Attenzione: questa pagina è una traduzione automatica di questa pagina originariamente in lingua inglese. Si prega di notare in quanto le traduzioni sono generate da macchine, non tutte le traduzioni saranno perfetti. Questo sito web e le sue pagine web sono destinati ad essere letto in inglese. Ogni traduzione del sito e le sue pagine web possono essere imprecise e inesatte, in tutto o in parte. Questa traduzione è fornita per comodità.

La rappresentazione cardiovascolare non mostra prova della lesione del miocardio in atleti dopo l'infezione COVID-19

La rappresentazione cardiovascolare non ha dimostrato prova della lesione o della miocardite del miocardio in atleti dopo l'infezione COVID-19, secondo una lettera della ricerca pubblicata nella circolazione dall'ospedale pediatrico di Le Bonheur e dai cardiologi del centro di scienza di salubrità di University of Tennessee.

La selezione e la valutazione sono state effettuate dal gruppo della cardiologia di sport dell'istituto del cuore di Le Bonheur il Children, da Benjamin S. Hendrickson, MD, da Ranjit R. Philip, MD e da Ryan E. Stephens, NP-C, MBA e Le Bonheur Direttore di MRI cardiaco Jason N. Johnson, il MD, MHS. I ricercatori dicono che questo studio conferma le raccomandazioni attuali che la selezione cardiovascolare può essere rinviata in atleti positivi COVID-19 che sono asintomatici o avere sintomi più delicati.

La preoccupazione per la malattia cardiovascolare come conseguenza di COVID-19 ha determinato le raccomandazioni per gli atleti di valutazione dopo l'infezione. I nostri risultati indicano che nessuno degli atleti che hanno subito MRI cardiaco hanno avuti risultati anormali.„

Jason N. Johnson, MD, MHS, Direttore di MRI cardiaco, ospedale pediatrico di Le Bonheur

137 atleti collegiali da tre università che fanno concorrenza attraverso le divisioni nazionali 1, (NCAA) 2 e 3 di associazione atletica collegiale sono stati valutati nella clinica della cardiologia di sport i non non più presto di 10 giorni dopo avere verificato il positivo. Gli atleti erano giovani adulti da una vasta gamma di da sport e di varie origini etniche razziali - il nero di 48%, 47% bianco e latino-americano di 7%.

Le Bonheur Children ed i cardiologi di UTHSC hanno usato una selezione algoritmo-guida per valutare gli atleti. Indipendentemente dai sintomi o dalla severità di malattia, i cardiologi hanno ottenuto un elettrocardiogramma di 12 cavi (ECG), un ecocardiogramma transthoracic e un livello cardiaco convenzionale della troponina I (cTn) da ogni atleta del positivo COVID-19.

Se qualcuno di questi prove fossero anormali o l'atleta avesse una valutazione clinica di preoccupazione, sono state fatte riferimento per MRI cardiaco (CMR). Gli atleti con le valutazioni normali e CMR negativi negativi o del prova hanno fatti rintrodurre lentamente l'esercizio e finalmente essere restituiti a partecipazione completa.

I risultati di studio includono:

  • La maggior parte dei atleti (82%) erano sintomi delicati (67%) o moderati sintomatici e con esperienza (di 33%). Nessuno degli atleti hanno avuti malattia severa COVID-19.
  • Soltanto cinque (3,6%) atleti hanno avuti prova anormale che ha richiesto CMR. Di questi cinque, nessuno hanno avuti risultati anormali di CMR coerenti con la lesione o la miocardite del miocardio.
  • Nessuno degli atleti hanno avuti i nuovi sintomi o altro problema sanitario dopo il ripristino l'esercizio e della concorrenza normale.

“In base ai risultati ed a seguito nel nostro gruppo, è ragionevole rinviare la selezione cardiovascolare negli atleti asintomatici o quelli con COVID-19 più delicato,„ ha detto Philip. “La selezione cardiaca, la prova e la rappresentazione possono essere guidate dalla severità dei sintomi e dalla malattia in un atleta.„

Source:
Journal reference:

Hendrickson, B. S., et al. (2021) Cardiovascular Evaluation After COVID-19 in 137 Collegiate Athletes: Results of an Algorithm-Guided Screening. Circulation. doi.org/10.1161/CIRCULATIONAHA.121.053982.