Attenzione: questa pagina è una traduzione automatica di questa pagina originariamente in lingua inglese. Si prega di notare in quanto le traduzioni sono generate da macchine, non tutte le traduzioni saranno perfetti. Questo sito web e le sue pagine web sono destinati ad essere letto in inglese. Ogni traduzione del sito e le sue pagine web possono essere imprecise e inesatte, in tutto o in parte. Questa traduzione è fornita per comodità.

Il nuovo studio studia come il tè verde potrebbe piombo ad una droga per affrontare Covid-19

Mentre l'India continua ad essere devastata dalla pandemia, un'università di Swansea accademica sta studiando come il tè verde potrebbe provocare una droga capace di affrontare Covid-19.

Il Dott. Suresh Mohankumar ha effettuato la ricerca con i colleghi in India durante il suo tempo all'istituto universitario di JSS della farmacia, all'accademia di JSS di istruzione superiore ed alla ricerca in Ooty prima del prendere il suo ruolo corrente alla facoltà di medicina dell'università di Swansea.

Ha detto: “La più vecchia farmacia della natura è stata sempre un tesoro delle droghe novelle potenziali ed abbiamo interrogato se qualcuno di questi composti potessero assisterci nel combattimento della pandemia Covid-19?

“Abbiamo schermato ed ordinato una libreria dei composti naturali già sappiamo per essere attivi contro altri coronaviruses facendo uso di un programma destinato all'elaboratore intelligenza-aiutato artificiale.

“I nostri risultati hanno suggerito che uno dei composti in tè verde potrebbe combattere il coronavirus dietro Covid-19.„

Il lavoro dei ricercatori ora è stato evidenziato tramite gli avanzamenti online di RSC del giornale ed è stato incluso nella sua raccolta calda prestigiosa degli articoli scelta dagli editori e dai critici.

Il Dott. Mohankumar di professore associato ha sottolineato che la ricerca era ancora nei sui inizi e lontano da qualunque genere di applicazione clinica.

“Il composto che il nostro modello predice per essere la maggior parte del attivo è gallocatechin, che è presente in tè verde e potrebbe essere disponibile facilmente, accessibile ed accessibile. Ora deve essere indagine successiva per mostrare se può essere efficace e sicuro clinicamente provati per impedire o il trattamento del Covid-19.

“Questo è ancora un punto preliminare, ma potrebbe essere un potenziale piombo ad affrontare la pandemia devastante Covid-19.

Il Dott. Mohankumar ha lavorato nella formazione, nella ricerca e nell'amministrazione della farmacia intorno al mondo per più di 18 anni e recentemente si è mosso verso Swansea per unire il suo nuovo programma di MPharm.

Ciò è la ricerca affascinante e dimostra che i prodotti naturali rimangono una sorgente importante dei composti di piombo nella lotta contro le malattie infettive. Egualmente realmente sono soddisfatto di vedere questa collaborazione internazionale della ricerca continuare ora che il Dott. Mohankumar ha fatto parte del gruppo della farmacia.„

Il professor Andrew Morris, testa della farmacia

Il Dott. Mohankumar lo ha aggiunto ora sta guardando in avanti a vedere come il lavoro può essere sviluppato: “Ora deve essere preclinico appropriato e gli studi clinici e noi accoglieremmo favorevolmente i collaboratori ed i partner potenziali per contribuire a portare questo lavoro in avanti.„

Source:
Journal reference:

Selvaraj, J., et al. (2021) Identification of (2R,3R)-2-(3,4-dihydroxyphenyl)chroman-3-yl-3,4,5-trihydroxy benzoate as multiple inhibitors of SARS-CoV-2 targets; a systematic molecular modelling approach. RSC Advances. doi.org/10.1039/D1RA01603B.