Attenzione: questa pagina è una traduzione automatica di questa pagina originariamente in lingua inglese. Si prega di notare in quanto le traduzioni sono generate da macchine, non tutte le traduzioni saranno perfetti. Questo sito web e le sue pagine web sono destinati ad essere letto in inglese. Ogni traduzione del sito e le sue pagine web possono essere imprecise e inesatte, in tutto o in parte. Questa traduzione è fornita per comodità.

Studio: Il programma di riabilitazione novello migliora i risultati nei pazienti più anziani dell'infarto

L'infarto (HF) - quando il cuore non può pompare abbastanza sangue ed ossigeno attraverso l'organismo - influenze circa 6,2 milione adulti negli Stati Uniti ed è la causa primaria dell'ospedalizzazione negli anziani. Purtroppo, gli adulti più anziani con infarto hanno spesso risultati difficili con conseguente qualità di vita diminuita, alta mortalità e frequenti rehospitalizations.

Malgrado molti sforzi per migliorare la prognosi in questi pazienti, la maggior parte dei studi precedenti che verificano una vasta gamma di interventi non riuscivano.

Gli scienziati dalle scuole di medicina della foresta, di Duke University e di Thomas Jefferson di risveglio hanno provato un approccio differente - adeguando al trattamento di ripristino la persona e cominciandolo mentre il paziente ancora stava recuperando nell'ospedale, che non è cura standard per questi pazienti più anziani di HF.

Facendo uso di questo approccio novello, i ricercatori hanno trovato che i pazienti più anziani ospedalizzati con insufficienza cardiaca acuta hanno avuti aumenti significativi della funzione fisica, compreso bilanciamento, mobilità, resistenza e resistenza, rispetto a quelli che ricevono la cura usuale, indipendentemente dall'abilità di spremuta del loro cuore (frazione di espulsione).

I risultati sono pubblicati nell'emissione del 16 maggio di New England Journal di medicina e sono riferiti simultaneamente alla riunione annuale dell'associazione americana dei cardiologi. Lo studio è stato costituito un fondo per dall'istituto nazionale su invecchiamento.

“In uno studio pilota più iniziale, avevamo osservato che questi pazienti avevano tracciato la disfunzione fisica, con 97% che è delicato o pre-delicato,„ ha detto l'autore principale dello studio, Dalane Kitzman, M.D., professore di medicina e di gerontologia cardiovascolari alla scuola di medicina della foresta di risveglio, parte di salubrità del battista della foresta di risveglio.

Ed i tipi di disfunzioni non sono stati associati comunemente con infarto - problemi con bilanciamento, mobilità e resistenza come pure resistenza. Un terzo non potrebbe uscire di una presidenza senza usando le loro armi o l'altra assistenza e la loro resistenza erano due volte più cattive dei pazienti similmente invecchiati con l'HF che non era stata ospedalizzata. Egualmente abbiamo trovato i tassi alti di depressione e di disfunzione conoscitiva, che erano solitamente clinicamente non riconosciuti.„

Dalane Kitzman, M.D., autore principale di studio ed il professor, medicina cardiovascolare e gerontologia, scuola di medicina della foresta di risveglio

Il gruppo di Kitzman ha supposto che la funzione fisica di questi pazienti, che era già dovuto compromesso invecchiare e infarto cronico, ha peggiorato e più ulteriormente è stata esacerbata dalla loro esperienza dell'ospedale e il più bedrest ed i deficit hanno persistito spesso dopo scarico.

Per verificare la loro teoria, hanno montato un gruppo degli esperti in fisico-ripristino per sviluppare il programma di REHAB-HF, che specificamente è stato destinato per soddisfare le esigenze uniche di questi pazienti. L'intervento ha cominciato presto nella degenza in ospedale come possibile, transitioned ad una funzione del paziente esterno per tre sessioni un la settimana per 12 settimane e poi transitioned per esercitarsi a casa, Kitzman ha detto.

Questa prova di fase 2 ha incluso 349 pazienti, invecchia 65 e più vecchio, di cui più di 50% erano donne e quasi 50% erano di colore, a sette centri medici, compreso quattro ospedali.

A seguito di tre mesi, gli scienziati hanno trovato grandi, statisticamente miglioramenti significativi nella funzione fisica come determinata con le misure standard di bilanciamento, mobilità, resistenza e resistenza. Inoltre, le tariffe della debolezza e la depressione sono diminuito.

Considerevolmente, a seguito di sei mesi, 83% dei pazienti ancora stavano esercitando da sè, suggerendo possono continuare a agire in tal modo a lungo termine, Kitzman ha detto.

Tuttavia, a sei mesi non c'erano differenze statisticamente significative negli eventi clinici quali le tariffe di riammissione per qualunque ragione, con 194 e 213 rehospitalizations che accadono nel gruppo di intervento e nel gruppo di controllo usuale di cura, rispettivamente. Le ospedalizzazioni in relazione con l'errore del cuore egualmente erano non differenti a sei mesi. C'erano numericamente più morti fra la gente nel gruppo di ripristino, ma questo non era statisticamente significativo e può essere dovuto chance.

“Lo studio non era abbastanza grande realmente esaminare gli eventi clinici„ Kitzman ha detto. “Ma dal miglioramento della qualità di vita e dal funzionamento fisico, il paziente ritiene meglio, che è un risultato positivo.„