Attenzione: questa pagina è una traduzione automatica di questa pagina originariamente in lingua inglese. Si prega di notare in quanto le traduzioni sono generate da macchine, non tutte le traduzioni saranno perfetti. Questo sito web e le sue pagine web sono destinati ad essere letto in inglese. Ogni traduzione del sito e le sue pagine web possono essere imprecise e inesatte, in tutto o in parte. Questa traduzione è fornita per comodità.

L'infezione priore SARS-CoV-2 ed il vaccino di Pfizer-BioNTech's COVID-19 forniscono la simile immunità

I ricercatori nell'Israele hanno condotto una rappresentazione di studio che l'immunità fornita contro il coronavirus 2 (SARS-CoV-2) - l'agente di sindrome respiratorio acuto severo che causa la malattia di coronavirus (COVID-19) - è simile infezione o immunizzazione naturale seguire con il vaccino di Pfizer-BioNTech BNT162b2.

I ricercatori dall'istituto di tecnologia dell'Israele, dall'università ebraica di Gerusalemme e dal centro medico di Sheba dicono l'aumento di risultati la domanda di se è necessario da vaccinare le persone che precedentemente sono state infettate con SARS-CoV-2.

L'analisi del gruppo dei dati determinati determinato per l'intera popolazione dell'Israele ha trovato che sia l'infezione priore che la vaccinazione erano altamente efficaci ad impedire l'infezione successiva SARS-CoV-2, l'ospedalizzazione dovuto COVID-19 e la malattia severa.

“Questo è il primo studio su grande scala per esplorare la protezione dovuto l'infezione priore SARS-CoV-2 rispetto al vaccino di Pfizer BNT162b2,„ dice Yair Goldberg e colleghi.

“I nostri risultati mettono in discussione la necessità di vaccinare le persone precedente-infettate,„ essi scrivono.

Una versione della pubblicazione preliminare della pubblicazione è disponibile sul " server " del medRxiv*, mentre l'articolo subisce la revisione tra pari.

Più circa il programma di vaccinazione nell'Israele

L'Israele è negli stadi avanzati della vaccinazione srotolante per proteggere dall'infezione SARS-CoV-2 e per diminuire il numero dei casi COVID-19.

Il programma di vaccinazione in primo luogo è stato varato nell'Israele il 20 dicembre 2020th.

Il vaccino di Pfizer-BioNTech BNT162b2 inizialmente è stato messo a disposizione liberamente di quelli è invecchiato più di 60 anni, hanno seguito dai residenti della casa di cura, dai lavoratori di sanità, dai pazienti con i comorbidities severi e finalmente dalle più giovani fasce d'età.

Dal 6 febbraio 2021th, il vaccino egualmente è stato messo a disposizione di tutte le persone invecchiate 16 o più vecchio senza cronologia dell'infezione precedente SARS-CoV-2.

Dal 20 marzo 2021th, 77% della popolazione ammissibile nell'Israele era stato vaccinato.

Dinamica della popolazione. Nuove infezioni documentate e persone vaccinate cumulative entro la data. Il periodo di studio ed il periodo di infezione dei gruppi recuperati sono tracciati dalle righe verticali.
Dinamica della popolazione. Nuove infezioni documentate e persone vaccinate cumulative entro la data. Il periodo di studio ed il periodo di infezione dei gruppi recuperati sono tracciati dalle righe verticali.

Gli studi precedenti hanno mostrato l'efficacia sia dell'infezione priore che della vaccinazione

Gli studi recenti hanno indicato che la vaccinazione diminuisce sostanzialmente il caricamento virale SARS-CoV-2 ed il numero dei casi severi COVID-19.

“Questi risultati iniziali incoraggianti sono basati su breve seguito delle persone vaccinate,„ dice Goldberg ed i colleghi.

Tuttavia, gli studi egualmente hanno indicato che l'infezione SARS-CoV-2 assicura la protezione contro reinfezione il virus.

I ricercatori dicono che la scarsità mondiale dei vaccini, mentre la pandemia è ancora incontrollata, ha significato che molti governi ora affrontano il dilemma di se vaccinare la gente che già è stata infettata.

“Capire il livello di protezione dell'infezione precedente confrontata a quella della vaccinazione è critica per la decisione politica,„ essi scrive.

Vaccinazione dall
Vaccinazione dall'età. Le percentuali delle persone vaccinate con la prima e seconda dose, dal gruppo d'età. La vaccinazione iniziata nel gruppo d'età 60+.

Che cosa i ricercatori hanno fatto?

I ricercatori hanno analizzato i dati determinati determinato raccolti dal ministero della sanità dell'Israele e l'Ufficio centrale di Statistica dell'Israele sulla gente ha invecchiato 16 e più vecchi attraverso l'intera popolazione dell'Israele.

Il database ha compreso i dati ed informazioni demografiche alle date della prima e seconda vaccinazione come pure le date ed i risultati di tutte le prove di reazione a catena (PCR) della polimerasi per SARS-CoV-2 che sono stati eseguiti fra il 1° marzo 2020st ed il 20 marzo 2021th.

