Attenzione: questa pagina è una traduzione automatica di questa pagina originariamente in lingua inglese. Si prega di notare in quanto le traduzioni sono generate da macchine, non tutte le traduzioni saranno perfetti. Questo sito web e le sue pagine web sono destinati ad essere letto in inglese. Ogni traduzione del sito e le sue pagine web possono essere imprecise e inesatte, in tutto o in parte. Questa traduzione è fornita per comodità.

I ricercatori del Cancro sono sovvenzionato di $3 milioni NSC per studiare la disfunzione conoscitiva dopo la chemioterapia

I ricercatori del Cancro all'università di scuola di medicina e di Indiana University di Pittsburgh hanno ricevuto un quinquennale, la concessione $3 milioni dall'istituto nazionale contro il cancro (NCI) per studiare la disfunzione conoscitiva dopo la chemioterapia.

A seguito della chemioterapia, i superstiti spesso la trovano più provocatoria per imparare le nuove mansioni, ricordano le parole o fanno le cose efficientemente o rapidamente quanto hanno fatto una volta. Ecco perché Robert Ferguson, il Ph.D., uno psicologo clinico nel programma di controllo Biobehavioral del Cancro al centro del Cancro di UPMC Hillman, ha sviluppato una terapia comportamentistica conoscitiva chiamata Memory ed addestramento di adattamento dell'attenzione, o MAAT, che sarà il fuoco di primi grazie su grande scala e multicentrati di studio alla nuova concessione.

Ferguson sta collaborando con Brenna McDonald, Psy.D., un membro di programma di ricerca di controllo e di prevenzione del cancro all'Indiana University Melvin e centro completo del Cancro di Bren Simon, per verificare MAAT e la terapia complementare per determinare gli effetti di entrambi sul miglioramento i problemi di memoria e dell'elasticità emozionale fra i superstiti del cancro al seno.

MAAT è terapia comportamentistica conoscitiva in cui i superstiti lavorano con uno psicologo per identificare le situazioni specifiche a casa o sul processo dove i problemi di memoria sono probabili accadere ed imparare le strategie specifiche per affrontare quelle emissioni. Nella terapia complementare, i superstiti egualmente lavorano con lo psicologo, ma esplorano le resistenze emozionali e sviluppano l'elasticità nel fare fronte ai problemi di memoria ed alla sopravvivenza del cancro in generale. Entrambe le terapie consistono di otto visite di 45 minuti ciascuna del telehealth.

La rassegna del terapista e del superstite che cosa corrente è conosciuto--e noto--circa i problemi di memoria si è associato con cancro e trattamento del cancro. Egualmente indirizzano l'emergenza ed il peggioramento che possono accompagnare la difficoltà di memoria nella vita quotidiana per identificare le situazioni specifiche e per applicare le strategie per diminuire o attenuare i problemi di memoria.„

Robert Ferguson, assistente universitario di ematologia/di oncologia, la scuola di medicina di Pitt

I partecipanti impareranno riconoscere che ognuno ad un certo punto dimentica qualcosa, hanno detto McDonald, professore della radiologia e delle scienze della rappresentazione alla scuola di medicina di IU.

“Tutti a volte dimentichiamo qualcosa, come perché abbiamo camminato in una stanza. E quello è GIUSTO. Sappiamo, tuttavia, che i pazienti sono rapidi attribuire quello al loro trattamento, che li incita a ritenere impotenti,„ ha detto.

Entrambe le terapie sono state destinate e provato state come terapia telehealth-consegnata per diminuire i carichi di tempo e di viaggio sui superstiti e sulle famiglie. Mentre può essere consegnata in ufficio, anche, molti superstiti hanno esaurito il loro tempo pagato fuori da lavoro e possono usare molto del loro risparmio per contribuire a pagare trattamento del cancro, in modo dall'opzione del telehealth è preferita spesso.

Con l'ultima concessione, i ricercatori esamineranno la risonanza magnetica funzionale dei partecipanti per valutare i cambiamenti stanti alla base nei reticoli di attivazione del cervello che sono creduti di essere associati con il trattamento. Nella ricerca precedente, Ferguson e McDonald hanno dimostrato la memoria di lavoro migliorata dopo il trattamento fra le persone con il trauma cranico traumatico.

I due ricercatori stanno costruendo su una collaborazione che ha cominciato quando erano entrambi facoltà all'istituto universitario di Dartmouth quasi due decadi fa. Hanno condotto i piccoli test clinici e studi pilota sui sintomi conoscitivi nei pazienti di cancro al seno, che piombo allo sviluppo di MAAT.

Pitt ed IU ogni speranza di valutare 100 donne, la metà di cui riceverà MAAT mentre le altre ricevono la terapia complementare.