Attenzione: questa pagina è una traduzione automatica di questa pagina originariamente in lingua inglese. Si prega di notare in quanto le traduzioni sono generate da macchine, non tutte le traduzioni saranno perfetti. Questo sito web e le sue pagine web sono destinati ad essere letto in inglese. Ogni traduzione del sito e le sue pagine web possono essere imprecise e inesatte, in tutto o in parte. Questa traduzione è fornita per comodità.

Lo studio identifica le nuove varianti genetiche che causano i disordini inerenti allo sviluppo in bambini

le regioni di Non codifica di DNA potrebbero tenere il tasto a diagnosticare i disordini inerenti allo sviluppo in bambini, la nuova ricerca suggerisce.

Lo studio, dai ricercatori all'istituto di Wellcome Sanger, al centro di Wellcome per la genetica umana all'università di Oxford, all'università di Exeter, al centro nazionale per ricerca cardiovascolare (CNIC) a Madrid ed all'istituto universitario imperiale Londra, mutazioni trovate nelle regioni di non codifica di DNA che causano i disordini inerenti allo sviluppo in bambini, danti a 10 famiglie una diagnosi nominata.

Il documento, pubblicato nel giornale americano della genetica umana, ha identificato sette varianti che erano precedentemente sconosciute che causa i disordini inerenti allo sviluppo e sei di questi ha urtato il gene MEF2C. Anche identificando due di queste varianti in altri gruppi pazienti, i ricercatori potevano dare una diagnosi alle famiglie multiple, cessanti l'odissea diagnostica del `' che molti pazienti e le loro famiglie affrontano.

Globalmente, intorno 400.000 bambini nascono ogni anno con i nuovi, cambiamenti spontanei del DNA - conosciuti come le mutazioni di de novo - che interferisca con il loro sviluppo. Questi disordini inerenti allo sviluppo possono piombo ai termini quali i difetti intellettuali di inabilità, dell'epilessia o del cuore.

Le mutazioni di De novo in geni che creano le proteine sono una causa affermata dei disordini inerenti allo sviluppo, ma fin qui molte dei geni collegati a questi disordini rimangono sconosciute. Ogni persona nasce in media con intorno 60 mutazioni di de novo, sebbene la vasta maggioranza non non piombo ai problemi sanitari.

È un vantaggio enorme ad un paziente ed alla loro famiglia per conoscere la causa genetica del loro disordine. Non solo fornisce le risposte, ma egualmente permette la previsione di rischio per altri membri della famiglia e potenzialmente un gateway nel trattamento personale. Dato questo, la maggior parte dei pazienti con i disordini inerenti allo sviluppo subirà il test genetico come componente della loro cura clinica, tuttavia, questa piombo ad una diagnosi genetica in meno che la metà dei casi. Questi prove genetiche identificano normalmente tutte le varianti che si presentano nelle parti del genoma che codificano direttamente per le proteine.

Le iniziative in corso, quali i disordini inerenti allo sviluppo decifranti (DDD) studiano, hanno scoperto i geni associati cercando i reticoli nei genoma dei bambini con questi disordini e confrontando questi genoma ai loro genitori'.

In questo studio, che fa parte di più ampio studio del DDD, i gruppi hanno guardato nelle regioni del genoma che sono immediatamente adiacente alle regioni di proteina-codifica, conosciute come le regioni non tradotte, o a UTRs.  

Queste regioni non sono codificate nella proteina definitiva, ma invece regolamentano i trattamenti; come gestire quanto la proteina è fatta, quando si ferma e dove la proteina finisce nella cella.

Con ai i metodi di calcolo e basati a laboratorio, i ricercatori hanno identificato sei varianti nel UTRs che ha urtato il gene MEF2C, cambiando i livelli di espressione genica, diminuenti la quantità di proteina prodotta o interrompenti la funzione della proteina di MEF2C.  

Il Dott. Nicky Whiffin, autore senior dello studio e guida del gruppo di ricerca al Wellcome concentra per la genetica umana, università di Oxford, ha detto: “Esaminando le parti del genoma che sono trovate accanto alle sequenze codificante della proteina, abbiamo potuti identificare le varianti multiple che causano i disordini inerenti allo sviluppo che sarebbero stati mancati tramite selezione clinica corrente. Infatti, abbiamo trovato che quasi un quarto delle diagnosi identificate nei disordini inerenti allo sviluppo decifranti studia in un gene particolare è dovuto le varianti di regione di non codifica. Mentre questo questo non significa che un quarto di tutte le diagnosi inerenti allo sviluppo di malattia è dovuto le varianti nelle regioni di non codifica, suggerisce che potrebbe essere altamente utile analizzare queste regioni in pazienti che rimangono geneticamente undiagnosed.„

Identificando ulteriori collegamenti genetici ai disordini inerenti allo sviluppo, è possibile dare a più gente una diagnosi e una comprensione del loro stato, che può aiutare la pianificazione familiare come pure potenzialmente aprire le nuovi pianificazioni e supporto del trattamento. Questo studio ha evidenziato quanto importante è di esaminare UTRs e possibilmente di includerli nella selezione clinica sistematica. Potrebbe anche incoraggiare più ricercatori ad avere altro sguardo ai loro dati attuali, possibilmente trovanti le varianti genetiche più importanti in UTRs precedentemente unanalyzed.

Il Dott. Meena Balasubramanian, autore sullo studio e genetista clinico del consulente alle fondamenta di NHS dei bambini di Sheffield si fida di, detto: “È grande da vedere che questa ricerca genetica traduce direttamente in potere dare i pazienti e le famiglie la diagnosi che stanno aspettando. La ricezione della diagnosi può permettere che i pazienti e le loro famiglie accedano ai supporti di rete e guadagnino una maggior comprensione del loro stato, che può avere un impatto enorme sulle loro vite come pure capire il rischio per tutti i bambini futuri potrebbero avere.„

Negli ultimi anni, gli avanzamenti spettacolari nell'analisi genomica hanno cessato l'odissea diagnostica agonizzante a che tanti bambini con i disordini inerenti allo sviluppo e le loro famiglie hanno resistito. Per molti altri comunque, una diagnosi genetica è rimanere evasiva. Questa ricerca cruciale, con cui ragiona per alcuni bambini disordini inerenti allo sviluppo è stata identificata analizzando le regioni non tradotte del genoma, porta la speranza e la comodità ad alcune famiglie che la loro odissea diagnostica anche potrebbe terminare e potrebbe aiutare più in futuro. La ricezione della diagnosi genetica offre a famiglie la possibilità di informazioni, di supporto e di individuazione delle altre con un disordine simile, così alleviando il loro isolamento e disperazione.„

Dott. Beverly Searle, CEO, unici - il cromosoma & il gruppo di appoggio rari di disordine del gene

Il professor Matthew Hurles, co-author dello studio e cavo dei disordini inerenti allo sviluppo decifranti aggetta all'istituto di Wellcome Sanger, ha detto: “Capire più circa la causa genetica della malattia è incredibilmente importante, particolarmente quando può avere così grande impatto sulla vita di un bambino e sulla vita della loro famiglia. Questa ricerca indica che anche se molte regioni di DNA direttamente non codificano per le proteine, queste regioni ancora contengono le bugne e le informazioni vitali che possono aiutare molti pazienti e le loro famiglie ad ottenere le risposte cui stanno cercando.„

Source:
Journal reference:

Wright, C.F., et al. (2021) Non-coding region variants upstream of MEF2C cause severe developmental disorder through three distinct loss-of-function mechanisms. American Journal of Human Genetics. doi.org/10.1016/j.ajhg.2021.04.025.