Attenzione: questa pagina è una traduzione automatica di questa pagina originariamente in lingua inglese. Si prega di notare in quanto le traduzioni sono generate da macchine, non tutte le traduzioni saranno perfetti. Questo sito web e le sue pagine web sono destinati ad essere letto in inglese. Ogni traduzione del sito e le sue pagine web possono essere imprecise e inesatte, in tutto o in parte. Questa traduzione è fornita per comodità.

I vaccinees precedentemente infettati neutralizzano largamente le varianti SARS-CoV-2 di preoccupazione

I ricercatori negli Stati Uniti hanno intrapreso gli studi che dimostrano l'efficacia dei vaccini di prima generazione alla protezione contro le varianti del coronavirus 2 (SARS-CoV-2) di sindrome respiratorio acuto severo in persone che precedentemente sono state infettate con il virus.

Il virus del romanzo SARS-CoV-2 è l'agente responsabile della pandemia di malattia 2019 di coronavirus (COVID-19) che continua a rappresentare una minaccia alla salute pubblica globale ed ora ha reclamato le vite di più di 3,19 milione di persone universalmente.

Il gruppo ha valutato i livelli di anticorpi di neutralizzazione contro le varianti di SARS-CoV-2 prima e dopo due dosi del vaccino di Pfizer-BioNTech in dieci persone che erano state infettate con lo sforzo originale del virus prima della vaccinazione. Questi titoli di neutralizzazione sono stati paragonati a quelli della gente che egualmente ha ricevuto i due vaccini ma precedentemente non erano stati infettati.

I ricercatori, dall'università di salubrità dell'Oregon & di scienza a Portland, trovata che livelli preesistenti amplificati vaccinazione di anticorpi contro la proteina virale della punta 10 volte nelle persone precedentemente infettate, ma non ai livelli che erano significativamente superiori a quelli dei vaccinees precedentemente non infetti.

La proteina della punta è la struttura che principale il virus usa per legare a ed infettare le cellule ospiti. Questa punta lega all'enzima di conversione dell'angiotensina umano 2 (ACE2) del recettore cellulare ospite via il suo dominio dell'ricevitore-associazione (RBD), un obiettivo primario degli anticorpi di neutralizzazione che seguono l'infezione o la vaccinazione naturale.

Tuttavia, titoli di neutralizzazione dell'anticorpo aumentati vaccinazione ai livelli elevati in persone precedentemente infettate contro i vaccinees non infetti contro lo sforzo originale di SARS-CoV-2 e tre varianti del virus.

I titoli di neutralizzazione dell'anticorpo dai vaccinees precedentemente infettati erano più di cinque volte più su contro la variante B.1.1.7 che è emerso nel Regno Unito, più di sei volte più su contro lo stirpe B.1.351 che è emerso nel Sudafrica e più di quattro volte più su contro lo stirpe P.1 che è emerso nel Brasile.

“Il nostro studio indica che un vaccino di prima generazione COVID-19 assicura la vasta protezione dalle varianti SARS-CoV-2 in persone l'infezione precedente,„ scrive Fikadu Tafesse e colleghi.

Una versione della pubblicazione preliminare della pubblicazione è disponibile sul " server " del medRxiv*, mentre l'articolo subisce la revisione tra pari.

Studio: I vaccinees precedentemente infettati neutralizzano largamente le varianti SARS-CoV-2. Credito di immagine: NIAID
Studio: I vaccinees precedentemente infettati neutralizzano largamente le varianti SARS-CoV-2. Credito di immagine: NIAID

Le preoccupazioni sono sorto per quanto riguarda l'efficacia dei vaccini

Da quando lo scoppio COVID-19 in primo luogo ha cominciato alla fine del dicembre 2019, i ricercatori hanno sviluppato parecchi vaccini per proteggere dall'infezione SARS-CoV-2 che hanno completato i test clinici ed autorizzato in caso d'urgenza.

Dopo il completamento delle prove di fase 3, i efficacies riferiti dei candidati vaccino da Pfizer-BioNTech (BNT162b2), Moderna (mRNA-1273) e Janssen (Ad26.COV2.S) erano 95%, 94% e 66%, rispettivamente.

L
L'immunità dall'infezione naturale SARS-CoV-2 amplificata dalla vaccinazione successiva estende la protezione contro le varianti di preoccupazione. Neutralizzazione delle varianti SARS-CoV-2 vicino pre-e dei sieri di post-vaccinazione raccolti dalle persone del naïve e precedentemente infettata. Sono indicati i risultati di una prova di neutralizzazione di riduzione del fuoco di 50% (FRNT50) per un isolato in anticipo USA-WA1/2020 (A) di SAR CoV-2 e gli isolati clinici del COV di B.1.1.7 (B), B.1.351 (C) e P.1 (D). Le barre orizzontali rappresentano il titolo di media geometrica e le barre di I rappresentano gli intervalli di confidenza di 95%. I confronti statistici sono stati fatti facendo uso della prova di ordine-somma di Wilcoxon. LOD denota il limite di rilevazione.

Congiuntamente alla percentuale sostanziale di molte comunità stimate per guadagnare l'immunità naturale con l'infezione SARS-CoV-2, lo srotolamento della vaccinazione ha sollevato la possibilità che gli alti livelli di immunità del gregge potrebbero presto essere raggiunti.

