Attenzione: questa pagina è una traduzione automatica di questa pagina originariamente in lingua inglese. Si prega di notare in quanto le traduzioni sono generate da macchine, non tutte le traduzioni saranno perfetti. Questo sito web e le sue pagine web sono destinati ad essere letto in inglese. Ogni traduzione del sito e le sue pagine web possono essere imprecise e inesatte, in tutto o in parte. Questa traduzione è fornita per comodità.

Le morti totali COVID-19 hanno potuto essere 7 milioni

Una nuova analisi dall'istituto per la metrica di salubrità e la valutazione (IHME), che ricerca indipendente la salubrità alla scuola di medicina dell'università di Washington, indica che il tributo globale totale dovuto la malattia 2019 (COVID-19) di coronavirus potrebbe essere più di due volte il numero ufficialmente riferito delle morti, a quasi 7 milioni.

Questa conclusione sbalordente è il risultato di esame della mortalità in eccesso dei paesi intorno al mondo e registrare per ottenere i driver della mortalità cambia all'infuori di COVID-19.

Tasso di mortalità di totale cumulativo COVID-19 dal 3 maggio 2021
Tasso di mortalità di totale cumulativo COVID-19 dal 3 maggio 2021

Morti non riferite

Molte morti dovuto il virus vanno non registrate mentre tali perché sono attribuite ad altre cause. Ciò è l'una o l'altra perché si presentano a casa o altri impianti residenziali o in pazienti che non hanno ricevuto una reazione a catena positiva della polimerasi (PCR) che indica la presenza del virus, come indicato dalla presenza di acido ribonucleico virale, il materiale genetico.

In paesi con le cartelle mediche difficili o un sistema sanitario e un'infrastruttura deboli, ancora le più alte disparità sono probabili accadere fra le morti ufficialmente riferite e reali. Anche in paesi con reddito elevato, molte morti nelle case di cura hanno passato inosservate dalle autorità. Quindi, la mortalità in eccesso suggerisce una mortalità reale COVID-19 che è molte volte superiore relazioni ufficiali indica.

IHME | Total COVID-19 Mortality Integration (May 6, 2021)

Metodi

Gli scienziati hanno usato la metodologia standard di IHME per valutare la malattia su scala globale, che è stata eseguita dal 1990 - il carico globale dello studio di malattia. Le morti totali COVID-19 in primo luogo sono state valutate come la mortalità in eccesso, cioè, la differenza fra il numero reale delle morti da tutte le cause durante la pandemia ed il numero previsto delle morti di tutto causa basate sulle tendenze pre-pandemiche storiche.

Le cause principali delle morti in relazione con indiretta sono state identificate ed eliminato state. Questi comprendono la mora nell'assistenza medica di ricerca per altre circostanze o non ottenere la cura adeguata perché tutte le risorse sono state legate dalla pandemia, per esempio. Alcune morti sono state diminuite durante la pandemia, quali gli incidenti nel traffico, giù vicino oltre 200.000.

Similmente, le morti dovuto altri virus respiratori quale influenza, il virus respiratorio sinciziale ed il morbillo erano giù da fino a 99%, rappresentando 400.000 morti più di meno.

Il numero definitivo è stato presupposto interamente per essere dovuto a COVID-19, trascurando i valori poco elevati o non quantificabili per le morti dovuto l'overdose, le morti suicidi dovuto la depressione procurata dalle cause in relazione con pandemica e l'accelerazione della morte in qualche gente delicata con i comorbidities preesistenti da COVID-19.

Che cosa sono i risultati?

Dalle morti totali

Questa analisi ha messo U.S.A., che è stata il più duramente colpito dalla pandemia, nel posto superiore. Il preventivo di IHME fissa le morti degli Stati Uniti oltre a 900.000, piuttosto che i 574.000 riferiti. È seguito dall'India, con le morti ufficialmente riferite di 221.000 ma un preventivo globale reale di 654.000.

Per l'India, questo è più duro da sopportare in una fase in cui 4.000 morti stanno riferende il quotidiano e numeri del nuovo caso sta passando ogni giorno tramite il tetto.  

