Attenzione: questa pagina è una traduzione automatica di questa pagina originariamente in lingua inglese. Si prega di notare in quanto le traduzioni sono generate da macchine, non tutte le traduzioni saranno perfetti. Questo sito web e le sue pagine web sono destinati ad essere letto in inglese. Ogni traduzione del sito e le sue pagine web possono essere imprecise e inesatte, in tutto o in parte. Questa traduzione è fornita per comodità.

Lo studio può contribuire a determinare quali persone diabetiche possono donare le cornee per il keratoplasty

Circa un terzo degli ambulatori di trapianto corneale negli Stati Uniti faccia partecipare la gente con il diabete che dona le loro cornee dopo la morte.

Il numero dei trapianti corneali si è sviluppato negli ultimi dieci anni, ma con la ricerca continua, la comunità medica ha imparato che non tutto il tessuto corneale dai diabetici può essere adatto a procedura, conosciuto come keratoplasty.

In un nuovo studio, di supporto da un quinquennale, la concessione $6,4 milioni dall'istituto nazionale dell'occhio degli istituti della sanità nazionali, i ricercatori dalla Case Western Reserve University, gli ospedali universitari e il Jaeb concentrano per la ricerca di salubrità, scopo definitivo per determinare quali persone diabetiche possono donare con successo le loro cornee per il keratoplasty (e quale non dovrebbe).

“Questa è una domanda importante che dovrebbe essere risposta a,„ ha detto la ragazza Jonathan, il professore di Charles I Thomas e la presidenza vice per gli affari accademici nel dipartimento dell'oftalmologia e delle scienze visive alla scuola di medicina della riserva di caso ed al Direttore occidentali dei centri della lettura di analisi sulla base di immagini dell'occhio dell'istituto dell'occhio degli ospedali universitari.

Agire in tal modo avrà un effetto principale sulle pratiche del keratoplasty e di occhio-attività bancarie.„

La ragazza Jonathan, il professor di Charles I Thomas e la presidenza vice per gli affari accademici, dipartimento dell'oftalmologia e scienze visive, rivestono la scuola di medicina occidentale della riserva

La domanda circa cui i donatori sono prese adatte su urgenza aumentante, poichè i dati recenti della banca degli occhi suggeriscono donatori diabetici comprende 30% - 35% il raggruppamento del donatore della cornea--un aumento di 72% - di 50% in appena durante una decade.

I numeri stanno aumentando semplicemente perché c'è più gente con il diabete in questo paese, hanno detto la ragazza, il ricercatore principale e la presidenza di nuovo studio. E perché la popolazione sta invecchiando, così è la domanda di questo genere di chirurgia.

Aumentare di numeri del trapianto corneale

La cornea è il chiaro livello esterno alla parte anteriore dell'occhio che aiuta l'indicatore luminoso del fuoco per vedere chiaramente. Il numero dei trapianti corneali nazionalmente ha diminuito 20% nel 2020 a causa della pandemia, ma ora sta recuperando, con gli ambulatori elettivi di nuovo ai livelli pre-2020, secondo l'associazione della banca degli occhi dell'America.

Il numero è aumentato costantemente da quando l'associazione ha cominciato a tenere la carreggiata la procedura nel 1991. Appena al disopra 51.000 trapianti corneali sono stati eseguiti già negli Stati Uniti nel 2019, su 17% dai 10 anni e da un salto di 30% dal 1991.

Sebbene l'approccio standard per tutti i tipi di keratoplasties sia di utilizzare le cornee dai donatori diabetici, alcuni banche degli occhi e chirurghi sempre più stanno evitandoli per una procedura conosciuta come “il keratoplasty endoteliale della membrana di Descemet,„ o DMEK.

I ricercatori stanno mettendo a fuoco su DMEK per questo studio perché è la procedura che più comune i chirurghi in grande quantità del corneale-trapianto stanno eseguendo (che contribuiranno a reclutare i pazienti per lo studio) e perché la ricerca precedente ha trovato che i tecnici della banca degli occhi hanno avuti più problemi preparare i donatori con il diabete per l'ambulatorio di DMEK.

L'esigenza dei trapianti corneali principalmente è causata tramite l'errore delle celle endoteliali corneali dalle malattie quale la distrofia di Fuchs o dopo la chirurgia della cataratta con le complicazioni. Queste celle tengono la radura della cornea e si assottigliano. Con la procedura di DMEK, queste celle sono sostituite con le celle endoteliali normali che sono fissate alla membrana di Descemet dal donatore fornito dalla banca degli occhi.

Fuoco di nuova ricerca

Lo studio metterà a fuoco su DMEK per esaminare il successo del trapianto e la perdita di celle endoteliali dopo chirurgia e per determinare l'impatto del diabete erogatore e ricevente su questi risultati.

Lo scopo: la guida informa le occhio-attività bancarie e le comunità chirurgiche circa la sicurezza e l'efficacia delle cornee erogarici di trapianto dai donatori con il diabete.

Lo studio endoteliale del Keratoplasty del nuovo diabete (DEKS) comprenderà circa 16 banche degli occhi e 30 siti clinici intorno al paese. Gli ospedali universitari saranno uno dei siti clinici e piombo da Ahmed Omar, un assistente universitario alla scuola di medicina di CWRU e Direttore del servizio della cornea all'istituto dell'occhio degli ospedali universitari.

“Siamo che il UH sarà un sito clinico di questo studio enorme, che modellerà il futuro per gli ambulatori di DMEK ed indirizza alcune delle domande importanti che circondano i tessuti dai donatori diabetici,„ Omar realmente emozionante abbiamo detto. “Questo studio potrebbe anche contribuire ad identificare alcune delle ragioni per le quali 2 - 3% delle cornee donate vengono a mancare per nessuna ragione evidente, che è una ragione per la frustrazione fra i pazienti ed i chirurghi.„

Lo studio farà partecipare 1.420 donatori ed oltre 1.000 pazienti. Due terzi dei donatori saranno non diabetici ed un terzo di di diabetico. Il diabete nel destinatario egualmente sarà riflesso per capire come quello può influenzare il successo dei trapianti.

Lo studio dovrà:

  • Paragoni la tariffa di un anno di keratoplasty-successo dopo DMEK alle cornee dai donatori con e senza il diabete.
  • Confronti la perdita di un anno di celle endoteliali nella cornea centrale dopo DMEK alle cornee dai donatori con e senza il diabete.
  • Esplori come la severità del diabete di un donatore pregiudica i risultati un anno dopo la chirurgia di DMEK.