Attenzione: questa pagina è una traduzione automatica di questa pagina originariamente in lingua inglese. Si prega di notare in quanto le traduzioni sono generate da macchine, non tutte le traduzioni saranno perfetti. Questo sito web e le sue pagine web sono destinati ad essere letto in inglese. Ogni traduzione del sito e le sue pagine web possono essere imprecise e inesatte, in tutto o in parte. Questa traduzione è fornita per comodità.

L'idrogel specialmente progettato offre la grande speranza per il combattimento dei batteri resistenti agli antibiotici

I ricercatori all'università tecnologica di Chalmers, Svezia, hanno sviluppato un nuovo materiale che impedisce le infezioni in ferite - un idrogel specialmente progettato, che funziona contro tutti i tipi di batteri, compreso quei resistenti agli antibiotici. Il nuovo materiale offre la grande speranza per il combattimento del problema globale crescente.

L'organizzazione mondiale della sanità descrive i batteri resistenti agli antibiotici come una di più grandi minacce contro salubrità globale. Per occuparsi del problema, là deve essere una variazione nel modo che usiamo gli antibiotici e le nuove, tecnologie mediche sostenibili devono essere sviluppate.

Dopo le prove del nostro idrogel nuovo sui tipi differenti di batteri, abbiamo osservato un ad alto livello dell'efficacia, includendo contro quelle che sono diventato resistenti agli antibiotici.„

Martin Andersson, guida di ricerca per lo studio ed il professor al dipartimento di chimica e di ingegneria chimica all'università tecnologica di Chalmers

Ricerca e sviluppo del materiale sono stati in corso per molti anni al gruppo di Martin Andersson a Chalmers, crescente nella portata lungo la strada, con un'attenzione particolare sulle possibilità per cura della ferita. Ora, i risultati importanti sono pubblicati come articolo scientifico nella scienza & nell'assistenza tecnica dei biomateriali del giornale ACS.

Lo scopo principale degli studi finora è stato di esplorare le nuove soluzioni mediche della tecnologia per contribuire a diminuire l'uso degli antibiotici sistematici. Causa resistente dei batteri che cosa si riferisce a come infezione ospedale-acquistata - uno stato pericoloso e sta aumentando di incidenza universalmente.

Imitazione del sistema immunitario naturale

La sostanza attiva nel nuovo materiale battericida consiste dei peptidi antimicrobici, piccole proteine che sono trovate naturalmente in nostro sistema immunitario.

“Con questi tipi di peptidi, c'è molto un a basso rischio affinchè i batteri sviluppi la resistenza contro di loro, poiché pregiudicano soltanto la membrana esterna dei batteri. Quella è forse la prima ragione per la quale sono così interessanti da lavorare con,„ dice Martin Andersson.

I ricercatori lungamente hanno provato a trovare i modi usare questi peptidi in apparecchi medici, ma finora senza molto successo. Il problema è che ripartono rapidamente quando entr inare contatto con i liquidi corporei quale sangue. Lo studio corrente descrive come i ricercatori sono riuscito a superare il problema con lo sviluppo di un idrogel nanostructured, in cui i peptidi permanentemente saranno limitati, creanti un ambiente protettivo.

“Il materiale molto sta promettendo. È inoffensivo alle proprie celle dell'organismo ed addolcisce sull'interfaccia. Nelle nostre misure, l'effetto protettivo dell'idrogel sui peptidi antimicrobici è chiaro - i peptidi degradano molto più lento quando sono limitati a,„ dice Edvin Blomstrand, studente di laurea al dipartimento di chimica e dell'ingegneria chimica a Chalmers ed uno degli autori principali dell'articolo.

“Ci abbiamo preveduti i buoni risultati, ma realmente positivamente siamo stati sorpresi ad abbastanza quanto efficace il materiale è risultato,„ aggiungiamo Martin Andersson.

Secondo i ricercatori, questo nuovo materiale è il primo apparecchio medico per fare il riuscito uso dei peptidi antimicrobici nel modo clinicamente e commercialmente possibile. Ci sono molti diversi ed opportunità di promessa per l'applicazione clinica.

Lo start-up Amferia cattura la ricerca dal laboratorio al servizio

Negli ultimi anni, la ricerca fondamentale sull'idrogel antimicrobico del peptide ha funzionato in parallelo con lo sviluppo commerciale dell'innovazione attraverso la società secondaria Amferia ab.

La società è stata fondata nel 2018 da Martin Andersson insieme a Saba Atefyekta e a Anand Kumar Rajasekharan, che sia ha difeso le loro dissertazioni al dipartimento di Chalmers di chimica che dell'ingegneria chimica.

Il materiale e l'idea, che corrente è sviluppata come toppa antibatterica della ferita, ha generato l'interesse intorno al mondo, attirante l'investimento significativo e ricevente parecchi premi. La società sta lavorando intensivamente per convincere il materiale per commercializzare in moda da poterla avvantaggiare il più ampia società.

Prima che il nuovo materiale possa avvantaggiare gli ospedali ed i pazienti, gli studi clinici sono necessari, che sono in corso. Una marcatura CE del materiale si pensa che completi nel 2022. Ancora, la versione della toppa della ferita di nuovo materiale sta subendo le prove nella cura veterinaria, per il trattamento degli animali domestici. La società Amferia ab già sta collaborando con una serie di cliniche veterinarie intorno ad Europa in cui l'idrogel ora sta provando.

“Amferia recentemente ha preso parte ad un'associazione strategica con il più grande distributore commerciale della Svezia di medico premio & i dispositivi diagnostici per lanciare insieme questi prodotti feriti di cura per il servizio veterinario svedese durante il 2021„ dice Martin Andersson.

Più circa i peptidi antimicrobici ed il nuovo materiale

I beni utili dei peptidi antimicrobici sono stati conosciuti per determinate decadi e migliaia di varietà differenti che accadono nei sistemi immunitari naturali degli esseri umani, degli animali e delle piante sono state scoperte. I ricercatori lungamente hanno provato ad imitare ed usare la loro funzione naturale per impedire e trattare le infezioni senza dovere usare gli antibiotici tradizionali. Tuttavia, perché i peptidi sono ripartiti non appena contattano il sangue o altri liquidi organici, il riuscito uso clinico ha provato evasivo. I ricercatori hanno saputo che le nuove soluzioni astute erano necessarie proteggere il peptide da degradazione. Il nuovo materiale nello studio è stato indicato per lavorare molto bene, permettendo che i peptidi si applichino direttamente alle ferite ed alle lesioni sull'organismo, con l'effetto sia di impedire che di trattamento dell'infezione. Il materiale è egualmente non tossico, in modo da può essere usato direttamente sull'interfaccia. Il potenziale di questo nuovo materiale può inoltre essere veduto nella flessibilità che offre per i tipi differenti di prodotti.

“Finora, pricipalmente abbiamo preveduto il materiale come condimento di cura della ferita, ma stiamo lavorando ad un nuovo studio che studiamo il potenziale per uno spruzzo di cura della ferita,„ dice Edvin Blomstrand.

Source:
Journal reference:

Atefyekta, S., et al. (2021) Antimicrobial Peptide-Functionalized Mesoporous Hydrogels. ACS Biomaterials Science & Engineering. doi.org/10.1021/acsbiomaterials.1c00029.