Attenzione: questa pagina è una traduzione automatica di questa pagina originariamente in lingua inglese. Si prega di notare in quanto le traduzioni sono generate da macchine, non tutte le traduzioni saranno perfetti. Questo sito web e le sue pagine web sono destinati ad essere letto in inglese. Ogni traduzione del sito e le sue pagine web possono essere imprecise e inesatte, in tutto o in parte. Questa traduzione è fornita per comodità.

Il nuovo studio indica che i vaccini COVID-19 sono sicuri nella gravidanza

Un nuovo studio nordoccidentale della medicina delle placente dai pazienti che hanno ricevuto il vaccino COVID-19 durante la gravidanza non ha trovato prova della lesione, aggiungente alla letteratura crescente che i vaccini COVID-19 sono sicuri nella gravidanza.

La placenta è come la scatola nera in un aeroplano. Se qualcosa va male con una gravidanza, vediamo solitamente i cambiamenti nella placenta che può aiutarci a capire che cosa è accaduto. Da cui possiamo dire, il vaccino di COVID non danneggia la placenta.„

Dott. Jeffery Goldstein, autore corrispondente di studio e assistente universitario di patologia, scuola di medicina di Feinberg, Northwestern University

Goldstein è egualmente un patologo nordoccidentale della medicina.

Lo studio sarà pubblicato l'11 maggio nell'ostetricia & nella ginecologia del giornale. Alla conoscenza degli autori, è il primo studio per esaminare l'impatto dei vaccini di COVID sulla placenta.

“Abbiamo raggiunto una fase nella distribuzione vaccino dove stiamo vedendo la perplessità vaccino e questa perplessità è pronunciata per la gente incinta,„ ha detto medico fetale materno della medicina del Dott. Emily Miller del co-author di studio, della medicina nordoccidentale e assistente universitario dell'ostetricia e della ginecologia a Feinberg. “Il nostro gruppo spera questi dati, anche se il preliminare, può ridurre le preoccupazioni circa il rischio del vaccino alla gravidanza.„

Lo studio crea le placente raccolte da 84 pazienti vaccinati e da 116 pazienti unvaccinated che hanno consegnato all'ospedale delle donne del Prentice in Chicago e patologico esaminato le placente intere e microscopicamente dopo la nascita. La maggior parte dei pazienti hanno ricevuto i vaccini - Moderna o Pfizer - durante il loro terzo acetonide.

Nel maggio scorso, Goldstein, Miller ed i collaboratori da nordoccidentale ed Ann & l'ospedale pediatrico di Robert H. Lurie di Chicago hanno pubblicato uno studio che ha trovato le placente delle donne che hanno verificato il positivo a virus COVID-19 mentre prova indicata incinta della lesione (flusso sanguigno anormale fra la madre ed il bambino in utero). I pazienti incinti che vogliono ottenere vaccinati per evitare contrarre la malattia dovrebbero ritenere la cassaforte agire in tal modo, Miller ha detto.

“Stiamo cominciando a muoverci verso una struttura dei feti proteggenti con la vaccinazione, piuttosto che dalla vaccinazione,„ Miller ha detto.

Ad aprile, gli scienziati hanno pubblicato uno studio che mostra che le donne incinte preparano gli anticorpi di COVID dopo la vaccinazione e con successo li trasferiscono ai loro feti.

“Finché gli infanti non possano ottenere vaccinati, il solo modo affinchè loro ottenga gli anticorpi di COVID proviene dalla loro madre,„ Goldstein ha detto.

Il ruolo della placenta nel sistema immunitario

La placenta è il primo organo quel moduli durante la gravidanza. Realizza i dazi per la maggior parte degli organi dei feti mentre ancora stanno formando, come fornitura dell'ossigeno mentre i polmoni si sviluppano e nutrizione mentre l'intestino sta formandosi.

Ulteriormente, la placenta gestisce gli ormoni ed il sistema immunitario e dice l'organismo della madre di accogliere favorevolmente e consolidare il feto piuttosto come intruso non Xeros.

“Internet ha ampliato una preoccupazione che il vaccino potrebbe avviare una risposta immunologica che induce la madre a rifiutare il feto,„ Goldstein ha detto. “Ma questi risultati piombo noi credere che non accade.„

Gli scienziati egualmente hanno cercato il flusso sanguigno anormale fra la madre ed il feto ed i problemi con flusso sanguigno fetale - di cui tutt'e due sono stati riferiti in pazienti incinti che hanno verificato il positivo a COVID.

La tariffa di queste lesioni era la stessa nei pazienti vaccinati di per i pazienti di referenza, Goldstein ha detto. Gli scienziati egualmente hanno esaminato le placente per il intervillositis histiocytic cronico, una complicazione che può accadere se la placenta è infettata, in questo caso, da SARS-CoV-2. Sebbene questo studio non trovi alcuni casi in pazienti vaccinati, è uno stato molto raro che richiede una più grande dimensione del campione (1.000 pazienti) di differenziarsi fra i pazienti vaccinati ed unvaccinated.

Source:
Journal reference:

Elisheva D, S., et al. (2021) Severe Acute Respiratory Syndrome Coronavirus 2 (SARS-CoV-2) Vaccination in Pregnancy. Obstetrics & Gynecology. doi.org/10.1097/AOG.0000000000004457.