Attenzione: questa pagina è una traduzione automatica di questa pagina originariamente in lingua inglese. Si prega di notare in quanto le traduzioni sono generate da macchine, non tutte le traduzioni saranno perfetti. Questo sito web e le sue pagine web sono destinati ad essere letto in inglese. Ogni traduzione del sito e le sue pagine web possono essere imprecise e inesatte, in tutto o in parte. Questa traduzione è fornita per comodità.

Lo studio fornisce lo sguardo più completo eppure sulla mortalità dell'ospedale COVID-19

Un nuovo studio sulle morti dell'ospedale negli Stati Uniti, pubblicato oggi nella rete di JAMA aperta, è lo sguardo più completo eppure ai cambiamenti nella mortalità dell'ospedale durante la pandemia. I ricercatori hanno analizzato i dati su più di 20.000 pazienti ammessi agli ospedali per COVID-19, oltre nove mesi completi, da marzo a novembre di 2020. Hanno trovato che le tariffe della mortalità in ospedale fra i pazienti di COVID sono caduto 38% fra marzo e maggio, ma c'era piccolo ulteriore declino fino a novembre 2020.

I ricercatori hanno mirato a scoprire la causa più probabile della tendenza osservata gestendo per l'età, il sesso, i comorbidities e la severità pazienti della malattia quando il paziente è stato ammesso. Tuttavia, hanno trovato che nessuno di questi fattori completamente hanno spiegato il declino nei tassi di mortalità.

Capendo perché i tassi di mortalità variabili è importanti per i clinici che lavorano per migliorare i risultati per i pazienti ospedalizzati con COVID-19. Ulteriore analisi è necessaria capire più precisamente i driver, ma parla ad un'esigenza cruciale della condivisione delle informazioni e dell'identificazione dei best practice dell'ospedale che possono impedire i tassi di mortalità aumentare ancora, specialmente durante le onde future possibili delle infezioni COVID-19.„

Dott. Gregory Roth, l'autore principale ed il professore associato dello studio di medicina, istituto per la metrica di salubrità e valutazione all'università di Washington

I ricercatori hanno analizzato le registrazioni dalla registrazione della malattia cardiovascolare del COVID-19 dell'associazione americana del cuore, compreso 107 ospedali in 31 stato. I tassi di mortalità per i pazienti nella registrazione erano a marzo e aprile a maggio e giugno 19,1%, 11,9%, 11% a luglio e agosto e 10,8% da settembre a novembre. Quasi un terzo dei pazienti è stato ammesso a terapia intensiva e 1 in 5 è stato collocato su ventilazione meccanica.

Lo studio ha trovato che c'erano soltanto caratteristiche del ricoverato dei piccoli cambi durante il periodo osservato, compreso una piccola diminuzione nell'età, un aumento nella percentuale di donne e un aumento in BMI.

“I nostri risultati suggeriscono che il declino nella mortalità potrebbe essere dovuto gli ospedali ed i cambiamenti sovraccaricati nel trattamento,„ Roth hanno spiegato. “Con più circolazione di varianti e molti paesi ancora che lottano con gli ospedali sovraccaricati e le risorse insufficienti, di più conosciamo circa questo il migliore.„

La registrazione paziente di dati di CVD del COVID-19 dell'associazione americana del cuore è stata lanciata entro i mesi dell'inizio della pandemia COVID-19 nel 2020, per fornire le comprensioni a cura ed a risultati cardiovascolari avversi. James de Lemos, MD, co-presidente volontario del comitato di coordinamento per la registrazione ed il professore di medicina e dell'innamorato Palla-Kern Wildenthal ha distinto la presidenza in cardiologia all'università del Texas che il centro medico sudoccidentale a Dallas, che guidato co il comitato di coordinamento dell'associazione si offre volontariamente per stabilire la registrazione, ha detto, “i risultati come quei da questo studio riflettono l'importanza ed il valore di raccolta del questo gruppo di dati rapido crescente alle analisi di comportamento ed ai progetti di ricerca multipli molto in un periodo di scarsità.„

Source:
Journal reference:

Roth, G.A., et al. (2021) Trends in Patient Characteristics and COVID-19 In-Hospital Mortality in the United States During the COVID-19 Pandemic. JAMA Network Open. doi.org/10.1001/jamanetworkopen.2021.8828.