Attenzione: questa pagina è una traduzione automatica di questa pagina originariamente in lingua inglese. Si prega di notare in quanto le traduzioni sono generate da macchine, non tutte le traduzioni saranno perfetti. Questo sito web e le sue pagine web sono destinati ad essere letto in inglese. Ogni traduzione del sito e le sue pagine web possono essere imprecise e inesatte, in tutto o in parte. Questa traduzione è fornita per comodità.

Le cellule staminali del follicolo pilifero svolgono un ruolo di taglia grande in bolle curative dell'interfaccia

Un gruppo degli scienziati ha indicato che la guarigione delle bolle dell'interfaccia è determinata dalle cellule staminali del follicolo pilifero, che ritardano il loro proprio sviluppo nel trattamento.

Il trattamento curativo dei tessuti nel corpo umano è particolarmente ben esaminato in interfaccia, particolarmente poichè l'interfaccia servisce da livello di protezione dall'ambiente. Tuttavia, rimane alcuni tipi specifici di lesioni dell'interfaccia dove il trattamento curativo non è buono capito.

Un gruppo degli scienziati dal Giappone e dall'Italia, compreso il professore associato KEN Natsuga dalla scuola post-laurea di medicina all'università dell'Hokkaido, ha usato i modelli delle bolle dell'interfaccia per esplorare gli effetti della lesione sul tessuto di sviluppo dell'interfaccia. Le loro scoperte sono state pubblicate nei rapporti dell'EMBO del giornale.

Gli scienziati hanno eseguito le loro prove sui mouse che avevano generato artificialmente la separazione epidermica, o l'interfaccia produce delle bolle su. Hanno studiato il trattamento curativo riflettendo le espressioni geniche e la proliferazione delle cellule, gli stirpi di rintracciamento delle cellule e l'uso dei modelli matematici.

Il gruppo ha trovato che un tipo di cellule staminali (SCs), cellule staminali del follicolo pilifero (HFSCs), svolge un ruolo di taglia grande nella guarigione della bolla. Il HFSCs è pricipalmente responsabile della guarigione delle bolle sottoepidermiche, dalla base della ferita. L'attività ferita-curativa di HFSCs è accompagnata dalla crescita in ritardo dei follicoli piliferi nel tessuto rigenerato dell'interfaccia. Quando HFSCs è diminuito, un altro gruppo di SCs, le cellule staminali epidermiche interfollicular (IFESCs), può anche contribuire alla guarigione, ma soltanto dai margini della bolla. Egualmente hanno confermato che la bolla che guarisce è stata influenzata dalle forme dei keratinocytes, le cellule epiteliali primarie, sebbene il meccanismo da cui le forme pregiudicano la guarigione fosse ancora poco chiaro.

I risultati hanno rivelato il bilanciamento fra la guarigione della ferita e lo sviluppo in interfaccia, indicante molte possibilità per il trattamento di interfaccia che produce delle bolle negli esseri umani. I modelli utilizzati in questo studio possono stessi essere usati per lo sviluppo di nuove terapie per la guarigione della bolla. Il ruolo delle ghiandole sudoripare non potrebbe essere studiato, come i mouse mancano delle ghiandole sudoripare ed il ruolo delle celle mesenchymal, che precedentemente sono state indicate per partecipare alla guarigione delle ferite dell'interfaccia, non è stato esaminato. I lavori futuri metteranno a fuoco su questi aspetti.

I nostri risultati dei trattamenti curativi aprono la strada per gli interventi terapeutici adattati per il bullosa di epidermolysis, le malattie pemphigoid ed altre malattie di vescica.„

KEN Natsuga, professore associato, scuola post-laurea di medicina all'università dell'Hokkaido

Il documento è dedicato al professor recente Hiroshi Shimizu, un co-author del documento, che è morto mentre il documento era nell'esame.

Source:
Journal reference:

Fujimura, Y., et al. (2021) Hair follicle stem cell progeny heal blisters while pausing skin development. EMBO Reports. doi.org/10.15252/embr.202050882.