Attenzione: questa pagina è una traduzione automatica di questa pagina originariamente in lingua inglese. Si prega di notare in quanto le traduzioni sono generate da macchine, non tutte le traduzioni saranno perfetti. Questo sito web e le sue pagine web sono destinati ad essere letto in inglese. Ogni traduzione del sito e le sue pagine web possono essere imprecise e inesatte, in tutto o in parte. Questa traduzione è fornita per comodità.

Ha potuto la prova rapida sostituire giornalmente la quarantena obbligatoria per impedire le infezioni incluse SARS-CoV-2?

Il coronavirus 2 (SARS-CoV-2) di sindrome respiratorio acuto severo in primo luogo è stato riferito come la causa di una malattia respiratoria severa rapido di diffusione a Wuhan, Cina, verso la fine di 2019. Da allora, ha devastato il mondo intero ed è emerso in molte varianti differenti.

Nel tentativo di per impedire la diffusione della malattia 2019 (COVID-19) di coronavirus, della maggior parte dei paesi chiusi i loro confini ai viaggiatori che entrano o che ritornano lunghe e dalle quarantene rigorose esterne o applicate su quelli che entrano. L'efficacia di queste polizze dipenderà dalla biologia del virus, compreso il presente specifico di variante, la prova di selezione usata ed il grado a cui viaggiatori osserva i regolamenti di quarantena.

Un nuovo studio, rilasciato come pubblicazione preliminare sul " server " del medRxiv*, esamina l'efficacia relativa delle strategie varianti, quali la prova di pre-volo, più lungamente o periodi di scarsità di quarantena, prove per la versione, o prova quotidiana dopo il volo, facendo uso delle tecniche di modellizzazione. I risultati indicano che è fattibile da evitare la quarantena mediante l'uso di flusso laterale che prova giornalmente a cinque giorni, raggiungendo le più alte riduzioni del numero dei casi secondari causati da un viaggiatore infettato nel paese di destinazione.

Questa conclusione è particolarmente importante ora che parecchie varianti di preoccupazione (VOCs) sono emerso e stanno spargendo attraverso i limiti internazionali, rappresentando una minaccia al controllo rischioso raggiunto dai rollouts vaccino diffusi in molti paesi sviluppati.

Che cosa lo studio ha fatto?

I ricercatori hanno stimato la frazione delle infezioni individuate fra i viaggiatori che sarebbero stati individuati da ciascuna di queste strategie e della diminuzione risultante nei casi secondari per viaggiatore infettato. Una volta confrontati al volume totale di viaggiatori che entrano in ogni paese ed alla prevalenza dell'infezione nel pæse d'origine dei viaggiatori, potevano arrivare col rischio dell'importazione.

Che cosa hanno trovato?

Gli scienziati suppongono che circa 28% dei viaggiatori realmente seguono le linee guida di quarantena, mentre auto-isolato di 86% e di 71% quando positivo sintomatico o provato, rispettivamente. Quasi la metà di questi avrà un'infezione asintomatica, con un quinto che diventa sintomatico sull'arrivo e 7% sintomatico sul volo.

In questo scenario, senza la prova prima del volo o quarantining dopo l'arrivo, circa due terzi delle infezioni entranti andranno inosservati. l'Auto-isolamento dei viaggiatori sintomatici ridurrà i casi secondari di 45%.

quarantena 14 giorna efficace a diminuire rischio

Con i periodi più lunghi di quarantena, i pazienti sintomatici saranno più probabili essere separati dalla comunità at large all'inizio di sintomo, mentre quelli che lasciano la quarantena saranno principalmente non infettivi a quel punto. In questa regolazione, l'utilità della prova di post-quarantena è diminuita.

Ai 14 giorni di quarantena con una prova concludente, la tariffa secondaria di caso quasi sarebbe divisa in due confrontata ad auto-isolamento dei casi sintomatici da solo.

Dovrebbe la quarantena essere accorciata?

I risultati egualmente indicano che la quarantena può essere diminuita ai 10 giorni senza una prova per rilasciare, evitando la metà dei casi. Una quarantena di cinque giorni con la prova da rilasciare (se quantità negativa) all'estremità produrrebbe le simili riduzioni.

Tuttavia, poiché molta gente non seguirà i regolamenti di quarantena, quasi 40% delle infezioni andrà trasmissione di causa ed inosservata.  Per correggere questa, la prova iniziale di pre-volo (LFT o PCR) potrebbe ridurre i casi secondari di 91% - 95%. Alternativamente, la quarantena di tutti i viaggiatori in una funzione sorvegliata senza provare da rilasciare ha potuto ridurre i casi secondari di 95%.

