Attenzione: questa pagina è una traduzione automatica di questa pagina originariamente in lingua inglese. Si prega di notare in quanto le traduzioni sono generate da macchine, non tutte le traduzioni saranno perfetti. Questo sito web e le sue pagine web sono destinati ad essere letto in inglese. Ogni traduzione del sito e le sue pagine web possono essere imprecise e inesatte, in tutto o in parte. Questa traduzione è fornita per comodità.

Lo studio trova l'elevato rischio della dose eccessiva in pazienti curati con gli opioidi per diminuire il dolore dentario

Quando vanno al dentista ottenere un dente tirato o un'altra procedura, i pazienti non potrebbero pensare che la prescrizione che ricevono per facilitare il loro dolore potrebbe mettere loro o la loro famiglia a rischio di una dose eccessiva dell'opioide.

Ma un nuovo studio dall'università del Michigan indica che le tariffe della dose eccessiva erano 2 e 1/2 volte su fra i pazienti che hanno riempito una prescrizione per un farmaco dell'opioide dopo una procedura dentaria, rispetto a coloro che non ha riempito una tal prescrizione.

Le tariffe della dose eccessiva erano egualmente più alte fra i membri della famiglia di tali pazienti - possibilmente da uso improprio delle pillole rimanenti.

Lo studio è pubblicato nel giornale americano di medicina preventiva da un gruppo dalla facoltà di medicina di U-M e dal banco dell'odontoiatria. Ha usato i dati da 8,5 milione pazienti teenager ed adulti che hanno avuti procedure dentarie fra 2011 e 2018 e di cui la cura è stata coperta da Medicaid o da assicurazione dentale privata. Quasi 27% di questi pazienti ha riempito una prescrizione per un opioide quali il hydrocodone o il oxycodone.

I ricercatori hanno identificato 2.700 dosi eccessive che si sono presentate nei 90 giorni dopo un'estrazione del dente o altre 119 procedure dentarie. Quello risolve a circa tre dosi eccessive per ogni 10.000 procedure dentarie. La tariffa era 5,8 per 10.000 fra coloro che ha riempito una prescrizione dell'opioide entro tre giorni della loro procedura, rispetto a 2,2 per 10.000 fra coloro che non ha fatto.

I ricercatori notano che altri dati hanno indicato nel 2016 quello da solo, dentisti hanno scritto 11,4 milione prescrizioni per gli opioidi. I risultati del nuovo studio suggeriscono che 1.700 dosi eccessive all'anno potrebbero accadere a causa delle prescrizioni dentarie dell'opioide.

Rischi fra i membri della famiglia

Lo studio egualmente ha usato i dati da 3,5 milioni privatamente ha assicurato i pazienti dentari di procedura per esaminare le dosi eccessive nei 90 giorni nei membri della famiglia dei pazienti. La tariffa della dose eccessiva era 1,7 per 10.000 procedure che i membri in famiglia di privatamente hanno assicurato i pazienti che hanno riempito le prescrizioni dell'opioide, rispetto a 1 per 10.000 procedure fra coloro che non ha fatto.

Nello studio, 400 membri della famiglia dei pazienti sono stati curati per le dosi eccessive dell'opioide nel periodo dei 90 giorni dopo la procedura del paziente dentario. In tutto, 42% di queste dosi eccessive erano nel bambino del paziente che ha avuto una procedura e gli altri 25% erano in un coniuge; il resto era nei genitori ed in fratelli germani.

Il Kao-Ping Chua, M.D., Ph.D., piombo l'analisi. “Il nostro documento lo mostra che quando i pazienti riempiono l'opioide dentario prescrizioni, il rischio di dose eccessiva dell'opioide aumenta entrambi per se stessi ed i loro membri della famiglia,„ dice. “Questo sottolinea l'importanza di prevenzione dell'opioide dentario che prescrive quando gli non opioidi come ibuprofene e acetaminofene sono efficaci opzioni per controllo di dolore, come è per la maggior parte delle procedure dentarie. La nostra individuazione dei membri in famiglia aumentati di rischio della dose eccessiva egualmente mostra l'importanza di messa in risalto lo stoccaggio e della disposizione sicuri quando opioidi di prescrizione ai pazienti dentari.„

Chua è un pediatra alla medicina del Michigan, un ricercatore di sanità al centro di ricerca di valutazione di salute dei bambini di Susan B. Meister e un membro dell'istituto di U-M per polizza e l'innovazione di sanità.

A me, questa è una delle verità che più potenti abbiamo aperto nella nostra “ricerca di grandi dati„ sulla prescrizione dentaria dell'opioide. Che quando un dentista, come me, prescrive un opioide ad un paziente io stanno mettendo la loro intera famiglia a rischio della dose eccessiva. I dentisti dovrebbero considerare, se la famiglia responsabile fosse vostra, voi si assumerebbero quella responsabilità?„

Romesh Nalliah, D.D.S., M.H.C.M, autore senior

Nalliah è decano di socio per i servizi pazienti al banco di U-M dell'odontoiatria e ad un membro di IHPI e piombo l'altra ricerca su uso dentario dell'opioide.

Gli autori fa parte dell'opioide del Michigan che prescrive la rete di impegno (Michigan APERTO), che ha emanato le linee guida affinchè i dentisti ed i chirurghi diminuisca o per eliminare la prescrizione degli opioidi per molte procedure ed operazioni, mentre ancora fornendo efficace sollievo di dolore. Il Michigan APERTO raccomanda che i dentisti evitino prescrivere gli opioidi per la maggior parte delle procedure dentarie perché gli non opioidi sono appena come efficaci per dolore.

Gruppi all'elevato rischio della dose eccessiva dopo la ricezione degli opioidi dentari

Lo studio egualmente identifica i gruppi specifici di pazienti dentari che sono ad un elevato rischio della dose eccessiva dell'opioide dopo la ricezione delle prescrizioni dell'opioide.

Quei gruppi includono i pazienti con gli stati di salute mentale ed i disordini diagnosticati di uso della sostanza e quelli con copertura di salubrità di Medicaid.

Questa conoscenza potrebbe aiutare i dentisti ed i chirurghi orali a scegliere più con attenzione il trattamento di dolore per i loro pazienti e comprende una prescrizione per il naloxone del trattamento della dose eccessiva se prescrivono gli opioidi a qualcuno con un elevato rischio della dose eccessiva.