Attenzione: questa pagina è una traduzione automatica di questa pagina originariamente in lingua inglese. Si prega di notare in quanto le traduzioni sono generate da macchine, non tutte le traduzioni saranno perfetti. Questo sito web e le sue pagine web sono destinati ad essere letto in inglese. Ogni traduzione del sito e le sue pagine web possono essere imprecise e inesatte, in tutto o in parte. Questa traduzione è fornita per comodità.

WHO: Azione efficace stata necessaria per proteggere la salubrità dei bambini da e-spreco tossico

L'efficace e atto obbligatorio è richiesto urgentemente proteggere milioni di bambini, di adolescenti e di donne incinte universalmente di cui la salubrità è compromessa dal trattamento informale di elettrico eliminato o degli apparecchi elettronici secondo un nuovo rapporto dirottura dall'organizzazione mondiale della sanità: Bambini e Digital Dumpsites.

Con il montaggio dei volumi di produzione e di disposizione, il mondo affronta che cosa un forum internazionale recente ha descritto come montaggio “tsunami dello e-spreco„, mettendo le vite e la salubrità al rischio. Allo stesso modo il mondo si è radunato per proteggere i mari ed i loro ecosistemi da inquinamento di plastica e microplastico, dobbiamo radunarci per proteggere la nostra risorsa più apprezzata - la salubrità dei nostri bambini - dalla minaccia crescente di e-spreco.„

Dott. Tedros Adhanom Ghebreyesus, Direttore Generale del WHO

Altrettanto mentre 12,9 milione donne stanno lavorando nel settore residuo informale, che potenzialmente le espone ae-spreco tossico e mette loro ed i loro feti al rischio.

Nel frattempo più di 18 milione bambini ed adolescenti, alcuni giovani quanto 5 anni, attivamente sono impegnati nel settore industriale informale, di cui il trattamento dei rifiuti è un subsettore. I bambini sono impegnati spesso dai genitori o dai badante nello e-spreco che ricicla perché le loro piccole mani sono più abili di quelle degli adulti. Altri bambini vivono, vanno a scuola e giocano vicino ae-spreco che ricicla i centri in cui gli alti livelli dei prodotti chimici tossici, principalmente cavo e mercurio, possono danneggiare le loro abilità intellettuali

I bambini esposti ae-spreco sono particolarmente vulnerabili ai prodotti chimici che tossici contengono dovuto il loro più di piccola dimensione, agli organi meno sviluppati ed alla tariffa rapida di crescita e sviluppo. Assorbono più agenti inquinanti riguardante la loro dimensione e possono meno metabolizzare o sradicare le sostanze tossiche dai loro organismi.

Impatto di e-spreco sulle sanità

I lavoratori, miranti a recuperare i materiali apprezzati quali rame ed oro, sono a rischio dell'esposizione oltre a 1.000 sostanze nocive, compreso cavo, mercurio, nichel, i ritardatori bromurati della fiamma e gli idrocarburi aromatici policiclici (PAHs).

Per una donna incinta, l'esposizione ae-spreco tossico può pregiudicare la salubrità e lo sviluppo del suo feto per il resto della sua vita. Gli effetti sulla salute avversi di potenziale comprendono i risultati negativi della nascita, quali il feto nato morto e le nascite premature come pure basso peso alla nascita e lunghezza. L'esposizione al piombo da e-spreco che ricicla le attività è stata associata con i punteggi neurologici comportamentistici neonatali significativamente diminuiti di valutazione, le tariffe aumentate del deficit di attenzione/del disordine dell'iperattività (ADHD), i problemi comportamentali, i cambiamenti nel temperamento del bambino, le difficoltà sensitive di integrazione ed i punteggi diminuiti di linguaggio e conoscitivi.

