Attenzione: questa pagina è una traduzione automatica di questa pagina originariamente in lingua inglese. Si prega di notare in quanto le traduzioni sono generate da macchine, non tutte le traduzioni saranno perfetti. Questo sito web e le sue pagine web sono destinati ad essere letto in inglese. Ogni traduzione del sito e le sue pagine web possono essere imprecise e inesatte, in tutto o in parte. Questa traduzione è fornita per comodità.

Casi di rapporti sudoccidentali di UT primi della variante brasiliana dell'infezione COVID-19 nel Texas del nord

Gli scienziati sudoccidentali del centro medico di UT hanno identificato i primi casi della variante brasiliana dell'infezione COVID-19 nel Texas del nord facendo uso delle tecnologie d'ordinamento di prossima generazione con la prova di PCR.

La manifestazione d'ordinamento sudoccidentale di protocolli di UT la variante BRITANNICA (B.1.1.7) è diventato dominante nel Texas del nord - trovato in circa 55% delle persone campionate - seguito dalle varianti della California (B.1.429), di New York (B.1.526) e del Brasile (P.1), che ciascuna sono state trovate in circa 7% di quelle campionate. Per l'ultimo parecchi mesi, tutti i casi positivi COVID-19 a UT sudoccidentale sono stati provati a varianti - corrente circa 20-30 campioni alla settimana.

Sebbene un campione relativamente piccolo, ordinamento in corso dia una migliore maschera di quanto frequente le varianti sono e di se la prevalenza della variante del Brasile, per esempio, sta guadagnando la trazione nel Texas. UT sudoccidentale ha riferito l'individuazione ai servizi sanitari e sociali della contea di Dallas (DCHHS) sabato.

L'emergenza della variante del Brasile nel Texas del nord è considerata inquietante, elencato come variante di preoccupazione dal centri per il controllo e la prevenzione delle malattie perché più facilmente è trasmessa ed è meno suscettibile degli anticorpi. I trattamenti dell'anticorpo (plasma convalescente o anticorpi monoclonali) e gli anticorpi del post-vaccino si divertono legare alla variante del Brasile del virus SARS-CoV-2 che causa COVID-19. Ciò può rendere i vaccini meno efficaci, un fattore conosciuto come la fuga vaccino.

Questi risultati rinforzano l'importanza della vaccinazione - che le guide rallentano la trasmissione di tutti i tipi di virus e protegge dalla malattia più severa - e di continuazione seguire le misure di sicurezza come il mascheramento e distanziare. Anche se la variante è conosciuta per eludere il sistema immunitario, significante meno efficacia vaccino, la protezione vaccino è ben migliore dell'non ne avendo.„

Jeffrey SoRelle, M.D., istruttore di aiuto di patologia, centro medico sudoccidentale di UT

In particolare, i vaccini sembrano assicurare la protezione contro la malattia severa e la morte, sottolineanti l'urgenza degli sforzi della vaccinazione. La presenza della variante del Brasile egualmente rinforza perché il sociale che distanzia e che maschera continua ad essere importante: per assicurare protezione supplementare oltre al vaccino se o quando è meno efficace contro una variante.

Poiché ogni variante ha tariffe differenti di transmissibility, identificare le varianti differenti che compaiono nel Texas del nord è importante affinchè la modellistica accurata predica la prevalenza, che a sua volta aiuta meglio i funzionari di sanità a preparare per gli impulsi, le ospedalizzazioni aumentate e le risorse state necessarie. La prevalenza delle varianti può anche influenzare il trattamento.

“Una parte importante di previsioni sta predicendo quanto la malattia si spargerà rapidamente, così conoscente che quali varianti sono prevalenti le guide noi fanno i modelli più accurati,„ dice il Dott. SoRelle, di cui la ricerca fa parte di genomica e di patologia molecolare. Le tariffe di Transmissibility delle varianti varia da 20% a più di 50%. Il transmissibility della variante del Brasile non è corrente ben documentato, ma può essere fino a due volte più ereditario.

L'ordinamento è stato realizzato nella memoria d'ordinamento di prossima generazione di McDermott sotto la supervisione di Helen H. Hobbs, M.D., un ricercatore di Howard Hughes Medical Institute e professore di medicina interna e della genetica molecolare che dirige il centro di McDermott per crescita e sviluppo umana a UT sudoccidentale. Il Dott. SoRelle sta collaborando con il Dott. Hobbs fornendo tutti i campioni collaudati positivi COVID-19 a UT sudoccidentale e confermando i risultati con una rapida, prova basata PCR messa a fuoco.

La collaborazione con il centro Next Generation di McDermott che ordina (NGS) la memoria a UT sudoccidentale, permette l'intero sequenziamento del genoma del virus SARS-CoV-2 in una funzione avanzata che esegue NGS coppia con l'analisi bioinformatic. L'intero sequenziamento del genoma è il migliore modo riflettere per tutte le nuove varianti. I dati variabili saranno integrati nei modelli di previsioni per le previsioni epidemiologiche.