Attenzione: questa pagina è una traduzione automatica di questa pagina originariamente in lingua inglese. Si prega di notare in quanto le traduzioni sono generate da macchine, non tutte le traduzioni saranno perfetti. Questo sito web e le sue pagine web sono destinati ad essere letto in inglese. Ogni traduzione del sito e le sue pagine web possono essere imprecise e inesatte, in tutto o in parte. Questa traduzione è fornita per comodità.

Le credenze di cospirazioni circa COVID-19 sono aumentato fra gli utenti dei media conservatori e sociali

La credenza nelle cospirazioni circa la pandemia COVID-19 è aumentato con i primi mesi dello scoppio fra la gente che ha riferito essere utenti pesanti dei media conservatori e sociali, uno studio degli Stati Uniti da Annenberg che i ricercatori del centro di ordine pubblico (APPC) ha trovato.

La ricerca priore di APPC ha trovato che i media conservatori o sociali di quella gente che ha usato regolarmente nei primi mesi della pandemia erano più probabili riferire credere in un gruppo di cospirazioni COVID-19. Lo studio corrente spiega quello, trovando che un ricorso ai media conservatori o sociali realmente ha predetto un aumento nelle credenze di cospirazione da marzo al luglio 2020.

Da marzo al luglio 2020, per esempio, l'azione degli utenti conservatori di media che hanno riferito credere che il governo cinese cri il coronavirus mentre un'arma biologica è aumentato 52% - 66%. I media conservatori hanno compreso le sorgenti quali Fox News, Rush Limbaugh, notizie di Breitbart, una notizia dell'America ed il rapporto del gran lavoratore.

Più ulteriormente, questi aumenti nelle credenze di cospirazione sono stati associati con meno maschera che dura ed hanno fatto diminuire le intenzioni di ottenere un vaccino quando è diventato disponibile, secondo lo studio, pubblicato nel giornale di ricerca medica in Internet.

“I media hanno svolto un ruolo nella promozione o riduzione delle credenze di cospirazione,„ ha detto Dan Romer, direttore di ricerca del centro di ordine pubblico di Annenberg dell'università della Pennsylvania, che co-ha creato lo studio con Direttore Kathleen Corridoio Jamieson di APPC. “C'erano sorgenti di media che hanno ostacolato la capacità del paese di confrontare la pandemia.„

Sebbene alcune piattaforme sociali di media dicano hanno retroceduto o eliminato falso o il contenuto ingannevole circa la pandemia, l'uso in corso dei media sociali egualmente è stato correlato con una credenza aumentata nelle cospirazioni COVID-19.

Le piattaforme sociali principali di media stanno giocando le Whac-UN-Mole con i fornitori di cospirazione di COVID. Blocchi i loro imaginings in un posto e riappaiono in un altro.„

Kathleen Corridoio Jamieson, co-author di studio e Direttore, centro di ordine pubblico di Annenberg (APPC)

Un'arma biologica cinese ed altre credenze di cospirazione COVID-19

I ricercatori hanno eseguito un'indagine di conoscenza di scienza (ASK) di Annenberg facendo uso di un campione probabilistico nazionale degli Stati Uniti nel marzo 2020 ed ancora nel luglio 2020 con lo stesso gruppo di 840 adulti. Ai dichiaranti sono stati interrogati riguardo a tre credenze di cospirazione, ad uso di media, alle misure catturate per impedire la diffusione del virus ed alle loro intenzioni essere vaccinato, tra l'altro.

A luglio, i ricercatori hanno trovato questi livelli di accettazione globale delle credenze di cospirazione, con il campione globale che valuta loro o “definitivamente allineano„ o “probabilmente allini„:

  • 17% degli adulti degli Stati Uniti ha riferito che credendo quello “l'industria farmaceutica ha creato il coronavirus per aumentare le vendite delle sui droghe e vaccini,„ su da 15% a marzo;
  • 32% ha riferito credere che alcuni nel centri per il controllo e la prevenzione delle malattie (CDC) “stiano esagerando il pericolo posato dal coronavirus per danneggiare la presidenza di Trump,„ su da 24% a marzo; e
  • 38% ha riferito che credendo quello “il coronavirus è stato creato dal governo cinese come arma biologica,„ su da 28% a marzo.

