Attenzione: questa pagina è una traduzione automatica di questa pagina originariamente in lingua inglese. Si prega di notare in quanto le traduzioni sono generate da macchine, non tutte le traduzioni saranno perfetti. Questo sito web e le sue pagine web sono destinati ad essere letto in inglese. Ogni traduzione del sito e le sue pagine web possono essere imprecise e inesatte, in tutto o in parte. Questa traduzione è fornita per comodità.

Il trattamento dell'eritropoietina può aumentare il rischio di fratture del cinorrodo in persone con insufficienza renale

L'eritropoietina (EPO) è un farmaco usato per stimolare la produzione di nuovi globuli rossi, che è alterata in persone con insufficienza renale. Purtroppo, tuttavia, il trattamento può aumentare il rischio di fratture del cinorrodo.

In un'analisi pubblicata nel giornale dell'osso e della ricerca minerale che ha esaminato 1997-2013 registrazioni da due grandi database degli Stati Uniti, i ricercatori hanno trovato che le dosi di EPO amministrate ai pazienti con insufficienza renale su emodialisi hanno oscillato col passare del tempo ampiamente e le tariffe di frattura del cinorrodo hanno tenuto la carreggiata molto attentamente la dose media delle dosi di EPO utilizzate in pazienti.

I pazienti con insufficienza renale possono trarre giovamento dal trattamento di EPO; tuttavia, come con tutti i farmaci, una comprensione completa dei rischi droga associati di potenziale favorisce la probabilità che un bilanciamento positivo del rischio-vantaggio può essere raggiunto con il trattamento di EPO.„

Constance Tom Noguchi, PhD, studia l'autore senior, istituto del diabete e digestivo nazionali e delle malattie renali

Source: