Attenzione: questa pagina è una traduzione automatica di questa pagina originariamente in lingua inglese. Si prega di notare in quanto le traduzioni sono generate da macchine, non tutte le traduzioni saranno perfetti. Questo sito web e le sue pagine web sono destinati ad essere letto in inglese. Ogni traduzione del sito e le sue pagine web possono essere imprecise e inesatte, in tutto o in parte. Questa traduzione è fornita per comodità.

L'anticorpo a SARS-CoV-2 inibisce il hyperactivation del complemento

I ricercatori hanno identificato parecchi anticorpi alla proteina del nucleocapsid da un paziente convalescente COVID-19. Le prove hanno trovato che alcune possono inibire il hyperactivation del complemento e potrebbero potenzialmente piombo a nuova terapeutica.

Approssimativamente la metà di tutti i pazienti con la malattia severa COVID-19 sviluppa l'emergenza respiratoria acuta, che può essere interna. Alcuni pazienti egualmente hanno sintomi simili alla sindrome di emergenza respiratoria acuta (ARDS). Gli studi hanno suggerito che un complemento iperattivo, una parte del sistema immunitario che aumenta l'abilità degli anticorpi alle infezioni di lotta, predisponesse i pazienti ai risultati avversi COVID-19. Hyperactivation del complemento, che aiuta solitamente con immunità, può piombo alla lesione del tessuto.

La proteina del nucleocapsid del coronavirus 2 (SARS-CoV-2) di sindrome respiratorio acuto severo è una di parecchie proteine nel virus che eseguono le numerose funzioni.

Sebbene parecchi anticorpi monoclonali contro la proteina della punta SARS-CoV-2 siano stati messi a punto e clinicamente siano stati sperimentati, piccolo è conosciuto circa gli anticorpi alla proteina del nucleocapsid. In un documento ha pubblicato recentemente nelle comunicazioni della natura del giornale, rapporto dei ricercatori un anticorpo monoclonale umano che mira alla proteina del nucleocapsid.

Anticorpi alla proteina del nucleocapsid

Il gruppo ha raccolto i campioni da sei pazienti in Cina i circa 7-25 giorni dopo l'inizio di sintomo. Con l'analisi sierologica, hanno trovato che i livelli dell'anticorpo contro la proteina del nucleocapsid erano superiori ai livelli dell'anticorpo contro la proteina della punta del virus nella maggior parte dei pazienti.

Il gruppo ha trovato che le caratteristiche degli anticorpi del nucleocapsid recuperati erano differenti da quelle degli anticorpi della punta durante il ripristino iniziale, suggerendo che tempo della raccolta del campione fosse critico nell'identificazione delle risposte immunitarie differenti alle proteine virali differenti. Questi risultati sono coerenti con quelli di altri studi, alcuni di cui riferiscono gli anticorpi alla proteina del nucleocapsid che si sviluppa più presto degli anticorpi ed i livelli elevati degli anticorpi del nucleocapsid in pazienti che richiedono la cura di ospedale intensiva.

Dal campione di un paziente, che completamente ha recuperato entro nove giorni dell'inizio di sintomo, hanno trovato 32 anticorpi monoclonali che hanno reagito alla proteina del nucleocapsid, che ha incluso 20 anticorpi dalle celle di plasma e 12 dai linfociti B di memoria. Al contrario, hanno trovato soltanto otto anticorpi monoclonali alla proteina della punta.

Degli anticorpi che legano alla proteina del nucleocapsid, 13 del limite al dominio del N-terminale ed uno al dominio del C-terminale. Il gruppo egualmente ha determinato il sistema cristallino per il complesso con la proteina del nucleocapsid con uno degli anticorpi. L'interazione principale è stata trovata nei residui fra 159 e 172 di SARS-CoV-2.

Il legame dell'anticorpo causa parecchi cambiamenti conformazionali nel dominio del N-terminale, piombo alla casella obbligatoria che si trasforma in più grande e spiegamento parziale della regione di base della palma.

Poiché alcuni dei residui sono conservati in tutti i betacoronaviruses, questo anticorpo può probabilmente inter-reagire con altre proteine del nucleocapsid di coronavirus. Gli autori hanno confermato questo con gli studi dell'associazione, che hanno indicato che questo anticorpo potrebbe anche reagire con MERS-CoV.

Hyperactivation d'inibizione del complemento

Gli autori egualmente hanno messo a punto un metodo per studiare i livelli di attivazione del complemento in presenza della proteina del nucleocapsid SARS-CoV-2. Hanno trovato che la proteina del nucleocapsid induce il hyperactivation delle proteasi MASP-2, enzimi utilizzati nell'attivazione del complemento. L'aggiunta di un anticorpo del nucleocapsid identificato prima ha diminuito la tariffa della reazione del hyperactivation del complemento. Questa inibizione inoltre è stata veduta con altri tre anticorpi della proteina del nucleocapsid identificati. Tuttavia, l'interazione esatta del virus con la proteasi è ancora sconosciuta.

Sta coltivando la prova che i pazienti severamente malati COVID-19 traggono giovamento dall'uso degli inibitori di complemento, con parecchi test clinici in corso. Uno degli anticorpi del nucleocapsid isolati ha alta associazione alla proteina e può potenzialmente anche inibire il hyperactivation del complemento.

Per gli altri anticorpi identificati, il gruppo non poteva esprimere le regioni che della proteina del nucleocapsid fissano a esclusivamente come hanno appartenuto a disordinato alle parti flessibili della proteina. I domini del C-terminale e di N della proteina sono compresi in vari funzioni virali di tasto ed in futuro, pianificazione mettere a fuoco sugli anticorpi che legano a queste regioni.

Journal reference:
Lakshmi Supriya

Written by

Lakshmi Supriya

Lakshmi Supriya got her BSc in Industrial Chemistry from IIT Kharagpur (India) and a Ph.D. in Polymer Science and Engineering from Virginia Tech (USA).

Citations

Please use one of the following formats to cite this article in your essay, paper or report:

  • APA

    Supriya, Lakshmi. (2021, May 17). L'anticorpo a SARS-CoV-2 inibisce il hyperactivation del complemento. News-Medical. Retrieved on January 18, 2022 from https://www.news-medical.net/news/20210517/Antibody-to-SARS-CoV-2-inhibits-complement-hyperactivation.aspx.

  • MLA

    Supriya, Lakshmi. "L'anticorpo a SARS-CoV-2 inibisce il hyperactivation del complemento". News-Medical. 18 January 2022. <https://www.news-medical.net/news/20210517/Antibody-to-SARS-CoV-2-inhibits-complement-hyperactivation.aspx>.

  • Chicago

    Supriya, Lakshmi. "L'anticorpo a SARS-CoV-2 inibisce il hyperactivation del complemento". News-Medical. https://www.news-medical.net/news/20210517/Antibody-to-SARS-CoV-2-inhibits-complement-hyperactivation.aspx. (accessed January 18, 2022).

  • Harvard

    Supriya, Lakshmi. 2021. L'anticorpo a SARS-CoV-2 inibisce il hyperactivation del complemento. News-Medical, viewed 18 January 2022, https://www.news-medical.net/news/20210517/Antibody-to-SARS-CoV-2-inhibits-complement-hyperactivation.aspx.