Attenzione: questa pagina è una traduzione automatica di questa pagina originariamente in lingua inglese. Si prega di notare in quanto le traduzioni sono generate da macchine, non tutte le traduzioni saranno perfetti. Questo sito web e le sue pagine web sono destinati ad essere letto in inglese. Ogni traduzione del sito e le sue pagine web possono essere imprecise e inesatte, in tutto o in parte. Questa traduzione è fornita per comodità.

I bots sociali del ` di media' continuano a spargere l'informazione sbagliata sulla maschera che dura in mezzo della pandemia COVID-19

Mentre non un nuovo problema, la diffusione di informazione sbagliata in tutto la pandemia di malattia 2019 di coronavirus (COVID-19) ha esploso su quasi ogni piattaforma sociale di media. Recentemente, un gruppo di ricercatori ha analizzato le conversazioni sui gruppi pubblici di Facebook ad informazione sbagliata automatizzata esplorata sull'uso della maschera. Il gruppo ha pubblicato i loro risultati come lettera della ricerca nel giornale della medicina interna di JAMA.

Come gli studi sono stati intrapresi

Malgrado i pericoli conosciuti connessi con la diffusione di informazione sbagliata online, specialmente quando comprende COVID-19, poca ricerca è stata condotta sul software che tiene conto i conti falsificati, o sui bots del `,' per ampliare l'informazione sbagliata. Tipicamente, questo software permette che le persone generino il contenuto inesatto e dividano questa informazione sbagliata attraverso i bots.

In uno sforzo per capire come il software automatizzato è usato per diffondere l'informazione sbagliata, un gruppo di scienziati piombo da Dott. John W. Ayers alle conversazioni analizzate San Diego dell'università di California sui gruppi pubblici di Facebook, come Facebook è considerare come la piattaforma più suscettibile per la diffusione di informazione sbagliata automatizzata. Più specificamente, i ricercatori si sono preoccupati di informazione sbagliata che è stata sparsa dopo la pubblicazione dello studio danese per valutare le maschere di protezione per la protezione contro COVID-19 l'infezione (DANMASK-19). DANMASK-19 è stato scelto perché era il quinto la maggior parte del articolo comune della ricerca di tutto il tempo il marzo 2021.

Nel loro lavoro, complessivamente 563 gruppi differenti di Facebook sono stati studiati, in cui un collegamento alla pubblicazione DANMASK-19 sugli annali del sito Web internazionale della medicina è stato inviato e scaricato stato. Il periodo di studio è limitato stato ai cinque giorni che seguono la pubblicazione di DANMASK-19, che aveva luogo fra il 18 novembre 2020 fino al 22 novembre 2020, poichè il più grande interesse dello studio è stato identificato generalmente per avere luogo durante questo periodo.

La determinazione di se il software automatizzato è stato usato o non è stata basata sull'invio dei collegamenti identici nella successione chiusa. L'identificazione dei gruppi di Facebook che sono i la maggior parte o minimo vulnerabili ai paletti automatizzati di informazione sbagliata è stata basata sulla calcolazione della frequenza che i collegamenti identici sono stati inviati ai paia dei gruppi di Facebook e del tempo che sono trascorso fra questi paletti per tutti i collegamenti. I gruppi di Facebook che erano i più commoventi da automazione hanno avuti una media (deviazione standard) di 4,28 (3,02) secondi fra le azioni dei collegamenti identici, che è stata paragonata a 4,35 (11,71) ore per quelli che sono stati trovati per essere il più minimo il commovente da automazione.

Che tipo di informazione sbagliata è stata sparsa?

Complessivamente 712 paletti che hanno collegato lo studio DANMASK-19 durante il periodo di cinque giorni suddetto sono stati divisi a 563 gruppi pubblici differenti di Facebook. Di questi, 39%, o complessivamente 279 paletti, sono stati trovati per essere più commoventi da automazione. Di questi 279 paletti, 17 erano cancellati e non disponibili per ulteriore analisi.

I due tipi principali di informazioni sbagliate che sono stati sparsi in tutto questi gruppi di Facebook sullo studio DANMASK-19 hanno compreso i reclami che la conclusione primaria di DANMASK-19 è stata travisata o che i reclami cospirativi sono stati fatti circa DANMASK-19.