Per le persone con una prova positiva di PCR, i dati erano disponibili sui sintomi, sul corso di malattia (ospedalizzazione, malattia severa e morte) e sullo stato massimo della severità di malattia.

Per stimare l'efficacia del vaccino BNT162b2 o dell'infezione priore nella diminuzione ha documentato l'infezione SARS-CoV-2 e COVID-19 severo, il gruppo messo a fuoco su quattro gruppi:

  • Persone Unvaccinated e precedentemente non infette
  • Persone vaccinate che sono state seguite a partire dal giorno della prima dose al giorno sei dopo la seconda dose
  • Persone vaccinate che sono state seguite a partire da una settimana dopo la seconda dose in avanti
  • Persone recuperate Unvaccinated che precedentemente erano state infettate con SARS-CoV-2 fra il 1° giugnost ed il 30 settembre 2020th.

Tutti i efficacies della vaccinazione o dell'infezione precedente sono stati paragonati al gruppo unvaccinated e precedentemente non infetto per i seguenti risultati: infezione documentata, ospedalizzazione, malattia severa e morte.

Seguito è stato effettuato per una durata estesa

I dati sono basati su seguito dei quattro gruppi dal 20 dicembre 2020th, fino al 20 marzo 2021th, con i più di 573 milione persona-giorni di seguito.

“Lo studio ha compreso seguito della popolazione per un periodo di tre mesi, permettendo seguito del gruppo completamente vaccinato sopra una durata estesa,„ scrive i ricercatori.

Durante questo tempo, 306.712 persone hanno provato PCR-positivo ad infezione (5·4 infezioni a 10.000 persona-giorni). Di queste persone, 14.019 (4·6%) ha richiesto l'ospedalizzazione, 8.463 (2·malattia severa sviluppata di 8%) e 2.727 (0·9%) è morto.

Che cosa erano i risultati di efficacia?

Il camice ha stimato che l'efficacia della vaccinazione fosse 92·8% per l'infezione documentata, 94,2% per l'ospedalizzazione, 94,4% per la malattia severa e 93,7% per la morte.

Similmente, il camice ha stimato a livello della protezione fra le persone con l'infezione priore SARS-CoV-2 era 94.% per l'infezione documentata, 94,1% per l'ospedalizzazione e 96·4% per la malattia severa.

Poiché soltanto una morte si è presentata nel gruppo recuperato, la protezione contro la morte che segue l'infezione priore non è stata stimata.

I risultati sollevano il problema di se vaccinare recentemente hanno infettato le persone

I ricercatori dicono che lo studio suggerisce che sia il vaccino BNT162b2 che l'infezione priore SARS-CoV-2 siano efficaci contro l'infezione successiva entrambi i SARS-CoV-2 ed altri risultati di COVID-19-related.

“Inoltre, l'efficacia sembra simile per entrambi i gruppi,„ aggiungono.

Ciò solleva il problema di se è necessario da vaccinare le persone che recentemente sono state infettate con SARS-CoV-2, conclude il gruppo.

Avviso *Important

il medRxiv pubblica i rapporti scientifici preliminari che pari-non sono esaminati e, pertanto, non dovrebbero essere considerati conclusivi, guida la pratica clinica/comportamento correlato con la salute, o trattato come informazioni stabilite.

Journal reference:
Sally Robertson

Written by

Sally Robertson

Sally first developed an interest in medical communications when she took on the role of Journal Development Editor for BioMed Central (BMC), after having graduated with a degree in biomedical science from Greenwich University.

Citations

Please use one of the following formats to cite this article in your essay, paper or report:

  • APA

    Robertson, Sally. (2021, April 26). L'infezione priore SARS-CoV-2 ed il vaccino di Pfizer-BioNTech's COVID-19 forniscono la simile immunità. News-Medical. Retrieved on June 15, 2021 from https://www.news-medical.net/news/20210426/Prior-SARS-CoV-2-infection-and-Pfizer-BioNTeche28099s-COVID-19-vaccine-provide-similar-immunity.aspx.

  • MLA

    Robertson, Sally. "L'infezione priore SARS-CoV-2 ed il vaccino di Pfizer-BioNTech's COVID-19 forniscono la simile immunità". News-Medical. 15 June 2021. <https://www.news-medical.net/news/20210426/Prior-SARS-CoV-2-infection-and-Pfizer-BioNTeche28099s-COVID-19-vaccine-provide-similar-immunity.aspx>.

  • Chicago

    Robertson, Sally. "L'infezione priore SARS-CoV-2 ed il vaccino di Pfizer-BioNTech's COVID-19 forniscono la simile immunità". News-Medical. https://www.news-medical.net/news/20210426/Prior-SARS-CoV-2-infection-and-Pfizer-BioNTeche28099s-COVID-19-vaccine-provide-similar-immunity.aspx. (accessed June 15, 2021).

  • Harvard

    Robertson, Sally. 2021. L'infezione priore SARS-CoV-2 ed il vaccino di Pfizer-BioNTech's COVID-19 forniscono la simile immunità. News-Medical, viewed 15 June 2021, https://www.news-medical.net/news/20210426/Prior-SARS-CoV-2-infection-and-Pfizer-BioNTeche28099s-COVID-19-vaccine-provide-similar-immunity.aspx.