Attenzione: questa pagina è una traduzione automatica di questa pagina originariamente in lingua inglese. Si prega di notare in quanto le traduzioni sono generate da macchine, non tutte le traduzioni saranno perfetti. Questo sito web e le sue pagine web sono destinati ad essere letto in inglese. Ogni traduzione del sito e le sue pagine web possono essere imprecise e inesatte, in tutto o in parte. Questa traduzione è fornita per comodità.

Studio: Le farmacie possono essere una barriera significativa di accesso al farmaco chiave per dipendenza

Si in cinque farmacie rifiuta di dispensare un farmaco chiave per trattare la dipendenza, secondo la nuova ricerca.

Gli studi, pubblicati nella dipendenza della droga e dell'alcool del giornale, sono stati intrapresi dai ricercatori all'università di salubrità & di scienza dell'Oregon ed all'istituto universitario di Oregon State University di farmacia. I ricercatori hanno chiamato le centinaia di farmacie intorno al paese per chiedere se avrebbero dispensato Suboxone, anche conosciute come buprenorfina.

La buprenorfina è un vitale, farmaco di salvataggio per la gente con disordine di uso dell'opioide, ma migliorare l'accesso è stato un problema per varie ragioni. Sebbene gli aneddoti ed i più piccoli studi abbiano suggerito i problemi, il nostro studio è il primo per caratterizzare sistematicamente questa barriera.„

Daniel Hartung, Pharm.D, M.P.H, studia l'autore ed il professor senior, istituto universitario della farmacia, università di salubrità dell'Oregon & di scienza

La risulta è abbastanza comune per le farmacie ad accesso del blocco.

“Questo studio è la più grande e valutazione farmacia-messa a fuoco più completa di disponibilità della buprenorfina fin qui e conferma che le farmacie possono essere una barriera significativa ad accesso della buprenorfina in tutta la nazione,„ gli autori scrive.

Quattro ricercatori hanno chiamato complessivamente 921 farmacia intorno al paese a maggio e giugno di 2020, mettendo a fuoco su 473 contee degli Stati Uniti con i tassi alti di morte dalle dosi eccessive in relazione con l'opioide. Di tutte le farmacie contattate, hanno trovato che 183 - 20% del totale - indicato essi non dispenserebbero la buprenorfina. Hanno trovato che le farmacie indipendenti e quelle negli stati di Stati Uniti del sud erano sensibilmente più probabili limitare la buprenorfina.

Tutta la rottura nell'accesso a buprenorfina può mettere il ripristino di un paziente al rischio serio.

“Se vedo che un paziente ed essi vogliono cominciare su buprenorfina, già hanno passato con molto trattamento fare che cambiamento di comportamento,„ ha detto il co-author Ximena A. Levander, M.D., M.C.R., istruttore clinico (medicina interna e geriatria generali) nella scuola di medicina di OHSU. “Tutta la barriera può essere molto perturbatrice, particolarmente quando inizia trattamento perché sono ad ad alto rischio da ritornare ad uso.„

La buprenorfina, approvata da Food and Drug Administration nel 2002, allevia i sintomi di ritiro ed il dolore e normalizza la funzione del cervello agendo sugli stessi obiettivi nel cervello degli opioidi o dell'eroina di prescrizione. È una di tre medicine approvate da FDA per trattare la dipendenza dell'opioide, con metadone e il naltrexone.

La NEDA Kazerouni, uno studente quarto anno dell'autore principale nell'istituto universitario di OHSU/OSU della farmacia, ha detto che spera la consapevolezza degli aumenti della ricerca del marchio di infamia contro la gente con disordine di uso dell'opioide. Poichè l'epidemia dell'opioide della nazione continua a reclamare annualmente più di 70.000 vite nelle morti della dose eccessiva, Kazerouni ha detto spera che i nuovi risultati incoraggiassero i farmacisti a fare la loro parte per laminare indietro l'epidemia.

“I farmacisti possono avere un ruolo nella diminuzione del disordine di uso dell'opioide diminuendo il marchio di infamia,„ Kazerouni ha detto. “Ancora, i farmacisti della comunità dovrebbero essere incoraggiati a lavorare in collaborazione con il fornitore di un paziente per assicurarsi che ci sia continuità di cura in tutte le fasi del trattamento.„

Source:
Journal reference:

Kazerouni, N. J., et al. (2021) Pharmacy-related Buprenorphine Access Barriers: An Audit of Pharmacies in Counties with a High Opioid Overdose Burden. Drug and Alcohol Dependence. doi.org/10.1016/j.drugalcdep.2021.108729.