Attenzione: questa pagina è una traduzione automatica di questa pagina originariamente in lingua inglese. Si prega di notare in quanto le traduzioni sono generate da macchine, non tutte le traduzioni saranno perfetti. Questo sito web e le sue pagine web sono destinati ad essere letto in inglese. Ogni traduzione del sito e le sue pagine web possono essere imprecise e inesatte, in tutto o in parte. Questa traduzione è fornita per comodità.

I ricercatori esaminano le risposte antivirali in bambini infettati con COVID-19 nel Brasile del sud

La pandemia di malattia 2019 di coronavirus (COVID-19) è causata dall'agente patogeno novello di coronavirus 2 di sindrome respiratorio acuto severo (SARS-CoV-2), un virus a RNA di positivo-senso del sottogenere di betacoronavirus. Ciò è un virus altamente contagioso con i risultati severi di malattia, l'infezione asintomatica, delicata o severa causare, che possono essere interni in alcuni casi critici. Fin qui, SARS-CoV-2 ha reclamato più di 3 milione vite universalmente. La prova epidemiologica ha rivelato quella, generalmente bambini severamente non è infettata da COVID-19. Una percentuale molto piccola dei bambini con i comorbidities è infettata severamente.

Studio: Forti risposte antivirali in pazienti pediatrici COVID-19 nel Brasile del sud. Credito di immagine: L Julia/Shutterstock

Nel Brasile, la popolazione pediatrica, che include i bambini fra 0-19 anni, rappresenta più di 25% della popolazione del paese. In questo gruppo, interessante, soltanto 1,9% dei bambini aveva contratto la malattia nei dodici mesi scorsi ed il tasso di mortalità è stato registrato per essere 0,5%. La percentuale dei bambini infettati ed ospedalizzati severamente a causa della malattia è 8,0%. Quindi, confrontato a tutte le fasce d'età, i dati clinici rivelano che la severità della malattia COVID-19 in questo gruppo d'età è significativamente di meno, con un più piccolo numero delle ospedalizzazioni e della fatalità.

Parecchie ipotesi sono state formulate per spiegare questo fenomeno. Una delle ipotesi è che la malattia più delicata in bambini è a causa dell'espressione soppressa del ricevitore virale ACE2, che piombo alla replicazione virale minima nel host. Una seconda teoria suggerisce una risposta immunitaria differenziale in bambini, mentre una terza possibilità potrebbe essere la presenza di anticorpi di neutralizzazione da un'infezione precedente, principalmente causata dai coronaviruses stagionali. Questi anticorpi hanno potuto svolgere un ruolo importante nella inter-protezione contro la malattia indotta SARS-CoV-2. Gli scienziati che appartengono a questa scuola di pensiero più ulteriormente hanno rivelato che poichè i bambini sono il bacino idrico principale per questi virus stagionali, c'è una forte possibilità della inter-protezione robusta. Tuttavia, la mancanza di abbastanza dati ostacola ulteriore comprensione del meccanismo differenziale da cui SARS-CoV-2 infetta la popolazione pediatrica ed adulta.

Parecchi studi sono stati intrapresi per caratterizzare le risposte immunitarie degli adulti infettati COVID-19. Tuttavia, c'è uno spazio della ricerca riguardo ai pazienti pediatrici. Ciò è pricipalmente a causa dell'insufficienza dei dati che impediscono una chiara comprensione delle differenze vistose fra la popolazione pediatrica ed adulta che è infettata da COVID-19. Questo oggetto tiene l'importanza significativa perché è un fattore di contributo per la progettazione degli ordini pubblici quale la riapertura dei banchi in mezzo della pandemia. Gli scienziati egualmente ritengono che quello che capisce il meccanismo a causa di cui i bambini non sono infettati severamente dalla malattia potrebbe contribuire a formulare le vie terapeutiche novelle per impedire COVID-19.

La nuova ricerca è stata pubblicata sul " server " della pubblicazione preliminare del medRxiv*, che mette a fuoco sulla caratterizzazione delle risposte immunitarie innate ed adattabili in pazienti adulti con differenti gradi di severità ed anche in pazienti pediatrici con i sintomi delicati di COVID-19. In questo studio, i ricercatori hanno sviluppato un profilo immune in bambini per capire la differenza nell'infezione COVID-19 in bambini ed in adulti.

