Attenzione: questa pagina è una traduzione automatica di questa pagina originariamente in lingua inglese. Si prega di notare in quanto le traduzioni sono generate da macchine, non tutte le traduzioni saranno perfetti. Questo sito web e le sue pagine web sono destinati ad essere letto in inglese. Ogni traduzione del sito e le sue pagine web possono essere imprecise e inesatte, in tutto o in parte. Questa traduzione è fornita per comodità.

la tecnica di stampa 3D estende le possibilità delle prove di portata laterali

I ricercatori a KU Lovanio (Belgio) hanno sviluppato una tecnica di stampa 3D che estende le possibilità della prova laterale di flusso. Queste prove sono diffuse sotto forma di test di gravidanza classico e di autodiagnostiche COVID-19. Con la nuova tecnica di stampa, i test diagnostici avanzati possono essere prodotti che sono rapidi, economici e di facile impiego.

La pandemia COVID-19 ha informato ognuno di importanza della diagnosi rapida. La vendita delle autodiagnostiche in farmacie è stata permessa nel Belgio dalla fine di marzo. Questa autodiagnostica è una cosiddetta prova di portata laterale. Facendo uso di un tergicristallo, un campione è prelevato attraverso il radiatore anteriore. Dopo, è dissolto in un solvente e si applica al kit della prova. Il materiale assorbente nel kit muove il campione a valle e lo porta in contatto con un anticorpo. Se il virus è presente, una riga colorata compare. Il vantaggio di queste prove è che sono economici e non richiedono alcuni apparecchi specializzati.

Le prove di portata laterali sono utili per le prove semplici che provocano una risposta si-no, ma non per le prove che richiedono un protocollo a più gradi. Ecco perché i bioengineers a KU Lovanio hanno precisato per sviluppare un nuovo tipo di prova di portata laterale con le più capacità.

Renda paricolare le stampe

Facendo uso di una stampante 3D, i ricercatori da costruzione una versione 3D di una prova di portata laterale. La base è un piccolo blocco di polimero poroso, in cui “inchiostra„ con i beni specifici sono stampati alle posizioni precise. In questo modo, una rete dei canali ed i piccoli “blocchi è stampata che lasciano l'attraversare o lo bloccano dove e se necessario, senza l'esigenza delle parti mobili. Durante la prova, il campione è guidato automaticamente con i punti differenti della prova. Quel modo, anche protocolli complessi può essere seguito.

I ricercatori hanno valutato la loro tecnica che riproduce un test ELISA (analisi Enzima-Collegata dell'immunosorbente), che è usato per individuare l'immunoglobulina la E (IgE). Ig E è misurato diagnosticare le allergie. In laboratorio, questa prova richiede parecchi punti, con differenti risciacqui e cambiamento nell'acidità. Il gruppo di ricerca poteva eseguire questo intero protocollo facendo uso di un kit stampato della prova la dimensione di una carta di credito spessa.

La complessità non è un costo

La grande cosa circa stampa 3D è che potete adattare rapidamente la progettazione di una prova per accomodare un altro protocollo, per esempio, per individuare un biomarcatore del cancro. Per la stampante 3D non importa come il complesso la rete dei canali è.„

Dott. Cesar Parra

La tecnica di stampa 3D è egualmente accessibile ed evolutiva. “Nel nostro laboratorio, produrre la prova del prototipo di Ig E costa circa $ 1,50, ma se possiamo sottoporrlo a operazioni di disgaggio su, sarebbe di meno che $ 1,„ dice il Dott. Parra. La tecnica non solo offre le opportunità per la diagnosi più economica e più veloce in paesi sviluppati, ma anche in paesi in cui l'infrastruttura medica è meno accessibile e dove c'è una forte esigenza dei test diagnostici accessibili.

Il gruppo di ricerca corrente sta progettando la sua propria stampante 3D, che sarà più flessibile del modello commerciale utilizzato nello studio corrente. “Una stampante ottimizzata è genere come di mini fabbrica mobile che può produrre rapidamente i sistemi diagnostici. Potreste poi creare i tipi differenti di prove semplicemente caricando un file e un inchiostro differenti di progettazione. Vogliamo continuare la nostra ricerca sulle sfide diagnostiche e le applicazioni con l'aiuto dei partner„, conclude il gestore Bart van Duffel dell'innovazione.

Source:
Journal reference:

Achille, C., et al. (2021) 3D Printing of Monolithic Capillarity‐Driven Microfluidic Devices for Diagnostics. Advanced Materials. doi.org/10.1002/adma.202008712.