Attenzione: questa pagina è una traduzione automatica di questa pagina originariamente in lingua inglese. Si prega di notare in quanto le traduzioni sono generate da macchine, non tutte le traduzioni saranno perfetti. Questo sito web e le sue pagine web sono destinati ad essere letto in inglese. Ogni traduzione del sito e le sue pagine web possono essere imprecise e inesatte, in tutto o in parte. Questa traduzione è fornita per comodità.

Potrebbe 6 ′, 6 il ′ - difluoro-aristeromycin (DFA) avere potenziale antivirale di vasto-spettro contro i coronaviruses?

Coronaviruses ha causato gli scoppi zoonotici attraverso la storia. Nelle prime due decadi di questo secolo da solo, abbiamo veduto l'emergenza di tre coronaviruses altamente patogeni: la sindrome respiratorio acuto severo (SARS), la sindrome respiratoria di Medio Oriente (MERS) e la sindrome respiratorio acuto severo 2 (SARS-CoV-2), che è l'agente patogeno causativo della pandemia corrente di malattia 2019 di coronavirus (COVID-19). Le similarità dell'azione di MERS e di SAR con SARS-CoV-2 e le debolezze comuni d'esplorazione hanno potuto aiutare nello sviluppo di terapeutica per COVID-19.

I ricercatori, al centro medico di Leida nei Paesi Bassi ed alla Seoul National University in Corea del Sud, hanno dimostrato che le concentrazioni basse-micromolar 6 di ′, ′ 6 - difluoro24 il aristeromycin (DFA), un analogo del nucleoside dell'adenosina, inibisce forte la replica del coronavirus respiratorio di sindrome di Medio Oriente (MERS-CoV) ad un'in un'analisi basata a cella di infezione.

Lo studio del gruppo, che è comparso sul bioRxiv* del " server " della pubblicazione preliminare, mostra la promessa nell'individuazione del composto antivirale di vasto-spettro potenziale contro i coronaviruses.

Scoppi di Coronavirus

L'emergenza del coronavirus di sindrome respiratorio acuto severo (SARS-CoV-1) in Cina nel 2003 e il MERS-CoV in Arabia Saudita nel 2012 evidenzia la minaccia pandemica potenziale posata da questo tipo di agenti patogeni zoonotici. Circa una decade a parte, questi scoppi causano le crisi di salubrità globali che catturano un tributo sul sistema sanitario.

dovuto la natura di questi agenti patogeni virali e la severità delle malattie causate da questi coronaviruses, l'organizzazione mondiale della sanità (WHO) ha fornito lo stato prioritario loro. Questo stato tiene conto lo sviluppo urgente delle strategie profilattiche e terapeutiche del trattamento.

Alla fine del dicembre 2019, un coronavirus novello è emerso in Cina, causante la pandemia corrente. Fin qui, più di 167 milione persone universalmente sono state infettate da SARS-CoV-2, mentre oltre 3,46 milioni sono morto. Il SARS-CoV-2 pandemico ed il suo carico sulla salute pubblica globalmente sottolinea la natura critica di individuazione delle droghe anti--coronavirus altamente efficaci.

Ci sono corrente varie classi della droga nell'ambito della valutazione come inibitori della replica di coronavirus, compreso quelli che mirano alle funzioni virali quali le proteasi virali ed il RNA polimerasi.

DFA inibisce MERS-CoV

Il gruppo di ricerca ha utilizzato alle le analisi basate a cella per MERS-CoV-2, SAR-CoV, il chikungunya e la replica del virus di Zika nello studio corrente. Il gruppo ha descritto il potenziale di un insieme degli analoghi di selenadenosine e dell'adenosina per l'inibizione dei questi agenti patogeni.

Hanno derivato questi composti dal aristeromycin, un'idrolasi d'inibizione composta dell'S-adenosyl-L-omocisteina del nucleoside carbociclico popolare (idrolasi di SAH o SAHH). Egualmente ha beni antivirali, anticancro e del anti-toxoplasma.

Più ulteriormente, questi derivati di aristeromycin sono analoghi del nucleoside fatti per mirare al RNA polimerasi RNA-dipendente virale e per mirare indirettamente alla metilazione di RNA virale inibendo l'idrolasi ospite SAH.

I ricercatori hanno valutato una libreria di più di 80 analoghi di selenoadenosine e dell'adenosina per arrivare ai risultati di studio che precedentemente sono stati considerati per la sua attività antivirale contro MERS-CoV, SAR-CoV ed il virus di epatite del mouse (MHV) facendo uso alle delle analisi citopatiche basate a cella (CPE) di riduzione di effetto.

