Attenzione: questa pagina è una traduzione automatica di questa pagina originariamente in lingua inglese. Si prega di notare in quanto le traduzioni sono generate da macchine, non tutte le traduzioni saranno perfetti. Questo sito web e le sue pagine web sono destinati ad essere letto in inglese. Ogni traduzione del sito e le sue pagine web possono essere imprecise e inesatte, in tutto o in parte. Questa traduzione è fornita per comodità.

Le abitudini difficili di stile di vita si sono associate con il maggior rischio di termini cardiovascolari in adulti autistici

La gente autistica ha rischi ben maggiori di stati di salute fisici a lungo termine che altri, ma le ragioni per questa rimangono poco chiare. La nuova ricerca dall'università di Cambridge suggerisce che le abitudini non sane di stile di vita possano essere un fattore di contributo importante. I risultati sono pubblicati oggi nell'autismo molecolare del giornale.

La ricerca più iniziale suggerisce che la gente autistica muoia 16-35 anni più giovane di quanto preveduta e che i maggiori problemi sanitari possano contribuire a questo rischio. Lo studio presente è il primo per considerare la dieta, l'esercizio ed i reticoli di sonno degli adulti autistici e come questi reticoli possono riferirsi ai risultati di salubrità.

Il gruppo al centro di ricerca di autismo a Cambridge ha sviluppato un'indagine anonima e online circa le scelte di stile di vita e le abitudini quotidiane, un'anamnesi personale e un'anamnesi della famiglia. Lo studio definitivo ha incluso 1.183 adulti autistici e 1.203 adulti non autistici hanno invecchiato 16-90 anni.

I risultati hanno indicato che gli adulti autistici erano molto probabili che gli adulti non autistici incontrare le raccomandazioni molto minime di salubrità per la dieta, esercitarsi e dormire. Gli adulti autistici erano egualmente molto più probabili avere i reticoli atipici del cibo (dieta limitata compresa) e disturbo del sonno. Erano più probabili essere di peso scarso o obese che le persone non autistiche.

Queste abitudini difficili di stile di vita sono state associate con il maggior rischio di termini cardiovascolari quali ipertensione, la malattia di cuore ed il colpo fra i maschi autistici e questa era una più forte associazione anche che una storia della famiglia di uno stato cardiovascolare. Sebbene non sia possibile dire conclusivamente che uno stile di vita più difficile piombo ai problemi cardiovascolari, i risultati forniscono la prima indicazione che promuovendo le scelte sane per quanto riguarda la dieta, l'esercizio ed il sonno possono aiutare per diminuire i rischi in eccesso di stati di salute in adulti autistici.

Mentre i risultati indicano che ci possono essere altri fattori biologici o ambientali che lasciano le persone autistiche al maggior rischio di stati di salute, egualmente forniscono un chiaro obiettivo per intervento. Le difficoltà con il mantenimento dello stile di vita sano possono anche avere effetti di lancio in avanti oltre salubrità fisica, compreso la limitazione delle opportunità per interazione sociale (che può vertere le ore del pasto o l'esercizio) e potrebbero contribuire a peggiorare la salute mentale e pregiudicano l'occupazione o la formazione.

Questi risultati ci aiutano a capire meglio le esperienze negli adulti autistici ed hanno più ampie implicazioni per qualità di vita. Dobbiamo capire le ragioni per la dieta limitata, l'esercizio limitato e la mancanza di sonno, di fornire il migliore supporto. Ciò può comprendere i programmi per educazione sanitaria e la salute mentale supplementare supporta o supportato gli schemi di funzionamento e viventi.„

Lavoriere di Elizabeth, ricercatore del cavo, studente di PhD al centro di ricerca di autismo a Cambridge

Il Dott. Carrie Allison, strategia del direttore di ricerca al centro di ricerca di autismo e un membro del gruppo di ricerca, ha detto: “Le sfide che vediamo fra i bambini autistici per quanto riguarda i comportamenti di stile di vita avanzano nell'età adulta. Dato le implicazioni per il rischio di malattia cronica e di lunghezza di vita, è critico che lavoriamo per identificare le efficaci strategie per le scelte supportanti di salubrità per la gente autistica di tutte le età.„

Il professor Simon Barone-Cohen, Direttore del centro di ricerca di autismo e un membro del gruppo, ha detto: “Il più ampia maschera suggerisce quella vulnerabilità autistica di esperienza degli adulti in vari contesti e questa è appena un'nuova area che dovremmo considerare. Vedere che gli adulti autistici stanno avendo tale una difficoltà comparativamente con le abitudini sane di stile di vita ha chiare implicazioni di polizza e di sanità: dobbiamo creare i nuovi e migliori sistemi di appoggio adeguati ai bisogni specifici della gente autistica.„

Source:
Journal reference:

Weir, E., et al. (2021) An investigation of the diet, exercise, sleep, BMI, and health outcomes of autistic adults. Molecular Autism. doi.org/10.1186/s13229-021-00441-x.