Attenzione: questa pagina è una traduzione automatica di questa pagina originariamente in lingua inglese. Si prega di notare in quanto le traduzioni sono generate da macchine, non tutte le traduzioni saranno perfetti. Questo sito web e le sue pagine web sono destinati ad essere letto in inglese. Ogni traduzione del sito e le sue pagine web possono essere imprecise e inesatte, in tutto o in parte. Questa traduzione è fornita per comodità.

Arresto della crescita del tumore per vari cancri con assistenza tecnica a cellula T

Con assistenza tecnica a cellula T, i ricercatori al centro del Cancro di Massey di Virginia Commonwealth University indicano che è possibile arrestare la crescita del tumore per vari cancri e schiacciare la diffusione di cancro ad altri tessuti. Questa ricerca sarà pubblicata in edizione di domani della stampa di ricerca sul cancro.

Le configurazioni del documento sulle decadi della ricerca dallo studio l'autore Paul co-senior B. Fisher, M.Ph., Ph.D., un membro del programma di ricerca di biologia del Cancro di Massey, che ha scoperto una proteina hanno chiamato IL-24 che attacca vari cancri in parecchi modi diversi.

In questo l'ultimo studio, Fisher ha collaborato con il suo collega Xiang-Yang (Shawn) Wang, Ph.D., che co-cavi il programma di ricerca inerente allo sviluppo di terapeutica a Massey, consegnare la codifica del gene per IL-24, che è chiamato MDA-7, ai tumori solidi facendo uso delle celle di T.

“Penso che la bellezza di cui siamo stati coinvolgere dentro è che amplia la portata di immunoterapia,„ ha detto Fisher, professore e presidenza del dipartimento della genetica umana e molecolare alla scuola di medicina di VCU, Direttore dell'istituto di VCU di medicina molecolare (VIMM) e della presidenza dotata Corman di Thelma Newmeyer nella ricerca nell'oncologia. “Il nostro approccio dipende meno dalle cellule tumorali che esprimono qualche cosa di specifico per mirare a.„

Dopo tutto, questo non è la prima volta le celle di T sono state costruite per immunoterapia del cancro. La terapia cellulare chimerica approvata dalla FDA del ricevitore T (CARRELLO) dell'antigene - che è destinata per distruggere le cellule tumorali che esprimono le molecole della superficie specifica - ha indicato il successo tremendo per il trattamento dei cancri avanzati del sangue e dei sistemi linfatici.

Ma il CARRELLO ha realizzato i progressi limitati sui tumori solidi, quali carcinoma della prostata o il melanoma, perché le celle che compongono quei tumori non sono tutti gli stesse, che bloccassero le celle di T costruite dal riconoscimento e dall'attacco.

Wang e Fisher hanno armato le celle di T con MDA-7/IL-24 per mirare più largamente al cancro.

“Le celle di T di assistenza tecnica per produrre MDA-7/IL-24 permette l'uccisione delle cellule tumorali indipendentemente dalla loro espressione delle molecole dell'obiettivo. Ciò contribuirà ad impedire alle cellule tumorali di sfuggire all'attacco immune,„ ha detto Wang, che è egualmente un professore della genetica umana e molecolare a VCU, del direttore associato dell'immunologia nel VIMM e delle tenute la cattedra distinta Wason di Judy e di Harry a Massey.

Al livello sottocellulare, MDA-7/IL-24 lega ai ricevitori sulla superficie delle celle e le istruisce per fare e rilasciare più copie della proteina MDA-7/IL-24. Se la cella è normale, la proteina è secernuta semplicemente e nessun danno accade. Ma se la cella è cancerogena, MDA-7/IL-24 causa la morte ossidativa di danno ed infine delle cellule di sforzo, non solo all'interno del tumore primario ma anche fra le sue metastasi distanti - la causa della morte in 90% dei pazienti.

Come conseguenza di questo trattamento, il sistema immunitario genera le celle di T di memoria che possono uccidere teoricamente il tumore se ritorna mai. All'intero livello del tumore, IL-24 egualmente blocca la formazione del vaso sanguigno, tumori affamati delle sostanze nutrienti state necessarie così male per sostenere la loro crescita incontrollata.

In mouse con carcinoma della prostata, il melanoma o altre metastasi del cancro, celle di T di MDA-7/IL-24-expressing ha rallentato o fermato le celle di T meglio invariate di progressione del cancro.

I ricercatori egualmente hanno scoperto che quello armare le celle di T con MDA-7/IL-24 li ha permessi di sopravvivere a meglio e moltiplicare nel microenvironment del tumore - la destra dello spazio intorno al Massachusetts cancerogeno.

Il sito del tumore è spesso molto ostile alle celle immuni. Abbiamo scoperto che MDA-7/IL-24 può aiutare le celle di T a proliferare ed oltrepassare le cellule tumorali.„

Xiang-Yang (Shawn) Wang, il professor della genetica umana e molecolare a VCU

Nella clinica, questo approccio comprenderebbe estrarre le proprie celle di T del paziente dai campioni del tumore, geneticamente costruendoli per esprimere MDA-7/IL-24, coltivando milioni di copie delle celle in laboratorio e definitivo trapiantandole nuovamente dentro il paziente. Con gli standard fabbricanti federale-affidati, la procedura è generalmente sicura e come minimo dilagante. Le celle del CARRELLO potrebbero anche essere costruite per esprimere MDA-7/IL-24.

Per essere la maggior parte del efficace, le celle di T MDA-7/IL-24 probabilmente sarebbero usate insieme con altre terapie.

Sebbene non sia mai facile portando una tecnologia dal banco al lato del letto, Fisher è ottimista che gran parte del fondamento già è stato steso.

I test clinici facendo uso dei metodi differenti di consegna del IL-24 sono già in corso per parecchi cancri. Una prova di fase 1 facendo uso di un adenovirus - simile al raffreddore - per consegnare MDA-7/IL24 al tumore ha dimostrato l'efficacia di circa 44% contro i moduli multipli di cancro e generalmente ha provato non tossico.

“Penso che abbiamo un vantaggio acquisito all'inizio di una gara e una rampa corrente che potrebbe realmente essere accelerata,„ Fisher ha detto.

Insieme, Wang e Fisher recentemente hanno assicurato una concessione dall'istituto nazionale contro il cancro per ottimizzare la loro tecnologia per il trattamento dei tumori e delle metastasi solidi del cancro, in attesa delle prove umane future.

Source:
Journal reference:

Liu, Z., et al. (2021) Engineering T cells to express tumoricidal MDA-7/IL-24 enhances cancer immunotherapy. Cancer Research. doi.org/10.1158/0008-5472.CAN-20-2604.