Attenzione: questa pagina è una traduzione automatica di questa pagina originariamente in lingua inglese. Si prega di notare in quanto le traduzioni sono generate da macchine, non tutte le traduzioni saranno perfetti. Questo sito web e le sue pagine web sono destinati ad essere letto in inglese. Ogni traduzione del sito e le sue pagine web possono essere imprecise e inesatte, in tutto o in parte. Questa traduzione è fornita per comodità.

Il nuovo esame esamina gli ultimi dati sulla genetica del kiwi per conservazione della fauna selvatica

Il kiwi è uccelli iconici che sono stati urtati severamente tramite disboscamento e predazione dai mammiferi dilaganti dall'arrivo degli esseri umani in Nuova Zelanda.

Il kiwi restante può essere diviso in 14 cluster che ora sono trattati come le unità di gestione separate di conservazione. Un esame pubblicato in ibis esamina le ultime informazioni sulla genetica del kiwi per studiare la legittimità per il mantenimento delle queste differenze.

Sebbene gli studi indichino che il kiwi differisce geneticamente fra le aree, c'è poco comprensione delle dimensioni degli adattamenti locali e crescere cambia sulle popolazioni. Il lavoro evidenzia l'esigenza di una comprensione più dettagliata della genetica delle specie differenti per conservazione della fauna selvatica.

Facendo uso del kiwi come esempio, speriamo di trasportare che i risultati da alcuni studi genetici non possano essere tradotti facilmente in polizza di gestione genetica. Al contrario, gli studi facendo uso degli indicatori informativi ed i regimi strategici del campione sono richiesti se lo scopo è diverse e riuscite popolazioni a lungo termine,„

Malin Undin, PhD, autore principale di studio, Massey University in Nuova Zelanda

Source:
Journal reference:

Undin, M., et al. (2021) Gaps in genetic knowledge affect conservation management of kiwi (Apteryx) species. Ibis. doi.org/10.1111/ibi.12951.