Le strategie più efficaci includono così:

  1. Completi l'aderenza a quarantena per i 14 giorni senza una prova - casi secondari zero
  2. Quarantine con la PCR i giorni 5 o LFT il giorno 7, per scaricare nella comunità
  3. Una prova di pre-volo e 5 giorni di quarantena con una prova per rilasciare - rapporto di riproduzione di 85% con un pre-volo LFT/post-quarantine LFT o PCR, rispetto a 93% ad un pre-volo PCR/post-flight LFT o alla combinazione di PCR. Più rapida la prova, più vicino al decollo reale può essere, massimizzando la rilevazione di caso.
  4. Un LFT quotidiano per i cinque giorni ha potuto permettere la rimozione di quarantena obbligatoria, permettendo che soltanto 7% dei casi vada inosservato e zero con i dieci giorni della prova.

Che cosa sono le implicazioni?

La scelta di strategia dipenderà dalla tariffa dell'importazione e dell'incidenza nel paese di destinazione. Quindi, U.S.A., con un'alta incidenza del riferimento, non può potere impedire le infezioni incluse limitando i viaggiatori. Per contro, Singapore, con un'incidenza bassa ma un grande volume di viaggiatori arrivanti, ridurrebbe il suo rischio a 43%, ma non più di meno, con la prova quotidiana.

“L'importazione come una percentuale incidenza nazionale dipende quindi dall'epidemia ad entrambe le estremità dell'itinerario di viaggio ed alla proporzione della variante di preoccupazione.„ Entrambi questi fattori sono importanti nel contesto del transmissibility aumentato, della severità della malattia e delle capacità dell'immune-evasione, del VOCs.

Poi diventa non appena necessario stimare che quanto hanno infettato i viaggiatori stanno arrivando, ma i quanti casi secondari possono accadere se un COV dato va inosservato.

Il LFT partecipa fuori come una scelta ragionevole in questa regolazione, particolarmente se pre-volo usato come pure giornalmente per i 5-7 giorni, poichè dà i risultati rapidi e così impedisce corrente i viaggiatori contagiosi l'imbarco. Le difficoltà di quarantena sono egualmente significative e l'aderenza è stata riferita per essere bassa, comunque più alto con una prova positiva.

Quindi, le più brevi quarantene possono essere più efficienti ad impedire la diffusione virale nel mondo reale, particolarmente negli impianti gestiti e dove la maggior parte dei nuovi casi sono inclusi. Il miglioramento del supporto a quelli nella quarantena è un modo importante migliorare l'aderenza, pure.

Avviso *Important

il medRxiv pubblica i rapporti scientifici preliminari che pari-non sono esaminati e, pertanto, non dovrebbero essere considerati conclusivi, guida la pratica clinica/comportamento correlato con la salute, o trattato come informazioni stabilite.

Journal reference:
Dr. Liji Thomas

Written by

Dr. Liji Thomas

Dr. Liji Thomas is an OB-GYN, who graduated from the Government Medical College, University of Calicut, Kerala, in 2001. Liji practiced as a full-time consultant in obstetrics/gynecology in a private hospital for a few years following her graduation. She has counseled hundreds of patients facing issues from pregnancy-related problems and infertility, and has been in charge of over 2,000 deliveries, striving always to achieve a normal delivery rather than operative.

Citations

Please use one of the following formats to cite this article in your essay, paper or report:

  • APA

    Thomas, Liji. (2021, June 16). Ha potuto la prova rapida sostituire giornalmente la quarantena obbligatoria per impedire le infezioni incluse SARS-CoV-2?. News-Medical. Retrieved on October 21, 2021 from https://www.news-medical.net/news/20210616/Could-daily-rapid-testing-replace-mandatory-quarantine-to-prevent-imported-SARS-CoV-2-infections.aspx.

  • MLA

    Thomas, Liji. "Ha potuto la prova rapida sostituire giornalmente la quarantena obbligatoria per impedire le infezioni incluse SARS-CoV-2?". News-Medical. 21 October 2021. <https://www.news-medical.net/news/20210616/Could-daily-rapid-testing-replace-mandatory-quarantine-to-prevent-imported-SARS-CoV-2-infections.aspx>.

  • Chicago

    Thomas, Liji. "Ha potuto la prova rapida sostituire giornalmente la quarantena obbligatoria per impedire le infezioni incluse SARS-CoV-2?". News-Medical. https://www.news-medical.net/news/20210616/Could-daily-rapid-testing-replace-mandatory-quarantine-to-prevent-imported-SARS-CoV-2-infections.aspx. (accessed October 21, 2021).

  • Harvard

    Thomas, Liji. 2021. Ha potuto la prova rapida sostituire giornalmente la quarantena obbligatoria per impedire le infezioni incluse SARS-CoV-2?. News-Medical, viewed 21 October 2021, https://www.news-medical.net/news/20210616/Could-daily-rapid-testing-replace-mandatory-quarantine-to-prevent-imported-SARS-CoV-2-infections.aspx.