Attenzione: questa pagina è una traduzione automatica di questa pagina originariamente in lingua inglese. Si prega di notare in quanto le traduzioni sono generate da macchine, non tutte le traduzioni saranno perfetti. Questo sito web e le sue pagine web sono destinati ad essere letto in inglese. Ogni traduzione del sito e le sue pagine web possono essere imprecise e inesatte, in tutto o in parte. Questa traduzione è fornita per comodità.

Gli anticorpi SARS-CoV-2 sono rilevabili fino ad un anno dopo l'infezione, ritrovamenti studiano

Un gruppo degli scienziati dagli Stati Uniti recentemente ha studiato la robustezza e la durevolezza del coronavirus respiratorio acuto anti-severo di sindrome 2 anticorpi (SARS-CoV-2) nei pazienti di malattia 2019 di coronavirus (COVID-19). I loro risultati rivelano che i pazienti COVID-19 esibiscono una forte risposta dell'anticorpo anti-SARS-CoV-2 per fino a 1 anno e che la robustezza della risposta dell'anticorpo dipende dalla severità dell'età e della malattia del paziente. Lo studio è attualmente disponibile sul " server " della pubblicazione preliminare del medRxiv*.

Sfondo

Con più di un anno nella pandemia COVID-19, ora è conosciuto che la robustezza e la durevolezza della risposta dell'anticorpo anti-SARS-CoV-2 in pazienti COVID-19 è un preannunciatore importante di reinfezione e della risposta del vaccino. In questo contesto, gli studi hanno indicato che anche una singola dose vaccino è capace dell'induzione della risposta forte dell'anticorpo in persone con l'infezione priore SARS-CoV-2.

Similmente, c'è prova che indica che la robustezza della risposta dell'anticorpo correla positivamente con la severità di COVID-19. Tuttavia, i casi di reinfezione in pazienti recuperati COVID-19 egualmente sono stati documentati nella letteratura.

Inoltre, un numero limitato degli studi ha suggerito che l'immunità inter-reattiva dai coronaviruses umani stagionali potesse assicurare un certo grado di protezione contro l'infezione SARS-CoV-2. Di conseguenza, una comprensione approfondita della dinamica della risposta dell'anticorpo anti-SARS-CoV-2 è necessaria particolarmente da determinare il rischio di reinfezione e di efficacia del vaccino.

Nello studio corrente, gli scienziati hanno valutato la grandezza e la durevolezza dell'associazione IgG-specifica anti-SARS-CoV-2 e degli anticorpi di neutralizzazione in pazienti delicati, moderati, o severi COVID-19. Egualmente hanno studiato se l'età, la severità di malattia e l'immunità priore contro i coronaviruses stagionali possono influenzare l'immunità umorale specifica SARS-CoV-2.

Progettazione di studio

Gli studi sono stati intrapresi sui pazienti laboratorio-confermati COVID-19 che hanno ricevuto il trattamento medico a sette ospedali militari negli Stati Uniti. I campioni del siero sono stati raccolti dai pazienti ai tempi dell'iscrizione e di fino a un'post-iscrizione di anno.

Complessivamente 505 pazienti (sia ospedalizzato che non ospedalizzato) sono stati iscritti per lo studio e sono stati valutati per la risposta dell'anticorpo anti-SARS-CoV-2. I pazienti sono stati divisi in tre fasce d'età: 18 - 44 anni; 45 - 64 anni; e più di 65 anni. I pazienti che erano stati ospedalizzati sono stati considerati avere moderato a COVID-19 severo.  

I livelli del siero di anticorpi obbligatori della anti-punta IgG-specifica sono stati stimati in 250 di 505 pazienti iscritti. La grandezza e la durevolezza degli anticorpi di neutralizzazione sono state valutate in 72 pazienti entro 6 mesi dopo l'inizio di sintomo. I campioni del siero raccolti da 11 paziente all'inizio di 12 mesi di sintomo del paletto egualmente sono stati valutati per gli anticorpi di neutralizzazione.

Severità di risposta e di malattia dell'anticorpo

I risultati di studio hanno rivelato che 100% dei pazienti ospedalizzati era presente con la risposta dell'anticorpo anti-SARS-CoV-2 anche dopo un anno di inizio di sintomo. Fra i pazienti non ospedalizzati, circa 95% e 80% sono rimanere 6 mesi sieropositivi e di 12 mesi dopo l'inizio di sintomo, rispettivamente. L'emivita degli anticorpi obbligatori sia in pazienti ospedalizzati che non ospedalizzati è stata trovata per essere dei più di 1000 giorni dopo l'inizio di sintomo. Durante la fase in anticipo di infezione, i pazienti ospedalizzati hanno esibito i livelli elevati significativamente dell'anticorpo di quanto i pazienti non ospedalizzati. Tuttavia, dopo 12 mesi dell'infezione, questa differenza nella risposta dell'anticorpo si è abolita.

Due analisi differenti di neutralizzazione sono state portate dagli scienziati per determinare la durata e l'efficacia degli anticorpi di neutralizzazione anti-SARS-CoV-2. In un esperimento, l'emivita degli anticorpi di neutralizzazione in pazienti ospedalizzati e non ospedalizzati è stata trovata per essere dei 88 giorni e dei 77 giorni, rispettivamente.