Nello studio presente, le celle mononucleari di sangue periferico e del plasma (PBMCs) sono state raccolte da 92 pazienti, che hanno incluso 25 bambini, 34 adulti con l'indisposizione (AMD) e da 33 adulti con la malattia severa (ASD). I campioni sono stati ottenuti dall'ospedale Moinhos de Vento e dall'ospedale Restinga la e Extremo Sul, Brasile del sud. Il delineamento immune dettagliato è stato condotto per questi campioni via citometria a flusso di multi-parametro.

I ricercatori hanno osservato che i bambini infettati con COVID-19 hanno avuti alti titoli virali del caricamento con le alte frequenze delle celle dentritiche (DCs). Queste celle influenzano la risposta immunitaria adattabile. Le sottopopolazioni di DCS, particolarmente pDC, aiuto nello sviluppo delle risposte antivirali. I pDCs sono riconosciuti come una delle sorgenti principali di tipo interferone di I. Gli studi precedenti hanno riferito una diminuzione nell'attivazione e nel numero di DCS in adulti infettati COVID-19. L'espressione di HLA-DR, una caratteristica di DCS maturo, egualmente è risultata prominente. Tuttavia, una riduzione di CX3CR1, un ricevitore di chemokine (anche conosciuto come il ricevitore di fractalkine), è stata osservata. Più ulteriormente, un'espressione diminuita di HLA-DR in bambini è stata correlata con soppressione immune e l'avvenimento delle circostanze infiammatorie acute.

Lo studio corrente egualmente ha riferito che in pazienti pediatrici, le celle di T e gli anticorpi specifici SARS-CoV-2 erano ai livelli comparabili agli adulti che sono infettati severamente o leggermente con SARS-CoV-2. Un di più alto livello delle risposte a cellula T di CD8+ TNFa+ contro la proteina di Nucleocapsid (n) e la proteina del virus, cioè, più della membrana (m) di per i peptidi della punta, è stato riferito. Tuttavia, questo risultato non abbina con il profilo immune di un adulto infettato. Quindi, lo studio presente ha suggerito una risposta immunitaria differenziale in bambini una volta confrontato agli adulti. La ricerca corrente egualmente evidenzia il ruolo sia dei sistemi immunitari adattabili che innati in bambini proteggenti dalla malattia COVID-19.

Una delle limitazioni dello studio presente è che è soltanto esplorativa o descrittiva, poichè confronta la risposta immunitaria attraverso le fasce d'età differenti. Tuttavia, gli autori dello studio ritengono che sia un approccio valido dovuto la mancanza di ricerca completa in questa area.

Avviso *Important

il medRxiv pubblica i rapporti scientifici preliminari che pari-non sono esaminati e, pertanto, non dovrebbero essere considerati conclusivi, guida la pratica clinica/comportamento correlato con la salute, o trattato come informazioni stabilite.

Journal reference:
Dr. Priyom Bose

Written by

Dr. Priyom Bose

Priyom holds a Ph.D. in Plant Biology and Biotechnology from the University of Madras, India. She is an active researcher and an experienced science writer. Priyom has also co-authored several original research articles that have been published in reputed peer-reviewed journals. She is also an avid reader and an amateur photographer.

Citations

Please use one of the following formats to cite this article in your essay, paper or report:

  • APA

    Bose, Priyom. (2021, April 21). I ricercatori esaminano le risposte antivirali in bambini infettati con COVID-19 nel Brasile del sud. News-Medical. Retrieved on June 12, 2021 from https://www.news-medical.net/news/20210421/Researchers-examine-antiviral-responses-in-children-infected-with-COVID-19-in-South-Brazil.aspx.

  • MLA

    Bose, Priyom. "I ricercatori esaminano le risposte antivirali in bambini infettati con COVID-19 nel Brasile del sud". News-Medical. 12 June 2021. <https://www.news-medical.net/news/20210421/Researchers-examine-antiviral-responses-in-children-infected-with-COVID-19-in-South-Brazil.aspx>.

  • Chicago

    Bose, Priyom. "I ricercatori esaminano le risposte antivirali in bambini infettati con COVID-19 nel Brasile del sud". News-Medical. https://www.news-medical.net/news/20210421/Researchers-examine-antiviral-responses-in-children-infected-with-COVID-19-in-South-Brazil.aspx. (accessed June 12, 2021).

  • Harvard

    Bose, Priyom. 2021. I ricercatori esaminano le risposte antivirali in bambini infettati con COVID-19 nel Brasile del sud. News-Medical, viewed 12 June 2021, https://www.news-medical.net/news/20210421/Researchers-examine-antiviral-responses-in-children-infected-with-COVID-19-in-South-Brazil.aspx.