Tuttavia, il dubbio fondente su questa prospettiva è l'emergenza delle varianti SARS-CoV-2 di preoccupazione (VOCs) che contengono le mutazioni della punta che migliorano l'associazione del virus alle cellule ospiti e, pertanto, al transmissibility.

“Più riguardo a è stato l'emergenza delle mutazioni della punta con il potenziale di sfuggire agli anticorpi di neutralizzazione sollevati contro gli stirpi più iniziali di SARS-CoV-2 con l'infezione con uno stirpe originale o dai vaccini di prima generazione COVID-19,„ scrive Tafesse ed i colleghi.

Gli studi recenti effettivamente hanno dimostrato gli impulsi delle reinfezioni nelle regioni con l'estesa trasmissione del B.1.351 sudafricano e degli stirpi brasiliani P.1 come pure i declini nell'efficacia vaccino contro B.1.351.

Che cosa lo studio corrente ha trovato?

Ora, Tafesse ed il gruppo hanno indicato che mentre due dosi del vaccino di Pfizer BioNTech BNT162b2 hanno amplificato i titoli dell'anticorpo della anti-punta composti di dieci parti in dieci persone precedentemente infettate, questi titoli non erano significativamente superiori a quelli suscitati nell'età venti e sesso-hanno abbinato i vaccinees precedentemente non infetti.

Tuttavia, nelle persone precedentemente infettate, i livelli elevati significativamente generati la vaccinazione di attività di neutralizzazione contro ogni stirpe SARS-CoV-2 hanno provato che nei vaccinees precedentemente non infetti. I titoli di neutralizzazione dell'anticorpo erano 3,5 volte più su contro lo stirpe originale, 5,2 volte su contro B.1.1.7, 6,5 volte più su contro B.1.351 e 4,3 volte più su contro P.1.

D'importanza, non c'era differenza significativa fra i titoli di neutralizzazione dell'anticorpo della post-vaccinazione contro la variante B.1.351 in persone precedentemente infettate e quelli contro lo sforzo virale originale in persone precedentemente non infette.

Il gruppo dice che questo che trova suggerisce che i vaccini di prima generazione COVID-19 potrebbero conservare l'efficacia quasi completa contro anche il VoCs più resistente una volta amministrati dopo l'infezione naturale.

Che cosa gli autori hanno concluso?

“In generale, i nostri risultati forniscono la prova importante per vasto e le risposte di neutralizzazione potenti dell'anticorpo contro le varianti emergenti SARS-CoV-2, anche con l'esposizione soltanto all'antigene del wildtype il SAR CoV-2,„ scrive Tafesse ed i colleghi.

I ricercatori dicono che i risultati supportano un rapporto recente che l'infezione naturale con B.1.351 induce una simile risposta di neutralizzazione inter-reattiva dell'anticorpo contro B.1.351, P.1 e il SARS-CoV-2 originale.

“Mentre questi ed altri risultati del laboratorio devono essere convalidati degli dagli studi livelli della popolazione in corso, indicano un ruolo novello per i vaccini COVID-19 in popolazioni duramente colpite proteggenti dalle onde future della pandemia,„ concludono il gruppo.

Avviso *Important

il medRxiv pubblica i rapporti scientifici preliminari che pari-non sono esaminati e, pertanto, non dovrebbero essere considerati conclusivi, guida la pratica clinica/comportamento correlato con la salute, o trattato come informazioni stabilite.

Journal reference:
Sally Robertson

Written by

Sally Robertson

Sally first developed an interest in medical communications when she took on the role of Journal Development Editor for BioMed Central (BMC), after having graduated with a degree in biomedical science from Greenwich University.

Citations

Please use one of the following formats to cite this article in your essay, paper or report:

  • APA

    Robertson, Sally. (2021, May 02). I vaccinees precedentemente infettati neutralizzano largamente le varianti SARS-CoV-2 di preoccupazione. News-Medical. Retrieved on May 13, 2021 from https://www.news-medical.net/news/20210502/Previously-infected-vaccinees-broadly-neutralize-SARS-CoV-2-variants-of-concern.aspx.

  • MLA

    Robertson, Sally. "I vaccinees precedentemente infettati neutralizzano largamente le varianti SARS-CoV-2 di preoccupazione". News-Medical. 13 May 2021. <https://www.news-medical.net/news/20210502/Previously-infected-vaccinees-broadly-neutralize-SARS-CoV-2-variants-of-concern.aspx>.

  • Chicago

    Robertson, Sally. "I vaccinees precedentemente infettati neutralizzano largamente le varianti SARS-CoV-2 di preoccupazione". News-Medical. https://www.news-medical.net/news/20210502/Previously-infected-vaccinees-broadly-neutralize-SARS-CoV-2-variants-of-concern.aspx. (accessed May 13, 2021).

  • Harvard

    Robertson, Sally. 2021. I vaccinees precedentemente infettati neutralizzano largamente le varianti SARS-CoV-2 di preoccupazione. News-Medical, viewed 13 May 2021, https://www.news-medical.net/news/20210502/Previously-infected-vaccinees-broadly-neutralize-SARS-CoV-2-variants-of-concern.aspx.