Da marzo al luglio 2020, i media che conservatori la credenza degli utenti che l'industria farmaceutica ha creato il virus sono aumentato 13% - 28% e che alcuni nel CDC stavano esagerando il pericolo del virus per danneggiare la presidenza di Trump sono andato 34% - 61%.

Nel 2020, Fox News ospita Tucker Carlson, per esempio, ha discusso frequentemente la teoria di cospirazione che il coronavirus novello era bioengineered in un laboratorio cinese. E Rush Limbaugh ha addotto che “il coronavirus weaponized come ancora un altro elemento per portare giù Donald Trump„ e che “probabilmente è un esperimento del laboratorio di ChiCom [cinese comunista] che è nel corso del essere weaponized.„

Fonti di notizie della corrente principale

Mentre l'uso dei media conservatori ed i media sociali sono stati associati con credenza aumentata nelle cospirazioni, l'uso della stampa della corrente principale ha avuto l'associazione opposta. I ricercatori hanno trovato che regolare usi della stampa della corrente principale come Associated Press, New York Times, Wall Street Journal e Washington Post ha predetto un declino in queste credenze di cospirazione, che è stato collegato con il maggior uso della maschera e le intenzioni maggiori per ottenere vaccinato.

“Quando le notizie della corrente principale trattano le teorie di cospirazione, sono di suscitare inquietudini circa gli effetti di accettazione loro, non legittimarli,„ Romer ha detto.

La gente che ha contato su notiziario televisivo della corrente principale (quale le notizie di ABC, di NBC e di CBS) non ha esibito alcun cambiamento nelle loro credenze nelle cospirazioni dopo avere gestito per il loro altro uso di media. “La gente che ottiene molte informazioni dalle notizie della corrente principale TV era egualmente più probabile volere essere vaccinato ed era più probabile indossare le maschere, ma quella non è stata collegata con indipendentemente da fatto che hanno creduto nelle cospirazioni,„ ha detto Romer. “Ha funzionato indipendente.„

I risultati illustrano l'importanza delle notizie di radiodiffusione TV della corrente principale nell'informazione del paese circa gli efficaci mezzi di confronto della pandemia durante i mesi da marzo al luglio 2020.

I media ed i servizi sanitari di salute pubblica

I ricercatori hanno suggerito che i risultati “indicassero l'esigenza di maggiori sforzi da parte dei commentatori, dei reporter e degli ospiti sui media conservatori per riferire le informazioni verificabili sulla pandemia. I risultati egualmente indicano che le piattaforme sociali di media devono essere più aggressive nella riduzione, nel blocco e nell'opposizione i reclami circa i vaccini COVID-19, i reclami circa l'uso della maschera e delle credenze di cospirazione che sono state giudicate problematiche dai servizi sanitari di salute pubblica.„

Allo stesso tempo, i ricercatori hanno detto, i servizi sanitari di salute pubblica che cercano di impedire la diffusione del virus “dovrebbero cercare le opportunità di presentare l'informazione esatta circa la pandemia agli utenti„ dei media conservatori e sociali. Il raggiungimento degli utenti dei mezzi di informazione della corrente principale è egualmente importante perché erano “o meno probabili sottoscrivere alle credenze di cospirazione (nel caso della stampa) o più probabile adottare il comportamento protettivo (nel caso di notiziario televisivo di radiodiffusione).„

Source:
Journal reference:

Romer, D & Jamieson, K. S., (2021) Patterns of Media Use, Strength of Belief in COVID-19 Conspiracy Theories, and the Prevention of COVID-19 From March to July 2020 in the United States: Survey Study. Journal of Medical Internet Research. doi.org/10.2196/25215.