Considerando che, nell'altro esperimento, l'emivita è stata valutata dei 106 giorni e dei 29 giorni in pazienti ospedalizzati e non ospedalizzati, rispettivamente. Simile alla risposta obbligatoria dell'anticorpo, i pazienti ospedalizzati hanno esibito i titoli più su di neutralizzazione dell'anticorpo di quanto i pazienti non ospedalizzati durante la fase in anticipo di infezione. Catturati insieme, questi risultati rivelano una correlazione positiva fra la severità di malattia e la risposta dell'anticorpo.  

Risposta dell'anticorpo ed età del paziente

Durante la fase in anticipo di infezione, una correlazione positiva fra il livello obbligatorio dell'anticorpo e l'età sono state osservate in pazienti non ospedalizzati. Il più alta risposta dell'anticorpo è stata osservata in pazienti non ospedalizzati ha invecchiato più di 65 anni. D'importanza, nessuna differenza nella risposta dell'anticorpo è stata osservata dopo 12 mesi dell'inizio di sintomo.

L'emivita degli anticorpi obbligatori in pazienti non ospedalizzati ha invecchiato 18 - 44 anni, 45 - 64 anni e più di 65 anni sono stati valutati dei 1000 giorni, i 230 giorni e i 143 giorni, rispettivamente. Tuttavia, un'emivita dei 1000 giorni è stata individuata in pazienti ospedalizzati attraverso tutte le fasce d'età.

Per quanto riguarda gli anticorpi di neutralizzazione, la grandezza della risposta è stata trovata per aumentare con l'età in pazienti non ospedalizzati durante la fase in anticipo di infezione. Similmente, i livelli elevati degli anticorpi di neutralizzazione sono stati osservati in pazienti non ospedalizzati di 45 anni e sopra.

In generale, questi risultati indicano che l'aumento età-dipendente nella risposta iniziale dell'anticorpo è confuso dalla severità relativa all'età di malattia.

risposta immunitaria Inter-reattiva

Durante la fase in anticipo di infezione, i livelli elevati degli anticorpi inter-reattivi contro i beta coronaviruses stagionali sono stati individuati in delicato ai pazienti severi COVID-19. Tuttavia, le risposte immunitarie inter-reattive ai coronaviruses stagionali non hanno mostrato alcuna correlazione con la severità COVID-19 e la risposta di neutralizzazione dell'anticorpo anti-SARS-CoV-2.

Significato di studio

I risultati di studio rivelano che l'immunità umorale sviluppata in risposta all'infezione naturale SARS-CoV-2 può persistere per fino a un'post-infezione di anno. Tuttavia, la robustezza e la durevolezza della risposta dell'anticorpo è relativamente più in basso fra le più giovani persone con COVID-19 delicato che non richiede l'ospedalizzazione.

Avviso *Important

il medRxiv pubblica i rapporti scientifici preliminari che pari-non sono esaminati e, pertanto, non dovrebbero essere considerati conclusivi, guida la pratica clinica/comportamento correlato con la salute, o trattato come informazioni stabilite.

Journal reference:
Dr. Sanchari Sinha Dutta

Written by

Dr. Sanchari Sinha Dutta

Dr. Sanchari Sinha Dutta is a science communicator who believes in spreading the power of science in every corner of the world. She has a Bachelor of Science (B.Sc.) degree and a Master's of Science (M.Sc.) in biology and human physiology. Following her Master's degree, Sanchari went on to study a Ph.D. in human physiology. She has authored more than 10 original research articles, all of which have been published in world renowned international journals.

Citations

Please use one of the following formats to cite this article in your essay, paper or report:

  • APA

    Dutta, Sanchari Sinha. (2021, May 03). Gli anticorpi SARS-CoV-2 sono rilevabili fino ad un anno dopo l'infezione, ritrovamenti studiano. News-Medical. Retrieved on January 29, 2022 from https://www.news-medical.net/news/20210503/SARS-CoV-2-antibodies-are-detectable-up-to-a-year-after-infection-finds-study.aspx.

  • MLA

    Dutta, Sanchari Sinha. "Gli anticorpi SARS-CoV-2 sono rilevabili fino ad un anno dopo l'infezione, ritrovamenti studiano". News-Medical. 29 January 2022. <https://www.news-medical.net/news/20210503/SARS-CoV-2-antibodies-are-detectable-up-to-a-year-after-infection-finds-study.aspx>.

  • Chicago

    Dutta, Sanchari Sinha. "Gli anticorpi SARS-CoV-2 sono rilevabili fino ad un anno dopo l'infezione, ritrovamenti studiano". News-Medical. https://www.news-medical.net/news/20210503/SARS-CoV-2-antibodies-are-detectable-up-to-a-year-after-infection-finds-study.aspx. (accessed January 29, 2022).

  • Harvard

    Dutta, Sanchari Sinha. 2021. Gli anticorpi SARS-CoV-2 sono rilevabili fino ad un anno dopo l'infezione, ritrovamenti studiano. News-Medical, viewed 29 January 2022, https://www.news-medical.net/news/20210503/SARS-CoV-2-antibodies-are-detectable-up-to-a-year-after-infection-finds-study.aspx.