Da là, il gruppo ha identificato DFA come l'inibitore più potente di MERS-CoV e della replica SAR-CoV. Egualmente è trovato per essere più efficace nel fare diminuire i titoli della progenie di MERS-CoV che quelli di SARS-CoV-1 quando cura le celle di Vero con DFA.

Facendo uso alle delle analisi basate a cella dell'due-indipendente, un'analisi di reazione al dosaggio e un'analisi di CBE-riduzione, i ricercatori hanno valutato l'attività antivirale di DFA contro MERS-CoV in un modo più dettagliato.

Da questa libreria, abbiamo identificato 6 il ′, 6 il ′ - difluoro-aristeromycin (DFA) come il derivato di aristeromycin che ha inibito il più efficientemente la replica di MERS-CoV alle nelle analisi basate a cella,„ il gruppo spiegato nello studio.

Il gruppo suppone che DFA pregiudichi la metilazione virale del cappuccio inibendo gli enzimi o l'associazione virali all'idrolasi di SAH. Hanno esaminato l'attività antivirale di DFA contro gli altri betacoronaviruses ed hanno rivelato che ha un effetto limitato sulla loro replica.

Tuttavia, i nostri risultati giustificano ulteriore caratterizzazione dei derivati di DFA come inibitore della replica di MERS-CoV,„ hanno aggiunto.

Fin qui, c'è una mancanza di droghe antivirali che sono efficaci contro le infezioni umane di coronavirus, compreso il MERS-CoV che è endemico in Medio Oriente, nella pandemia corrente SARS-CoV-2 e nei coronaviruses zoonotici futuri potenziali.

Lo studio corrente fa luce sulla necessità di studiare gli obiettivi novelli della droga e di identificare i composti antivirali con attività multivalent potenziale contro i coronaviruses. Pur trovando che DFA ha potenziale come agente antivirale di vasto-spettro, ulteriori studi ancora sono necessari.

Nel frattempo, il gruppo ha combinato i risultati con una rappresentazione precedente di studio che DFA può inibire il virus e il chikungunya di Zika. Il gruppo ha invitato gli scienziati ad esaminare DFA, non solo per i coronaviruses ma anche per altre infezioni virali.

Avviso *Important

il bioRxiv pubblica i rapporti scientifici preliminari che pari-non sono esaminati e, pertanto, non dovrebbero essere considerati conclusivi, guida la pratica clinica/comportamento correlato con la salute, o trattato come informazioni stabilite.

Journal reference:
Angela Betsaida B. Laguipo

Written by

Angela Betsaida B. Laguipo

Angela is a nurse by profession and a writer by heart. She graduated with honors (Cum Laude) for her Bachelor of Nursing degree at the University of Baguio, Philippines. She is currently completing her Master's Degree where she specialized in Maternal and Child Nursing and worked as a clinical instructor and educator in the School of Nursing at the University of Baguio.

Citations

Please use one of the following formats to cite this article in your essay, paper or report:

  • APA

    Laguipo, Angela. (2021, May 25). Potrebbe 6 ′, 6 il ′ - difluoro-aristeromycin (DFA) avere potenziale antivirale di vasto-spettro contro i coronaviruses?. News-Medical. Retrieved on October 25, 2021 from https://www.news-medical.net/news/20210525/Could-6e280b26e280b2-difluoro-aristeromycin-(DFA)-have-broad-spectrum-antiviral-potential-against-coronaviruses.aspx.

  • MLA

    Laguipo, Angela. "Potrebbe 6 ′, 6 il ′ - difluoro-aristeromycin (DFA) avere potenziale antivirale di vasto-spettro contro i coronaviruses?". News-Medical. 25 October 2021. <https://www.news-medical.net/news/20210525/Could-6e280b26e280b2-difluoro-aristeromycin-(DFA)-have-broad-spectrum-antiviral-potential-against-coronaviruses.aspx>.

  • Chicago

    Laguipo, Angela. "Potrebbe 6 ′, 6 il ′ - difluoro-aristeromycin (DFA) avere potenziale antivirale di vasto-spettro contro i coronaviruses?". News-Medical. https://www.news-medical.net/news/20210525/Could-6e280b26e280b2-difluoro-aristeromycin-(DFA)-have-broad-spectrum-antiviral-potential-against-coronaviruses.aspx. (accessed October 25, 2021).

  • Harvard

    Laguipo, Angela. 2021. Potrebbe 6 ′, 6 il ′ - difluoro-aristeromycin (DFA) avere potenziale antivirale di vasto-spettro contro i coronaviruses?. News-Medical, viewed 25 October 2021, https://www.news-medical.net/news/20210525/Could-6e280b26e280b2-difluoro-aristeromycin-(DFA)-have-broad-spectrum-antiviral-potential-against-coronaviruses.aspx.