Attenzione: questa pagina è una traduzione automatica di questa pagina originariamente in lingua inglese. Si prega di notare in quanto le traduzioni sono generate da macchine, non tutte le traduzioni saranno perfetti. Questo sito web e le sue pagine web sono destinati ad essere letto in inglese. Ogni traduzione del sito e le sue pagine web possono essere imprecise e inesatte, in tutto o in parte. Questa traduzione è fornita per comodità.

Attività differenziale delle cellule di NK trovata per contribuire a resistenza di infezione SARS-CoV-2

La pandemia COVID-19 causata dal coronavirus 2 (SARS-CoV-2) di sindrome respiratorio acuto severo ha pregiudicato milioni di persone universalmente ed è la causa principale della mortalità nel Brasile nel 2020 come pure all'inizio del 2021. Le manifestazioni cliniche della malattia COVID-19 variano da nessun sintomi e dai sintomi del tipo di influenza delicati ai casi severi che piombo all'ospedalizzazione ed alla morte.

Quasi 30% delle persone infettate con SARS-CoV-2 sono asintomatici ma possono ancora trasmettere l'infezione. Ciò può essere spiegata facendo uso di una combinazione di fattori epigenetici, genetici ed ambientali quali l'esposizione e l'infezione precedente. L'identificazione delle persone asintomatiche è per quanto misurare i gradi differenti di esposizione sia provocatoria un compito complesso. Tuttavia, queste persone possono offrire le comprensioni nei meccanismi della resistenza SARS-CoV-2 e dell'infezione.

Il complesso principale umano di istocompatibilità (MHC) ed il complesso del ricevitore del leucocita (LRC) sono buoni, candidati naturali per lo studio della risposta immunitaria contro gli agenti infettante come SARS-CoV-2. Il LRC codifica i ricevitori del tipo di Ig del leucocita (LILRs), i ricevitori del tipo di Ig leucocita-associati (tane) e i Ig-come-ricevitori della uccisore-cella (KIRs). Il MHC ha molti geni in questione nella presentazione (HLA-DRB1), la modulazione immune (HLA-G, HLA-E e trattamento dell'antigene (TAP1 e TAP2). Da HLA e da KIR i luoghi mostrano il polimorfismo insolitamente elevato e l'esteso paralogy, questi geni è trascurato solitamente negli studi genoma di ampiezza di associazione (GWAS).

Sulla base delle osservazioni recenti, la trasmissione secondaria di SARS-CoV-2 per chiudere i contatti che dividono una famiglia era circa 53%. La valutazione dei partner dei pazienti sintomatici COVID-19 che hanno diviso la stessa camera da letto senza alcuni provvedimenti cautelari quali le maschere è un approccio efficiente per analizzare le persone infezione-resistenti che altamente sono esposte allo stesso sforzo di SARS-CoV-2.

Analizzare le coppie brasiliane divergenti per studiare la variabilità nei geni di LRC e di MHC

I ricercatori dal Brasile recentemente hanno studiato la variabilità in geni dal MHC e dal LRC ed il ruolo ha giocato da loro nell'infezione SARS-CoV-2 e nella resistenza. Hanno analizzato un gruppo che comprende 86 coppie brasiliane che erano divergenti per l'infezione. Cioè si è stato infettato mentre il loro partner che divide la famiglia è rimanere in seguito asintomatico e sieronegativo per fino a 6 mesi, malgrado l'esposizione vicina durante il periodo di infezione. Le età e le percentuali genetiche dell'ascendenza di partner divergenti erano comparabili. Lo studio è pubblicato sul medRxiv* del " server " della pubblicazione preliminare.

Per studiare l'associazione delle varianti all'interno delle regioni di MHC e di LRC, gli autori interi-exome hanno ordinato le coppie nel gruppo di studio ed hanno applicato una conduttura di bioinformatica per recuperare i geni altamente polimorfici e per analizzarli.

I ricercatori hanno osservato un impatto secondario nei geni di KIR e nei geni della antigene-presentazione connessi con la resistenza. I geni relativi a modulazione immune in questione nell'attivazione/inibizione di uccisione delle cellule di NK sono stati trovati per avere varianti che possono contribuire alla resistenza di infezione. Hanno supposto che le persone che producono più quantità significative di MICA, di LILRB1, di LILRB2 e di importi più bassi di MICB, fossero ad infezione più incline SARS-CoV-2.

“Abbiamo osservato piccolo a nessun impatto dei polimorfismi nei geni della antigene-presentazione e nei geni di KIR nella resistenza o a predisposizione all'infezione.„

Sulla base delle ipotesi di risultati di studio e degli autori', le differenze quantitative in queste molecole relative ad attività di NK hanno potuto contribuire alla resistenza SARS-CoV-2 downregulating l'attività citotossica delle cellule di NK in persone infettate ma non nei loro partner resistenti.