Un esempio in cui la conclusione primaria di DANMASK-19 è stata travisata ha sostenuto che maschera-durare nuoce all'indossatore. A questo scopo, i bots automatizzati dividerebbero i titoli come “compare che non solo fa indossando una maschera per non assicurare la protezione significativa contro SARS-CoV-2, ma egualmente piombo ad un aumento nelle infezioni con altri virus respiratori.„ Questi tipi di reclami travisati hanno rappresentato 19,8% dei paletti che sono stati fatti ai gruppi più commoventi da automazione.

Comparativamente, alcuni dei reclami cospirativi differenti che sono stati divisi da questi fatto-controllori corporativi del ` inclusi bots stanno stando a voi! Tutto questo per servire la loro propaganda distopica #Agenda2030!!' e il ` tutto il controllato dai politici, preferenti imporre il loro comportamento in tutti gli spazi pubblici… [questi] è gli scienziati pagati dalle elite del mondo a shamelessly sta a miliardi di gente!' Questi reclami cospirativi hanno rappresentato quasi 51% di tutti i paletti fatti ai gruppi di Facebook che erano i più commoventi dai paletti automatizzati di informazione sbagliata.

Takeaways di studio

Dovrebbe essere notato che le entità che sono responsabili della divisione dei questi paletti automatizzati di informazione sbagliata non potrebbero essere determinate dallo studio corrente. Ancora, soltanto i gruppi pubblici di Facebook sono stati studiati qui durante alcuni giorni.

I ricercatori dello studio corrente raccomandano che le entità federali dovrebbero passare la legislazione che penalizza le entità che utilizzano il software automatizzato per dividere l'informazione sbagliata. Ancora, le società sociali di media, specialmente Facebook, dovrebbero applicare le loro norme della pubblicazione per proibire la pubblicazione di informazione sbagliata automatizzata. Oltre a queste due raccomandazioni, le contro campagne indirizzare i reclami falsi che sono ampiamente media sociali diffusi dovrebbero essere indirizzate e confutate pubblicamente dagli esperti in salubrità.

Riferimento del giornale:

Benedette Cuffari

Written by

Benedette Cuffari

After completing her Bachelor of Science in Toxicology with two minors in Spanish and Chemistry in 2016, Benedette continued her studies to complete her Master of Science in Toxicology in May of 2018. During graduate school, Benedette investigated the dermatotoxicity of mechlorethamine and bendamustine; two nitrogen mustard alkylating agents that are used in anticancer therapy.

Citations

Please use one of the following formats to cite this article in your essay, paper or report:

  • APA

    Cuffari, Benedette. (2021, June 09). I bots sociali del ` di media' continuano a spargere l'informazione sbagliata sulla maschera che dura in mezzo della pandemia COVID-19. News-Medical. Retrieved on September 20, 2021 from https://www.news-medical.net/news/20210609/Social-media-e28098botse28099-continue-to-spread-misinformation-on-mask-wearing-amid-COVID-19-pandemic.aspx.

  • MLA

    Cuffari, Benedette. "I bots sociali del ` di media' continuano a spargere l'informazione sbagliata sulla maschera che dura in mezzo della pandemia COVID-19". News-Medical. 20 September 2021. <https://www.news-medical.net/news/20210609/Social-media-e28098botse28099-continue-to-spread-misinformation-on-mask-wearing-amid-COVID-19-pandemic.aspx>.

  • Chicago

    Cuffari, Benedette. "I bots sociali del ` di media' continuano a spargere l'informazione sbagliata sulla maschera che dura in mezzo della pandemia COVID-19". News-Medical. https://www.news-medical.net/news/20210609/Social-media-e28098botse28099-continue-to-spread-misinformation-on-mask-wearing-amid-COVID-19-pandemic.aspx. (accessed September 20, 2021).

  • Harvard

    Cuffari, Benedette. 2021. I bots sociali del ` di media' continuano a spargere l'informazione sbagliata sulla maschera che dura in mezzo della pandemia COVID-19. News-Medical, viewed 20 September 2021, https://www.news-medical.net/news/20210609/Social-media-e28098botse28099-continue-to-spread-misinformation-on-mask-wearing-amid-COVID-19-pandemic.aspx.