vaccinees-require-more-than-spike-assays.aspx.

  • MLA

    Robertson, Sally. "Gli studi di Seroprevalence che riflettono SARS-CoV-2 fra i vaccinees richiedono più delle analisi della punta". News-Medical. 18 June 2021. <https://www.news-medical.net/news/20210421/Seroprevalence-studies-monitoring-SARS-CoV-2-among-vaccinees-require-more-than-spike-assays.aspx>.

  • Chicago

    Robertson, Sally. "Gli studi di Seroprevalence che riflettono SARS-CoV-2 fra i vaccinees richiedono più delle analisi della punta". News-Medical. https://www.news-medical.net/news/20210421/Seroprevalence-studies-monitoring-SARS-CoV-2-among-vaccinees-require-more-than-spike-assays.aspx. (accessed June 18, 2021).

  • Harvard

    Robertson, Sally. 2021. Gli studi di Seroprevalence che riflettono SARS-CoV-2 fra i vaccinees richiedono più delle analisi della punta. News-Medical, viewed 18 June 2021, https://www.news-medical.net/news/20210421/Seroprevalence-studies-monitoring-SARS-CoV-2-among-vaccinees-require-more-than-spike-assays.aspx.