Attenzione: questa pagina è una traduzione automatica di questa pagina originariamente in lingua inglese. Si prega di notare in quanto le traduzioni sono generate da macchine, non tutte le traduzioni saranno perfetti. Questo sito web e le sue pagine web sono destinati ad essere letto in inglese. Ogni traduzione del sito e le sue pagine web possono essere imprecise e inesatte, in tutto o in parte. Questa traduzione è fornita per comodità.

Lo studio trova alto economico, costo della salute dovuto l'esposizione dell'aerosol dell'in-automobile in paesi in via di sviluppo

In uno studio internazionale pubblicato dall'internazionale dell'ambiente del giornale, l'università di Surrey piombo un gruppo internazionale degli esperti in inquinamento atmosferico nei hotspot di inquinamento di video in 10 città globali: Dacca (Bangladesh); São Paulo (Brasile); Canton (Cina); Medellín (Colombia); Il Cairo (Egitto); Addis Ababa (Etiopia); Chennai (India); Sulaymaniyah (Irak); Blantyre (Malawi); e Dar es Salaam (Tanzania).

Il centro globale di Surrey per la ricerca di aria pulita (GCARE) precisata per studiare se la quantità di driver fini delle particelle di inquinamento atmosferico (PM2.5) inalati è connessa ai driver della durata spende nei hotspot di inquinamento ed in indicatori socioeconomici quale il prodotto interno lordo (GDP).

Attraverso tutte le città nello studio, i ricercatori hanno trovato che i driver hanno dovuto soltanto passare una scarsa quantità di tempo nei hotspot di alto-inquinamento di inalare una quantità significativa di particelle PM2.5. Per esempio, i driver in Canton ed Addis Ababa hanno speso 26 e 28 per cento del loro permutano nelle aree di hotspot, che hanno contribuito a 54 e 56 per cento della somma totale di inquinamento atmosferico inalata sul loro scatto.

I ricercatori hanno trovato che le città in cui gli autisti sono stati esposti ai livelli elevati di inquinamento PM2.5 - Dar es Salaam, Blantyre e Dacca - più alti tassi di mortalità all'anno anche sperimentati per popolazione di permuta dell'automobile 100.000. I bassi livelli PM2.5 a Medellín, São Paulo e Sulaymaniyah hanno corrisposto ai tassi di mortalità molto bassi.

Lo studio internazionale ha valutato le perdite economiche misurando il tasso di mortalità di una città causato tramite l'esposizione dell'automobile PM2.5 contro il suo P.I.L. per capita. Ha trovato che, per la maggior parte delle città, il P.I.L. più basso si è collegato direttamente alle perdite economiche più significative causate tramite l'esposizione dell'in-automobile PM2.5 - con Il Cairo e Dar es Salaam che sono urtati il la maggior parte (le perdite di 8,9 e 10,2 milione dollari US All'anno, rispettivamente).

Il gruppo egualmente ha trovato che, eccezione fatta per Canton, le città con il più alto P.I.L. pro capite hanno meno aree di hotspot durante lo scatto medio dell'itinerario, così fare diminuire il rischio ai driver.

Il nostro progetto di collaborazione globale ha confermato che l'inquinamento atmosferico pregiudica sproporzionatamente i paesi in via di sviluppo. Molti paesi sono catturati in un circolo vizioso in cui il loro P.I.L. basso piombo all'più alta tariffa di esposizione di inquinamento per i driver, che piombo ai risultati più difficili di salubrità, che ulteriori danni l'economia di quelle città. Ciò è notizie discouraging - ma dovrebbe galvanizzare la comunità internazionale per trovare e spiegare le misure che attenuano i rischi sanitari affrontati dai driver più vulnerabili del mondo.„

Prashant Kumar, il professor e ricercatore principale, progetto delle Cura-Città

Kumar è egualmente il decano di socio (internazionale) e Direttore fondante di GCARE all'università di Surrey.

Il professor Shi-Jie Cao, un partner di collaborazione dall'università sudorientale, ha detto: “Se dobbiamo mai fare un mondo in cui l'aria pulita è disponibile a tutti, catturerà uno sforzo di collaborazione vero globale - quali le Cura-Città. Speriamo di continuare a lavorare molto attentamente con Surrey ed altri partner globali, dividenti la conoscenza e la competenza che renderanno ad un futuro più pulito una realtà.„

Il professor Adamson Muula, un partner di collaborazione precedentemente dall'università di Malawi ed ora testa della salute pubblica all'università di Kamuzu di scienze di salubrità (KUHeS), ha detto: “Se i paesi in via di sviluppo devono non essere lasciati nella lotta contro inquinamento atmosferico ed il mutamento climatico, è importante che sviluppiamo la capacità e la conoscenza di riunire i dati sul campo. Questo progetto è un piccolo ma punto significativo nella giusta direzione per Abitanti di Malawi; una direzione che piombo per migliorare le decisioni e l'aria più pulita per il Malawi.„

Source:
Journal reference:

Kumar, P., et al. (2021) Potential health risks due to in-car aerosol exposure across ten global cities. Environment International. doi.org/10.1016/j.envint.2021.106688.