Attenzione: questa pagina è una traduzione automatica di questa pagina originariamente in lingua inglese. Si prega di notare in quanto le traduzioni sono generate da macchine, non tutte le traduzioni saranno perfetti. Questo sito web e le sue pagine web sono destinati ad essere letto in inglese. Ogni traduzione del sito e le sue pagine web possono essere imprecise e inesatte, in tutto o in parte. Questa traduzione è fornita per comodità.

L'incarcerazione giovanile non diminuisce la probabilità delle convinzioni future

Le pene detentive dure per i crimini giovanili non diminuiscono la probabilità della convinzione per i crimini violenti come adulto e realmente aumentano la tendenza per la convinzione dei crimini relazionati con la droga, dei ritrovamenti un nuovo studio dagli economisti alla riva del fiume del UC e dell'università di Luisiana.

Le frasi giovanili dure diminuiscono la probabilità della convinzione per i crimini dei beni come adulto. Ma l'aumento nei crimini relazionati con la droga annulla fuori tutto il vantaggio che le frasi dure potrebbero offrire, ricercatori trovati.

L'incarcerazione giovanile è una spada a doppio taglio che trattiene i crimini futuri dei beni ma fa le convinzioni di droga più probabilmente nell'età adulta. Quindi, è duro fare le raccomandazioni di polizza costanti circa condannare. Che detta, diminuire il tempo passato in prigione combinato con i programmi di riabilitazione migliori d'incorporazione nella punizione di nonincarceration può produrre il benessere-miglioramento dei risultati per i giovani condannati.„

Ozkan Eren, autore di studio primi e professore di economia, università di California - riva del fiume

Eren e Naci Mocan all'università di Luisiana hanno ottenuto l'autorizzazione speciale ad osservare le registrazioni giovanili di convinzione dal dipartimento della Luisiana di pubblica sicurezza e dalle correzioni, servizi della gioventù, ufficio della giustizia giovanile ed hanno esaminato le registrazioni dal dipartimento della Luisiana di pubblica sicurezza e delle correzioni, servizi adulti dal 1996-2012. Ogni fiche individuale ha compreso le informazioni demografiche il giovanile o adulto, sull'offesa esatta dello statuto commessa e sui dettagli circa le convinzioni e condannare.

Per misurare la recidività, i ricercatori hanno messo a fuoco sui file giovanili di caso dal 1996 al 2004. Ciò ha corrisposto ai gruppi sopportati fra 1979 e 1987 ed i ricercatori li hanno seguiti finché ciascuno non raggiungesse 25, osservando la loro attività di condanna penale come giovani adulti. Tutti i giovani inclusi nello studio erano stati definiti a caso ad un giudice.

La tariffa giovanile media dell'incarcerazione era circa 25%, con un'età media ad una convinzione di 15 anni. I beni e le offese giovanili relazionate con la droga hanno compreso la metà tutte le convinzioni giovanili. Come adulti, circa 39% dei delinquenti giovanili sono stati condannati di un altro crimine dall'età 25. Adulti che erano stati incarcerati poichè i giovani hanno avuti una tariffa di 54,7% convinzioni. Coloro che aveva ricevuto la prova o la punizione all'infuori dell'incarcerazione poichè i giovani hanno avuti una tariffa molto più bassa di convinzione-- 33,5%.

Eren e Mocan hanno trovato che il camice giovanile dell'incarcerazione non ha avuto basicamente effetto sul crimine adulto. Hanno trovato, tuttavia, che l'incarcerazione ha influenzato i tipi di crimini per cui gli adulti sono stati condannati. Mentre l'incarcerazione poichè i giovani non hanno avuti effetto sulle convinzioni adulte per i crimini violenti, ha diminuito la probabilità dei crimini dei beni ed ha aumentato la probabilità delle convinzioni di droga di 28%.

“Riassumendo, l'incarcerazione giovanile, avviata tramite l'esposizione ad un giudice giovanile più duro, ha un effetto di deterrente sulla convinzione adulta di crimine dei beni, un impatto positivo sulla convinzione da un'offesa della droga come adulto e nessun effetto sul crimine violento adulto,„ gli autori scrive.

Gli autori suggeriscono che una ragione per questi risultati sia che, durante il periodo studiato, la Luisiana ha offerto i programmi di trattamento ben-riflessi e ben strutturati per incarcerato. I giovani incarcerati hanno dovuto partecipare ai servizi ed ai programmi specifici con le valutazioni trimestrali del loro ripristino dagli assistenti sociali professionisti. Queste pianificazioni hanno compreso la formazione professionale, in grado di piombo per migliorare le prospettive di processo e la tendenza diminuita commettere i crimini dei beni.

Ma la vita in prigione ha catturato un tributo emozionale. Delle persone più successivamente condannate come adulti per le offese relazionate con la droga, 95% ha ricevuto le sospensioni di pena o la prova, indicante che la stragrande maggioranza delle convinzioni era per uso della droga piuttosto che vendendo. Gli autori suggeriscono che lo sforzo ed il marchio di infamia dell'incarcerazione presto nella vita abbiano contribuito ad abuso di sostanza.

Egualmente hanno notato che l'incarcerazione ha avuta un impatto nocivo su completamento della High School in gruppi più in anticipo, ma non ha avuta impatto sui gruppi successivi. Ciò è discutibilmente perché le riforme della scuola Luisiana applicata nel primi anni '2000 lo hanno reso più difficile ottenere un diploma di High School. Quello piombo ad un declino nella tariffa di graduazione della popolazione non incarcerata, mentre non alterava la tariffa già-bassa di graduazione di coloro che è incarcerato.

Lo studio conclude che meno time¬ della prigione--opzioni non-carceral quale la prova, o più brevi frasi-- ed i migliori programmi di riabilitazione manterrebbero o migliorerebbero le tariffe correnti di recidività e possibilmente farebbero una grande riduzione dei crimini relazionati con la droga diminuendo l'emergenza emozionale.

Source:
Journal reference:

Eren, O & Mocan, N., (2021) Juvenile Punishment, High School Graduation, and Adult Crime: Evidence from Idiosyncratic Judge Harshness. The Review of Economics and Statistics. doi.org/10.1162/rest_a_00872.