Attenzione: questa pagina è una traduzione automatica di questa pagina originariamente in lingua inglese. Si prega di notare in quanto le traduzioni sono generate da macchine, non tutte le traduzioni saranno perfetti. Questo sito web e le sue pagine web sono destinati ad essere letto in inglese. Ogni traduzione del sito e le sue pagine web possono essere imprecise e inesatte, in tutto o in parte. Questa traduzione è fornita per comodità.

Lo studio di COLCORONA indica che la colchicina può diminuire le complicazioni in pazienti sicuri COVID-19

L'istituto del cuore di Montreal (MHI) annuncia che i risultati di studio di COLCORONA sono pubblicati oggi nella medicina respiratoria di The Lancet.

Lo studio di COLCORONA indica che la colchicina può diminuire le complicazioni in pazienti sicuri COVID-19
Lo studio è stato destinato per determinare se la colchicina, comunemente usata in cardiologia, potrebbe impedire il rischio di complicazioni severe COVID-19. Credito di immagine: Getty

L'articolo, che è intitolato colchicina per i pazienti comunità-trattati con COVID-19 (COLCORONA): una fase 3, prova ripartita le probabilità su, doppio accecata, adattabile, controllata a placebo, multicentrata, conclude che, dato la mancanza di terapie orali disponibili per impedire le complicazioni COVID-19 fra i pazienti non ospedalizzati ed il vantaggio osservato della colchicina in pazienti con una diagnosi PCR-confermata di COVID-19, questa droga antinfiammatoria potrebbe essere considerata come trattamento per quelle a rischio delle complicazioni.

Dato la pandemia corrente, mentre attende l'immunità collettiva con la vaccinazione intorno al mondo, la necessità per i trattamenti di impedire le complicazioni COVID-19 fra i pazienti che contrattano la malattia rimane. Il nostro studio ha indicato che la colchicina potrebbe essere usata per diminuire il rischio di complicazioni per alcuni pazienti con COVID-19.„

Dott. Jean-Claude Tardif, Direttore, centro di ricerca di MHI, professore, facoltà di medicina, Université de Montréal

Tardif è egualmente il ricercatore principale di COLCORONA.

La colchicina è una droga antinfiammatoria economica e disponibile facilmente. Amministrato oralmente, corrente è prescritto per trattare la gotta, la febbre Mediterranea familiare e la pericardite. Lo studio di COLCORONA ha valutato il potenziale della colchicina di diminuire il rischio di complicazioni di COVID-19-related in pazienti esterni in 40 anni con almeno un fattore di rischio per la progressione di malattia.

Il punto finale primario dell'efficacia dello studio era il composito della morte o dell'ospedalizzazione in pazienti con COVID-19. Dei 4.488 pazienti iscritti, compreso quelli senza una diagnosi PCR-confermata, il punto finale primario si è presentato in 4,7% dei pazienti nel gruppo della colchicina e in 5,8% di quelli nel gruppo del placebo, un risultato significativo non-statistico.

Per i 4.159 pazienti con ad una diagnosi basata a PCR di COVID-19, il punto finale primario si è presentato in 4,6% dei pazienti nel gruppo della colchicina e in 6,0% dei pazienti nel gruppo del placebo, un risultato statisticamente significativo. Gli eventi avversi seri sono stati riferiti in 4,9% dei pazienti nel gruppo della colchicina e in 6,3% di quelli nel gruppo del placebo.

Nonostante questi risultati, è raccomandato che gli studi come questo siano ripiegati in pazienti non ospedalizzati con una diagnosi PCR-confermata di COVID-19.

“Lo studio di COLCORONA spiega la nostra conoscenza del ruolo di orale, a buon mercato ed ampiamente - le droghe repurposed disponibili quale la colchicina per curare la gente nella fase iniziale per impedire le complicazioni serie di COVID-19 e possono aiutare i professionisti ed i loro pazienti prendere le decisioni informate di trattamento,„ ha detto Yves Rosenberg, M.D., M.P.H., capo dell'aterotrombosi e ramo della coronaropatia al cuore, al polmone ed all'istituto nazionali di sangue, parte degli istituti degli Stati Uniti della sanità nazionali.

COLCORONA (NCT04322682) è un test clinico ripartito le probabilità su, doppio accecato, controllato a placebo, da casa. È stato condotto nel Canada, negli Stati Uniti, Europa, nel Sudamerica e nel Sudafrica.

Lo studio ha incluso 4.488 pazienti non ospedalizzati in 40 anni con COVID-19 ai tempi dell'inclusione, con almeno un fattore di rischio identificato per COVID-19 le complicazioni (per esempio, diabete, ipertensione, malattia respiratoria conosciuta, obesità). I pazienti sono stati ripartiti con scelta casuale per ricevere la colchicina (0.5mg due volte al giorno per tre giorni ed una volta giornalmente dopo) o il placebo per i 30 giorni.

Source:
Journal reference:

Tardif, J-.C., et al. (2021) ClaudeColchicine for community-treated patients with COVID-19 (COLCORONA): a phase 3, randomised, double-blinded, adaptive, placebo-controlled, multicentre trial. Lancet Respiratory Medicine. doi.org/10.1016/S2213-2600(21)00222-8.