“Non abbiamo individuato associazioni pertinenti fra i geni di KIR e l'infezione SARS-CoV-2 per il numero di copia, SNPs ed abbiamo predetto le sequenze della proteina.„

Per riassumere, gli autori hanno svolto uno studio di regione del candidato per paragonare i polimorfismi nelle regioni di MHC e di LRC in persone infettate a COVID-19 ed i loro partner che sono stati esposti al virus ma erano asintomatici e sieronegativi per COVID-19. Da quando tutti i campioni in questo studio sono stati raccolti all'inizio del 2020, tutte le coppie studiate probabilmente sono state esposte allo stesso sforzo virale.

I risultati suggeriscono che i geni con un ruolo nelle risposte immunitarie innate ed adattabili possano fare una parte vitale nella resistenza virale. Le analisi funzionali possono fornire un modo verificare questa ipotesi di attività differenziale delle cellule di NK fra le persone infettate SARS-CoV-2 e quelle resistenti, comprendente MICB, la MICA e le molecole LAIR1/2.

“Supponiamo che le quantità elevate a prodotti inclini delle persone di MICA (possibilmente sostanza solubile), di LILRB1, di LILRB2 e degli importi bassi di MICB, siano state più suscettibili dell'infezione.„

Avviso *Important

il medRxiv pubblica i rapporti scientifici preliminari che pari-non sono esaminati e, pertanto, non dovrebbero essere considerati conclusivi, guida la pratica clinica/comportamento correlato con la salute, o trattato come informazioni stabilite.

Journal reference:
  • “Immunogenetics of resistance to SARS-CoV-2 infection in discordant couples” Erick C. Castelli, Mateus V. de Castro, Michel S. Naslavsky, Marilia O. Scliar, Nayane S. B. Silva, Heloisa S. Andrade, Andreia S. Souza, Raphaela Neto Pereira, Camila F. B. Castro, Celso T. Mendes-Junior, Diogo Meyer, Kelly Nunes, Larissa R. B. Matos, Monize V. R. Silva, Jaqueline T. W. Wang, Joyce Esposito, Vivian R. Coria, Raul H. Bortolin, Mario H. Hirata, Jhosiene Y. Magawa, Edecio Cunha-Neto, Verônica Coelho, Keity S. Santos, Maria Lucia C. Marin, Jorge Kalil, Miguel Mitne Neto, Rui M. B. Maciel, Maria Rita Passos-Bueno, Mayana Zatz, medRxiv, 2021.04.21.21255872; doi: https://doi.org/10.1101/2021.04.21.21255872, https://www.medrxiv.org/content/10.1101/2021.04.21.21255872v1
Susha Cheriyedath

Written by

Susha Cheriyedath

Susha has a Bachelor of Science (B.Sc.) degree in Chemistry and Master of Science (M.Sc) degree in Biochemistry from the University of Calicut, India. She always had a keen interest in medical and health science. As part of her masters degree, she specialized in Biochemistry, with an emphasis on Microbiology, Physiology, Biotechnology, and Nutrition. In her spare time, she loves to cook up a storm in the kitchen with her super-messy baking experiments.

Citations

Please use one of the following formats to cite this article in your essay, paper or report:

  • APA

    Cheriyedath, Susha. (2021, May 03). Attività differenziale delle cellule di NK trovata per contribuire a resistenza di infezione SARS-CoV-2. News-Medical. Retrieved on June 19, 2021 from https://www.news-medical.net/news/20210503/Differential-NK-cell-activity-found-to-contribute-to-SARS-CoV-2-infection-resistance.aspx.

  • MLA

    Cheriyedath, Susha. "Attività differenziale delle cellule di NK trovata per contribuire a resistenza di infezione SARS-CoV-2". News-Medical. 19 June 2021. <https://www.news-medical.net/news/20210503/Differential-NK-cell-activity-found-to-contribute-to-SARS-CoV-2-infection-resistance.aspx>.

  • Chicago

    Cheriyedath, Susha. "Attività differenziale delle cellule di NK trovata per contribuire a resistenza di infezione SARS-CoV-2". News-Medical. https://www.news-medical.net/news/20210503/Differential-NK-cell-activity-found-to-contribute-to-SARS-CoV-2-infection-resistance.aspx. (accessed June 19, 2021).

  • Harvard

    Cheriyedath, Susha. 2021. Attività differenziale delle cellule di NK trovata per contribuire a resistenza di infezione SARS-CoV-2. News-Medical, viewed 19 June 2021, https://www.news-medical.net/news/20210503/Differential-NK-cell-activity-found-to-contribute-to-SARS-CoV-2-infection-resistance.aspx.