Attenzione: questa pagina è una traduzione automatica di questa pagina originariamente in lingua inglese. Si prega di notare in quanto le traduzioni sono generate da macchine, non tutte le traduzioni saranno perfetti. Questo sito web e le sue pagine web sono destinati ad essere letto in inglese. Ogni traduzione del sito e le sue pagine web possono essere imprecise e inesatte, in tutto o in parte. Questa traduzione è fornita per comodità.

La tecnica retinica meno dilagante di reattachment piombo per migliorare l'integrità a lungo termine dei fotoricettori

Una procedura retinica come minimo dilagante di reattachment che può essere fatta nell'ufficio di un oftalmologo piombo per migliorare l'integrità e la struttura a lungo termine dei fotoricettori della retina - celle che permettono che noi vediamo - rispetto alle procedure più dilaganti della sala operatoria, secondo il 22 aprile pubblicato la nuova ricerca.

Lo studio, pubblicato in oftalmologia di JAMA e piombo dai ricercatori all'ospedale di St Michael di salubrità Toronto di unità, contribuisce ad un organismo crescente di prova che indica verso retinopexy pneumatico (PnR) come la migliore tecnica retinica prima linea di reattachment per raggiungere i migliori risultati visivi.

Il distacco della retina è l'emergenza oculare chirurgica più comune, diventante la perdita di visione nelle ore o nei giorni. Mentre ci sono una serie di opzioni differenti del trattamento, ci sono dati di alta qualità limitati che guidano la scelta di chirurgia.

Le nostre manifestazioni di studio là è un'integrità di differenza a lungo termine dei fotoricettori fra le tecniche chirurgiche differenti e queste differenze anatomiche sono state associate con i risultati visivi.„

Dott. Rajeev H. Muni, ricercatore co-principale, chirurgo di vitreoretinal a St Michael e ricercatore all'istituto di conoscenza di Li Ka Shing

Gli studi precedenti effettuati all'ospedale di St Michael hanno dimostrato che i pazienti hanno avuti migliori risultati visivi seguire il PnR meno dilagante confrontato al plana di parità vitrectomy (PPV), una procedura alternativa della sala operatoria. In questo studio, i ricercatori determinato là erano una differenza reale nel ripristino anatomico del fotoricettore fra le due tecniche retiniche di reattachment.

Facendo uso dei dati da una prova ripartita con scelta casuale condotta all'ospedale di St Michael, i ricercatori hanno confrontato le scansioni retiniche di 72 pazienti che hanno avuti reattachment retinico facendo uso di PPV e di 73 pazienti che hanno avuti postoperatorio reattachment retinico facendo uso del PnR come minimo dilagante a 12 mesi.

PnR è una tecnica retinica meno dilagante e meno costosa di reattachment che può essere fatta nell'ufficio di un oftalmologo. In PnR, una piccola bolla di gas è usata per chiudere lo strappo retinico e per permettere che il liquido riassorba naturalmente e lentamente. PPV è una tecnica chirurgica dove il liquido sotto la retina rapido è aspirato ed eliminato, validamente riportante la retina nella posizione.

La rappresentazione ha indicato che la discontinuità - un'assenza di parte del livello del fotoricettore - era postoperatorio più comune a 12 mesi fra i pazienti che hanno avuti il reattachment chirurgico di PPV che in pazienti che hanno avuti la procedura come minimo dilagante di PnR. La discontinuità indica che danneggiamento delle celle che sono critiche per la visione e questo danno è stato trovato per essere associato con i risultati visivi peggiori.

“Questi dati forniscono una base anatomica obiettivamente risoluta per i risultati funzionali superiori veduti retinopexy pneumatico che precedentemente abbiamo riferito,„ hanno detto il Dott. Roxane J. Hillier, l'altro ricercatore co-principale della prova che ora è basato nel Regno Unito.

I ricercatori dicono i loro risultati evidenziano quello che chiude lo strappo retinico, facente poco altrimenti come possibile e permettere che la retina riattacchi naturalmente piombo ai migliori risultati sia da una prospettiva anatomica che visiva.

“Questo era precedentemente sconosciuto e a mio parere sarà un cacciagione-commutatore nel nostro campo,„ ha detto il Dott. Muni.

Source:
Journal reference:

Muni, R.H., et al. (2021) Postoperative Photoreceptor Integrity Following Pneumatic Retinopathy vs Pars Plana Vitrectomy for Retinal Detachment Repair. A Post Hoc Optical Coherence Tomography Analysis From the Pneumatic Retinopexy Versus Vitrectomy for the Management of Primary Rhegmatogenous Retinal Detachment Outcomes Randomized Trial. JAMA Ophthalmology. doi.org/10.1001/jamaophthalmol.2021.0803.