Attenzione: questa pagina è una traduzione automatica di questa pagina originariamente in lingua inglese. Si prega di notare in quanto le traduzioni sono generate da macchine, non tutte le traduzioni saranno perfetti. Questo sito web e le sue pagine web sono destinati ad essere letto in inglese. Ogni traduzione del sito e le sue pagine web possono essere imprecise e inesatte, in tutto o in parte. Questa traduzione è fornita per comodità.

I ricercatori di UTA studiano un nuovo approccio per migliorare il campo di battaglia TBIs dell'ossequio

La presidenza dell'instituto della bioingegneria all'università del Texas a Arlington sta studiando se una combinazione di nanoparticelle e di terapia leggera può migliorare i traumi cranici traumatici dell'ossequio sul campo di battaglia.

L'ufficio della ricerca navale ha assegnato a Michael Cho un triennale, la concessione $794.503 per determinare se una combinazione di polimero non biologico e di onde leggere è un efficace trattamento per i traumi cranici del campo di battaglia.

Il vantaggio di usando i modi multipli di trattamento è che quando si combinano, i loro effetti sono moltiplicati. Questi trattamenti sarebbero facili da amministrare sul campo di battaglia, in modo dai soldati feriti potrebbero minimizzare il rischio di sofferenza degli effetti sulla salute avversi fino agli loro possono essere trasportati ad un ospedale per il trattamento. Ogni terapia è risultato essere efficace da sè, in modo da è emozionante potere da provare e scoprire se la loro efficacia combinata è che cosa lo pensiamo sarà.„

Michael Cho, il professor di UTA di bioingegneria

Cho userà la terapia ausiliaria, che sta combinando due terapie che funzionano indipendente per creare un effetto sinergico con i migliori risultati. In primo luogo, proverà se un polimero non biologico conosciuto come P188, che Food and Drug Administration ha approvato come diluente di sangue, è efficace nella riparazione del danneggiamento della barriera ematomeningea. P188 si rivela migliorare l'attuabilità delle cellule di aumento e del flusso sanguigno ed ha indicato la promessa per gli effetti stupefacenti della riparazione se il danno è sotto una soglia critica.

La ricerca di Cho migliorerà la comprensione della dinamica del trattamento riparatore nella barriera ematomeningea in moda da potere usare P188 efficacemente. Consegnerà P188 in nanoparticelle che attraverseranno through la circolazione sanguigna al cervello, in cui sono destinati per fissare specificamente all'area danneggiata.

Oltre a P188, Cho collaborerà con il suo collega Hanli Liu, un professore della bioingegneria di UTA che ha estesa esperienza del usando l'indicatore luminoso per migliorare l'attività di cervello. Insieme, vederanno se aggiungendo la terapia leggera al trattamento P188 provocheranno la guarigione aumentata.

Liu ha indicato che l'indicatore ha irradiato tramite il cranio a determinati risultati di lunghezze d'onda in flusso sanguigno aumentato. Sta esplorando se gli indicatori luminosi del LED, con i sensori, potrebbero essere installati nel casco astuto di un soldato. I sensori potrebbero individuare un fischio esplosivo ed attivare gli indicatori luminosi per aumentare il flusso sanguigno, in grado di attenuare le dimensioni di danneggiamento potenziale del cervello. È egualmente fattibile che il soldato potrebbe catturare una pillola con le nanoparticelle P188 per cominciare a riparare immediatamente la barriera ematomeningea.

Il gruppo egualmente sta considerando usando gli indicatori luminosi non invadenti per stimolare la funzione del cervello e per impedire la fatica di combattimento, come cellule cerebrali che interagiscono con prodotti leggeri più energia chimica. Se un soldato cominciasse a ritenere che stanco, per esempio, lui o lei potrebbe accendere gli indicatori luminosi del casco per un ascensore rapido, piuttosto che contando sulle pillole o sulla caffeina.

“Questa è la ricerca importante perché, se riuscito, proverà che P188 è un'efficace opzione del trattamento per i traumi cranici traumatici e che l'esteso lavoro del Dott. Liu nel usando l'indicatore luminoso per trattare quelle lesioni potrebbe notevolmente essere migliorato utilizzando P188 nel tandem,„ ha detto Peter Crouch, decano della facoltà di ingegneria. “Questo ha potuto notevolmente migliorare la nostra capacità di tenere i nostri soldati più sani.„