Altri impatti avversi di salute dei bambini collegati ae-spreco comprendono successivamente i cambiamenti nella funzione polmonare, negli effetti respiratori e respiratori, nel danno del DNA, nella funzione alterata della tiroide e nel rischio aumentato di alcune malattie croniche nella vita, quali cancro e la malattia cardiovascolare.

“Un bambino che mangia appena un uovo del pollo da Agbogbloshie, un sito residuo nel Ghana, assorbirà 220 volte il limite quotidiano dell'Autorità europea per la sicurezza alimentare per assunzione delle diossine clorurate,„ ha detto Marie-Noel Brune Drisse, il WHO del cavo creano sul rapporto. “La gestione impropria dello e-spreco è la causa. Ciò è un'emissione aumentante che molti paesi non riconoscono ancora come problema sanitario. Se ora non agiscono, i sui impatti avranno un effetto sulla salute devastante sui bambini e stendono un carico pesante sul settore di salubrità nei prossimi anni.„

Un problema rapido crescente

i volumi dello E-spreco stanno sollevando globalmente. Secondo l'associazione globale di statistiche dello E-spreco (GESP), si sono sviluppati da 21% durante i cinque anni di fino a 2019, quando 53,6 milione tonnellate metriche di e-spreco sono state generate. Per la prospettiva, lo e-spreco dell'anno scorso ha pesato fino a 350 navi da crociera collocate capo a capo per formare lungamente una riga 125km. Questa crescita è aggettata per continuare come l'uso dei computer, telefoni cellulari e l'altra elettronica continua a espandersi, accanto alla loro obsolescenza rapida.

Soltanto 17,4% di e-spreco prodotto nel 2019 hanno raggiunto la gestione convenzionale o riciclando gli impianti, secondo i preventivi di GESP più recenti, il resto è stato scaricato illegalmente, in modo schiacciante in paesi bassi o con reddito medio, in cui è riciclato dai lavoratori informali.

La raccolta appropriata ed il riciclaggio dello e-spreco è chiave proteggere l'ambiente e diminuire le emissioni di clima. Nel 2019, il GESP ha trovato che i 17,4% di e-spreco che è stato raccolto e giustamente ha riciclato impedito fino a 15 milione tonnellate di equivalenti dell'anidride carbonica essere scaricato nell'ambiente.

Chiamata ad atto

I bambini e Digital Dumpsites richiede efficace e atto obbligatorio dagli esportatori, importatori e governi assicurare in condizioni ambientali la disposizione sana di e-spreco e sanità e sicurezza dei lavoratori, le loro famiglie e comunità; per riflettere i risultati di esposizione e di salubrità dello e-spreco; per facilitare migliore riutilizzazione dei materiali; e per incoraggiare la lavorazione di materiale elettronico ed elettrico più durevole.

Egualmente si rivolge alla comunità di salubrità per agire diminuire gli effetti sulla salute avversi da e-spreco, da capacità di costruzione del settore di salubrità di diagnosticare, riflettere ed impedire l'esposizione tossica fra i bambini e le donne, sollevanti la consapevolezza dei co-vantaggi potenziali del riciclaggio più responsabile, lavoranti con le comunità commoventi e sostenenti per i migliori dati e ricerca di salubrità sui rischi sanitari affrontati dai lavoratori informali dello e-spreco.

“I bambini e gli adolescenti hanno il diritto svilupparsi ed imparare in un ambiente sano ed esposizione ad elettrico e rifiuti elettronici ed i suoi numerosi delle componenti impatti tossici indiscutibilmente che radrizzano,„ ha detto il Dott. Maria Neira, Direttore, dipartimento dell'ambiente, mutamento climatico e salubrità, al WHO. “Il settore di salubrità può svolgere un ruolo fornendo la direzione e l'avvocatura, la ricerca di conduzione, influenzando i responsabili della politica, le comunità d'aggancio ed il raggiungimento fuori ad altri settori per richiedere che le preoccupazioni di salubrità siano rese a polizze centrali dello e-spreco.„