Attenzione: questa pagina è una traduzione automatica di questa pagina originariamente in lingua inglese. Si prega di notare in quanto le traduzioni sono generate da macchine, non tutte le traduzioni saranno perfetti. Questo sito web e le sue pagine web sono destinati ad essere letto in inglese. Ogni traduzione del sito e le sue pagine web possono essere imprecise e inesatte, in tutto o in parte. Questa traduzione è fornita per comodità.

Rassegna: Un terzo dei bambini sviluppa le emissioni di salute mentale di post-commozione cerebrale

Un terzo dei bambini e gli adolescenti sviluppano un problema sanitario di salute mentale dopo una commozione cerebrale, in grado di persistere per parecchi anni post-lesione, secondo una nuova revisione bibliografica.

La ricerca, piombo dall'istituto di ricerca dei bambini di Murdoch (MCRI) e pubblicata nel giornale di medicina dello sport britannico, salute mentale trovata dovrebbe essere valutata come componente della valutazione e della gestione pediatriche standard di commozione cerebrale.

Il ricercatore di MCRI ed il candidato Alice Gornall di PhD di Monash University hanno detto malgrado i molti la post-commozione cerebrale e la sovrapposizione di sintomi di salute mentale, la relazione fra il ripristino in ritardo e la salute mentale erano rimanere capite male fino a questa revisione bibliografica.

La rassegna di 69 articoli pubblicati fra 1980 al giugno 2020, in questione quasi 90.000 bambini, di 0-18 anni, da nove paesi compreso l'Australia, gli Stati Uniti, il Canada e la Nuova Zelanda, che hanno avuti una commozione cerebrale. Le cadute (42,3 per cento) e le lesioni di sport (29,5 per cento) erano la maggior parte della causa comune della lesione, seguita dagli incidenti stradali (15,5 per cento).

Ha trovato fino agli alti livelli significativamente sperimentati 36,7 per cento dei problemi d'interiorizzazione quali il ritiro, l'ansia, la depressione ed i problemi di realizzazione per cento di 20 e di sforzo post - traumatico quale aggressione, i problemi dell'attenzione e l'iperattività dopo la commozione cerebrale rispetto ai bambini in buona salute o ai bambini che hanno subito altre lesioni quale una frattura del braccio.

I problemi sanitari di salute mentale preesistenti erano un forte preannunciatore delle emissioni di salute mentale di post-commozione cerebrale. L'esame ha specificato che 29 per cento dei bambini con le diagnosi di una salute mentale di pre-lesione hanno ricevuto una nuova post-commozione cerebrale di diagnosi di salute mentale. Fino a 26 per cento senza problemi sanitari di salute mentale priori sono passato a sviluppano i sintomi.

Sig.ra Gornall ha detto mentre i miglioramenti significativi nella salute mentale sono emerso fra tre e sei mesi di post-lesione, una minoranza dei bambini ha avvertito i sintomi di persistenza per parecchi anni in seguito.

I risultati vengono dopo che uno studio recente, piombo da MCRI e pubblicato nel giornale di ripristino di trauma capo, trovato avere un trauma cranico traumatico nella prima infanzia è stato associato con i punteggi più bassi di quoziente d'intelligenza che persistono fino a sette anni di post-lesione.

Sig.ra Gornall ha detto che la commozione cerebrale era una preoccupazione crescente di salute pubblica per un terzo dei bambini che avvertono una lesione alla testa prima di 13 anni.

Malgrado l'alta incidenza della commozione cerebrale fra i bambini e gli adolescenti, identificante quelle a rischio delle difficoltà in corso dopo che la commozione cerebrale rimane una sfida prominente per i clinici.

Sopra questo, i bambini catturano due volte lungamente per recuperare dalla commozione cerebrale che gli adulti, con uno in quattro bambini che avvertono i sintomi oltre la post-lesione di un mese.„

Alice Gornall, ricercatore di MCRI e candidato di PhD di Monash University

Il residente Emma, 17 di Melbourne, sta cercando il supporto di salute mentale la sofferenza delle due commozioni cerebrali, un anno diverso.

Nel 2019 mentre giocava il netball ha battuto la sua testa su un palo e il marzo scorso è stata colpita con una palla nella parte posteriore della testa.

Emma ha detto dopo che la seconda commozione cerebrale lei ha sviluppato l'ansia, emicranie, un senso di mancanza di speranza ed ha avuta concentrazione di difficoltà.

“Dopo che la mia commozione cerebrale ultima io lo ha trovato molto duro essere motivato per il banco e la vita di tutti i giorni. Fare il più semplice delle mansioni quale una passeggiata era difficile per me, non potendo completare queste mansioni mi ha ottenuto proprio scoraggiato che ha urtato sulla mia salute mentale,„ che ha detto.

Il papà Bruce Henry di Emma ha detto che ha accolto favorevolmente la spinta affinchè la salute mentale fa parte della valutazione pediatrica di commozione cerebrale e la gestione altrettanti casi stava andando non trattata.

“Quando un bambino ha una commozione cerebrale che potrebbero guardare benissimo ma non potete vedere l'impatto di fondo, “ha detto. Per la salute mentale è così importante fare parte della gestione di commozione cerebrale, che è stata essenziale al trattamento di ripristino di Emma.„

I ricercatori di MCRI egualmente trialling un intervento, elementi essenziali di commozione cerebrale, per impedire i bambini che soffrono i sintomi a lungo termine di post-commozione cerebrale.

Le otto associazioni fisioterapia di intervento di sessione e trattamenti di psicologia che mirano a presentare i sintomi con formazione intorno alle preoccupazioni comuni quale l'emicrania, affaticano e ritornano all'esercizio, al banco ed agli sport. I dati iniziali indicano che l'intervento è efficace nel ripristino accelerante.

Il professor Vicki Anderson di MCRI ha detto la valutazione, la prevenzione e l'intervento delle difficoltà di salute mentale dopo che la commozione cerebrale dovrebbe essere integrata nella gestione standard di commozione cerebrale.

“La salute mentale è centrale al ripristino di commozione cerebrale. La commozione cerebrale può sia precipitare che esacerbare le difficoltà di salute mentale, ripristino in ritardo urtante e risultati psicosociali,„ ha detto.

“Il rischio d'incorporazione di salute mentale nella gestione di post-lesione rappresenta un'opportunità di impegnare i bambini e gli adolescenti con i servizi medico-sanitari di salute mentale a impediscono i problemi inutili che emergono o trattare le emissioni già attuali.„

Sviluppato dagli esperti di livello mondiale in commozione cerebrale a MCRI ed all'ospedale pediatrico reale ed in collaborazione con il AFL, il HeadCheck app egualmente aiuta i genitori, le vetture ed i primi aiutanti a riconoscere i segni della commozione cerebrale ed a gestire il rendimento della cassaforte del bambino al banco, al gioco ed allo sport organizzato.

Source:
Journal reference:

Gornall, A., et al. (2021) Mental health after paediatric concussion: a systematic review and meta-analysis. British Journal of Sports Medicine. doi.org/10.1136/bjsports-2020-103548.