Dalle morti totali per regione

Una volta esaminati secondo la regione, il più colpiti sono veduti per essere America Latina con i Caraibi e l'Europa centrale, seguita dall'Europa Orientale e dall'Asia centrale. Deve essere notato che questi preventivi catturano soltanto quelle morti che sono direttamente attribuibili al virus e non ritardare nella sanità o nella mancanza d'accesso di sostegno comunitario, secondarie alla pandemia.

Gli effetti di questi fattori sono probabili essere veduti in un anno o due, dicono gli scienziati.

Le alte morti totali alterano i reclami di piccoli scoppi

Mentre i paesi con gli più alti scoppi sono probabili anche avere il numero più significativo delle morti non registrate COVID-19, dell'analisi i ritrovamenti anche che i paesi gradiscono il Giappone, che sembrerebbe soffrire relativamente più di meno, egualmente hanno un'più alta mortalità composta di dieci parti di totale COVID-19 confrontata alle morti riferite. Il Kazakistan, in Asia centrale, ha mortalità totale più alta 16 volte confrontata alle 5.000 morti ufficialmente riferite.

Ciò dovrebbe servire da avviso tempestivo che lo scoppio è più esteso di quanto e le strategie preventive di conseguenza presupposto di forma.

Il più alto rapporto della mortalità in eccesso alle statistiche ufficialmente riferite è Asia centrale, in Europa Orientale ed in Europa centrale, in cui le morti sono oltre dieci volte la morte ufficiale.

Anche in Africa Subsahariana, dove COVID-19 è stato supposto per essere relativamente insufficiente, il numero totale delle morti reali potrebbe spettare a superiore quadruplo al conteggio ufficiale. Per l'India, il rapporto è quasi triplo i numeri ufficiali.

Percentuale di popolazione

Eppure, la proporzione elevata della popolazione da infettare era in 12 paesi, con oltre 400 morti per popolazione 100.000. Questi includono l'Azerbaigian a 650, la Bosnia-Erzegovina a 590, la Bulgaria a 540 e l'Albania a 525 per 100.000.

Chiuda dietro vengono parecchio centroamericano e paesi dell'America latina ed alcuni centrale/Europa Orientale e Asia centrale. Il tasso di mortalità globale è ~90 per popolazione 100.000.  

Conclusione

Terribile come la pandemia COVID-19 compare, questa analisi indica che il tributo reale è significativamente peggiore,„ ha detto il Dott. Chris Murray, Direttore di IHME. “Capire il numero vero delle morti COVID-19 non solo ci aiuta ad apprezzare la grandezza di questa crisi globale, ma egualmente fornisce informazioni apprezzate ai responsabili della politica che elaborano la risposta ed i piani di recupero.„

Dr. Liji Thomas

Written by

Dr. Liji Thomas

Dr. Liji Thomas is an OB-GYN, who graduated from the Government Medical College, University of Calicut, Kerala, in 2001. Liji practiced as a full-time consultant in obstetrics/gynecology in a private hospital for a few years following her graduation. She has counseled hundreds of patients facing issues from pregnancy-related problems and infertility, and has been in charge of over 2,000 deliveries, striving always to achieve a normal delivery rather than operative.

Citations

Please use one of the following formats to cite this article in your essay, paper or report:

  • APA

    Thomas, Liji. (2021, May 10). Le morti totali COVID-19 hanno potuto essere 7 milioni. News-Medical. Retrieved on January 24, 2022 from https://www.news-medical.net/news/20210510/Total-COVID-19-deaths-could-be-7-million.aspx.

  • MLA

    Thomas, Liji. "Le morti totali COVID-19 hanno potuto essere 7 milioni". News-Medical. 24 January 2022. <https://www.news-medical.net/news/20210510/Total-COVID-19-deaths-could-be-7-million.aspx>.

  • Chicago

    Thomas, Liji. "Le morti totali COVID-19 hanno potuto essere 7 milioni". News-Medical. https://www.news-medical.net/news/20210510/Total-COVID-19-deaths-could-be-7-million.aspx. (accessed January 24, 2022).

  • Harvard

    Thomas, Liji. 2021. Le morti totali COVID-19 hanno potuto essere 7 milioni. News-Medical, viewed 24 January 2022, https://www.news-medical.net/news/20210510/Total-COVID-19-deaths-could-be-7-million.aspx.