Attenzione: questa pagina è una traduzione automatica di questa pagina originariamente in lingua inglese. Si prega di notare in quanto le traduzioni sono generate da macchine, non tutte le traduzioni saranno perfetti. Questo sito web e le sue pagine web sono destinati ad essere letto in inglese. Ogni traduzione del sito e le sue pagine web possono essere imprecise e inesatte, in tutto o in parte. Questa traduzione è fornita per comodità.

Lo studio analizza il rischio di altre condizioni mediche dopo il ripristino da COVID-19

I ricercatori hanno analizzato i dati da una grande società di assicurazioni negli Stati Uniti. Hanno trovato un rischio aumentato di altre condizioni mediche dopo il recupero da COVID-19 indipendentemente dalle circostanze preesistenti o invecchiano.

COVID-19 causato dal coronavirus 2 (SARS-CoV-2) di sindrome respiratorio acuto severo ha un intervallo delle manifestazioni, da nessun sintomi alla malattia severa. Sebbene il ripristino completo possa accadere in alcuni giorni in delicato per moderare la malattia, gli effetti più a lungo termine della malattia in esseri umani sono finora sconosciuti.

Gli studi hanno riferito che molti pazienti recuperati avvertono bene i sintomi differenti dopo il ripristino completo, pregiudicante la loro salubrità fisica, mentale e sociale. La prova dai superstiti di altre infezioni di coronavirus come MERS ed il SAR suggerisce che gli effetti a lungo termine non siano rari.

Ci sono stati soltanto alcuni studi che hanno esaminato gli effetti della malattia a lungo termine, pricipalmente in pazienti con la malattia severa che sono stati ospedalizzati. Ma, questi studi non possono essere rappresentante della popolazione in genere.

I ricercatori hanno studiato il rischio in eccesso ed i rischi relativi per sviluppare gli effetti a lungo termine di COVID-19 ed hanno riferito i loro risultati in un documento pubblicato nel BMJ.

Analizzare rischio in eccesso

I dati usati gruppo da una grande pianificazione di salubrità negli Stati Uniti, con informazioni sui risultati del laboratorio e sui ricoveri ospedalieri. Gli adulti inclusi dei partecipanti di studio fra 18 e 65 anni che hanno verificato il positivo a virus. Hanno paragonato i dati per questi partecipanti ai dati per i partecipanti prima della pandemia. Hanno seguito i partecipanti per sei mesi dopo la malattia per controllare per vedere se c'è tutte le nuove diagnosi cliniche.

Circa 3% dei partecipanti totali di studio sono stati identificati come essendo positivi per l'infezione SARS-CoV-2. Questa gente era più probabile essere più giovani donne di uno stato socioeconomico più basso che vivono in principalmente ispano o le vicinanze nere hanno confrontato alle persone comparabili prima della pandemia che ha avuta malattia più bassa delle vie respiratorie.

Il gruppo ha trovato che circa 86% della gente ha avuto manifestazioni cliniche non nuove che assistenza medica richiesta durante il seguito. Circa 14% ha avuto un'nuova emissione clinica, che era circa 5% più del gruppo di controllo pre-pandemico e circa 4% ha avuto più di un tipo di emissione clinica. La gente infettata con SARS-CoV-2 ha avuta una proporzione elevata delle emissioni cliniche confrontate al gruppo di controllo.

L'analisi dei dati ha mostrato un rischio in eccesso basso per altre emissioni cliniche a causa dell'infezione SARS-CoV-2. Tuttavia, i rapporti di rischio per le persone infettate erano grandi, fino ad un massimo di circa 25, il più alto durante il primo mese dopo l'infezione. Erano ancora alti per alcuni termini come ipertensione, il diabete e la fatica fino a sei mesi dopo l'infezione.

Il rischio in eccesso è aumentato con l'età, con la gente superiore a 50 anni che hanno il rischio più significativo. Il rischio in eccesso era simile per gli uomini e le donne eccezione fatta per alcuni termini come fatica, perdita di odore, la lesione del rene ed alcuni altre.

Rischio aumentato durante i quattro mesi dopo la malattia

I risultati indicano che COVID-19 non è unico nel causare altre emissioni mediche dopo il ripristino. Sebbene il rischio aumenti con l'età, le circostanze preesistenti e la malattia severa, anche altri senza queste circostanze erano egualmente a rischio delle nuove emissioni mediche che vengono su dopo il ripristino. C'era un rischio aumentato e persistente per circa quattro mesi dopo la malattia.

Il rischio di determinate condizioni mediche gradisce le irregolarità cardiache, la trombosi venosa profonda, l'ansia, le anomalie del fegato e la fatica era più alta fra i superstiti COVID-19. Gli studi hanno indicato che i pazienti che hanno recuperato dal SAR e MERS hanno aritmia e tachicardia e stati del sistema nervoso centrale e periferico.

Sebbene lo studio possa quantificare il rischio per gli adulti in buona salute e più giovani, gli autori non potevano identificare la corsa o l'origine etnica al livello determinato. Più ulteriormente, poiché i partecipanti di studio hanno dovuto essere assicurati continuamente, la gente non assicurata è stata omessa. Altre limitazioni non stavano comprendendo la morte come risultato nello studio e la possibilità di errata classificazione delle persone.

Affinchè medici gestisca e per curare i pazienti, è vitale capire l'avvenimento e la cronologia delle circostanze cliniche a causa di COVID-19. “I nostri risultati forniscono ai clinici una comprensione completa del rischio in eccesso per le oltre 50 morbosità cliniche attraverso i sistemi multipli dell'organo che pregiudicano ≤65 invecchiato adulti dopo la fase acuta di infezione SARS-Cov-2,„ scrivono gli autori. Conoscere la grandezza di rischio può contribuire a gestire meglio queste emissioni.

Journal reference:
Lakshmi Supriya

Written by

Lakshmi Supriya

Lakshmi Supriya got her BSc in Industrial Chemistry from IIT Kharagpur (India) and a Ph.D. in Polymer Science and Engineering from Virginia Tech (USA).

Citations

Please use one of the following formats to cite this article in your essay, paper or report:

  • APA

    Supriya, Lakshmi. (2021, May 21). Lo studio analizza il rischio di altre condizioni mediche dopo il ripristino da COVID-19. News-Medical. Retrieved on December 07, 2021 from https://www.news-medical.net/news/20210521/Study-analyzes-the-risk-of-other-medical-conditions-after-recovery-from-COVID-19.aspx.

  • MLA

    Supriya, Lakshmi. "Lo studio analizza il rischio di altre condizioni mediche dopo il ripristino da COVID-19". News-Medical. 07 December 2021. <https://www.news-medical.net/news/20210521/Study-analyzes-the-risk-of-other-medical-conditions-after-recovery-from-COVID-19.aspx>.

  • Chicago

    Supriya, Lakshmi. "Lo studio analizza il rischio di altre condizioni mediche dopo il ripristino da COVID-19". News-Medical. https://www.news-medical.net/news/20210521/Study-analyzes-the-risk-of-other-medical-conditions-after-recovery-from-COVID-19.aspx. (accessed December 07, 2021).

  • Harvard

    Supriya, Lakshmi. 2021. Lo studio analizza il rischio di altre condizioni mediche dopo il ripristino da COVID-19. News-Medical, viewed 07 December 2021, https://www.news-medical.net/news/20210521/Study-analyzes-the-risk-of-other-medical-conditions-after-recovery-from-COVID-19.aspx.